Italia, quanto sei bella! Superato il Montenegro, si vola ai quarti di finale

Italia, quanto sei bella! Superato il Montenegro, si vola ai quarti di finale

L’Italia probabilmente più bella di tutto l’Europeo non sbaglia e centra quel successo che vale l’accesso ai quarti di finale da terza della classe e che vedrà l’accoppiamento contro la Serbia, in quella che sarà una sfida difficile ma non impossibile come lo sarebbe stata contro la Francia. Una partita difficile, nonostante l’ottimo avvio nel primo quarto dove c’è la miglior Zanoni già in doppia cifra personale. Poi, il passaggio a vuoto nella seconda frazione che manda il Montenegro al riposo avanti di ben undici lunghezze e che sembra complicare terribilmente l’incontro. La svolta nella terza frazione, con Zanoni e Ress che alzano le barricate in fase difensiva mentre è la solita Giorgia Sottana a suonare la carica in avanti, ben supportata questa volta da Masciadri. Negli ultimi dieci minuti, le azzurre son brave a contenere il rientro del Montenegro, lasciandolo sempre a due possessi di svantaggio e a chiudere poi i conti nel finale con Francesca Dotto. Gli applausi sono impossibili da negare a queste ragazze, ma se è vero che l’appetito vien mangiando siamo sicuri che questa squadra può dire ancora tanto in questa competizione.

Italia: Gatti-Sottana-Cinili-Zanoni-Ress

Montenegro: DeForge-Skerovic-Jovanovic-Dubljevic-Perovanovic

ITALIA SUBITO AVANTI- C’è in palio il terzo posto e infatti l’avvio è equilibrato: Perovanovic da un lato e Gatti dall’altro, danno il via alla prima frazione. E’ Zanoni con cinque punti in rapida successione a tentare di sbloccare l’equilibrio, ma DeForge e Dubljevic s’iscrivono a referto siglando il 9-9. Servon quindi i punti di Gatti e di una scatenata Zanoni per segnare il primo distacco vero tra le due formazioni, con la tripla di Masciadri che regala il più sei (17-11). L’Italia continua a far male, con Ress anch’essa a bersaglio e con Zanoni che sale anche in doppia cifra personale, ma il Montenegro ricuce e rientra fine periodo con Turcinovic e Dubljevic a piazzare il meno uno (23-22).

MONTENEGRO IN FUGA- E’ la tripla di Bagnara a regalare nuovamente il più quattro in apertura di secondo periodo, ma sono quattro punti consecutivi di Dubljevic e i primi tre punti di Aleksic a regalare il vantaggio al Montenegro (26-29). La reazione delle azzurre è immediata e con il lay up di Dotto e la bomba di Masciadri, è di nuovo parità a quota 31. De Forge riporta avanti la formazione avversaria, ma è la bomba di Jovanovic a ricacciare l’Italia a meno cinque. La risposta azzurra passa dalle mani della solita Sottana, ma sono due canestri sull’asse Skerovic-DeForge a valere il più sette (34-41). La squadra di Ricchini accusa il colpo, Zanoni in lunetta fa 0/2 e l’ennesimo 4-0 di parziale del Montenegro fissa il punteggio sul 34-45.

LA DIFESA DI ZANONI, LE MAGIE DI SOTTANA E MASCIADRI- Il botta e risposta tra Masciadri e Dubljevic lascia immutato il margine dopo i primi due giri di lancette. A suonare la carica servono così gli acuti di Zanoni e Ress, con la squadra di Ricchini che torna a meno sette (47-40) obbligando al timeout il Montenegro. L’Italia spinge, Gatti trova il meno cinque ma è una magia di Giorgia Sottana, con canestro, libero fallito, rimbalzo offensivo e tripla successiva, a siglare la parità a quota 47. La scossa del Montenegro passa dalle mani della solita Dubljevic, che insieme a Bjelica prova a riallungare con un 5-0 di parziale che impone il minuto di sospensione a coach Ricchini. E’ una pausa che fa bene, perché al rientro le azzurre tornano a meno uno grazie ai canestri di Masciadri prima e Sottana poi. Aleksic riporta sul più tre montenegro, ma è Masciadri a trascinare le azzurre e con due canestri in fila l’Italia rimette il naso avanti (56-54) a fine terzo quarto.

FANTASTICA ITALIA, SI VA AI QUARTI- Anche gli ultimi dieci minuti si aprono nel segno delle azzurre, con il fallo antisportivo di Turcinovic che da il via ai tre punti di fila di Dotto per il più cinque (59-54). Il Montenegro però non molla e con DeForge e Skerovic prova a ricucire lo strappo, con il canestro di quest’ultima che sigla il 62-58. Ricchini chiama timeout, Montenegro sbaglia un sacco di occasioni per riavvicinarsi ed è così la tripla di Dotto a far impazzire di gioia la panchina azzurra, visto che vale nuovamente il più sette a poco più di un minuto dal termine. Gli ultimi secondi gioco scorrono via con qualche giro in lunetta, ma ormai è game set and match. Finisce 66 a 60, con l’Italia che vola nei quarti. La festa può partire, in attesa di Mercoledì dove ci sarà la Serbia nei quarti.

MVP BASKETINSIDE.COM: Masciadri

ITALIA-MONTENEGRO 66-60 (23-22; 34-45; 56-54)

Italia: Dotto 11 (3/5, 1/2), Fassina (0/2), Cinili (0/1), Sottana 13 (3/12, 2/2), Gatti 6 (3/6), Zanoni 12 (4/6, 1/2), Gorini NE, Masciadri 15 (3/4, 3/6), Wabara (0/1), Bagnara 3 (1/2 da 3), Ress 6 (3/6), Formica. Coach: Roberto Ricchini.

Montenegro: Bajic ne, Skerovic 9 (2/7, 1/4), De Forge 11 (3/4, 1/4), Baletic (0/4), Popovic ne, Aleksic 5 (1/1, 1/2), Dubljevic 20 (7/15, 0/1), Bjelica 2 (1/2), Perovanovic 4 (2/5), Turcinovic 6 (1/3), Jovanovic 3 (1/3 da 3), Culafic ne. Coach: Miodrag Baletic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy