Italia, vittoria sofferta: Bargnani record!

Italia, vittoria sofferta: Bargnani record!

Commenta per primo!

 

Bella atmosfera alla Siauliai Arena, animata dal caldo pubblico lettone; nutrita anche la rappresentanza della tifoseria al seguito della nostra Nazionale.

Prima partenza in quintetto per Bargnani, per il resto ci sono gli stessi di ieri. Avvio con diverse forzature per entrambe le squadre; Belinelli e Gallo si prendono i primi 5 tiri azzurri, ma il primo canestro arriva dopo quasi 3′ ed e’ di Bargnani. La Lettonia, intanto, ha già’ raggiunto il bonus ma continua a difendere con grande intensità’; il Mago e’ ispiratissimo, inchioda per due volte prima di subire il terzo fallo di Mejeris. La difesa azzurra non e’ aggressiva, Kuksiks la punisce dall’arco (3/5 in 5′); inizio nervoso degli Azzurri che sembrano subire l’energia lettone. Gli uomini di Bagatskis scappano fino al 9-15, ma e’ ancora Bargnani a tamponare il momento difficile; Pianigiani prova a ruotare i suoi, ma l’attacco dei baltici ha vita facile contro la difesa italiana. Azzurra si tiene in scia grazie ai tiri liberi e al primo intervallo e’ 18-21. La più brutta Italia di questo Europeo: percentuali pessime dal campo (4/13, a segno solo Bargnani), difesa molle e svagata.

Comincia il secondo quarto, Pianigiani le prova tutte: dopo 11′ ha già’ impiegato tutto il roster ad eccezione di Renzi, ma la scossa non arriva. La partita e’ brutta in questa fase, continuamente spezzata dai fischi arbitrali: l’Italia e’ già in bonus dopo 2′. Datome segna, ma gli azzurri hanno perso il controllo: Hackett e Mancinelli si beccano, la Lettonia ne approfitta per aumentare il vantaggio (22-28). Gallinari segna e subisce fallo, Belinelli schiaccia in campo aperto e Bagatskis ferma con un timeout. Il gioco dell’Italia continua a latitare, bisogna andare presto negli spogliatoi per schiarirsi le idee: il 31-33 con cui finisce il primo tempo premia fin troppo la truppa di Pianigiani.

L’Italia riparte cercando di alzare il ritmo e piazza un break di 6-0 che Bagatskis prova a fermare con un 2-3; l’inerzia della gara torna dalla parte dei baltici grazie a un controparziale di 9-1 con cui si portano sul 38-42. L’Italia soffre contro la zona e non riesce ad alzare il ritmo; i lettoni muovono bene la palla e approfittano dello spazio concesso in difesa per colpire dalla distanza. I lunghi baltici continuano a caricarsi di falli, Bargnani impatta correggendo un sottomano di Mancinelli, che firma il sorpasso (46-48) in contropiede. La partita prosegue a strappi, i lettoni trovano un paio di conclusioni di pregevole fattura; Belinelli trova dal palleggio la tripla del sorpasso, Strelnieks replica dall’angolo. All’ultima pausa, l’Italia e’ avanti: 55-53.

In apertura di ultimo quarto, Blums fallisce la tripla del sorpasso; Mordente e Bargnani segnano dall’arco e l’Italia prende un po’ di margine, timeout Lettonia. La squadra ora e’ più ordinata e costruisce tiri migliori; l’inerzia e’ tutta dalla parte di Azzurra, guidata da un “Mago” super. A meta’ dell’ultima frazione, l’Italia ha già raggiunto il bonus, ma la Lettonia non e’ precisa dalla linea:  Bargnani chiude un gioco da tre punti e l’Italia scappa (66-56). La partita e’ nervosa e il gioco ne risente: Hackett e Bertans si beccano (doppio tecnico), le due squadre non segnano più. L’Italia e’ in controllo e abbassa ulteriormente il ritmo; ancora tensione in campo, gesto di stizza di Bargnani dopo un rimbalzo in attacco. Davis Bertans riapre le speranze con la tripla del -7, ma ci pensa Mancinelli a ricacciare indietro Blums e compagni (60-69, -1’11”). La stoppata di Bargnani (uscito tra i fischi dopo il suo quinto fallo) nel possesso successivo sancisce la vittoria azzurra. risultato finale: 71-62.

Soddisfatto coach Pianigiani in conferenza: “Abbiamo fatto una partita consistente, dando continuita’ dopo la prestazione di ieri; non era facile, il loro stile di gioco e’ difficile da affrontare per noi. Oggi abbiamo avuto la giusta mentalita’ per 40′, siamo stati bravi a dare la palla dentro e a costruire diversi tiri aperti, ma se vogliamo crescere dobbiamo migliorare le nostre percentuali al tiro da fuori. Devo fare i complimenti ai ragazzi, la Lettonia e’ una buona squadra.”

Cosí Hackett: “Vittoria importante, era importante sbloccarsi per avere fiducia; in questo girone ogni partita e’ una battaglia. Volevamo vincere e ci siamo riusciti al termine di una partita dura: il Mago e’ stato straordinario ma anche Mancio per noi e’ importante, ci da’ playmaking in area. Ora vogliamo giocarci le nostre chance contro la Francia.”

“Vincere era importante – dice Belinelli – dopo la sconfitta di ieri c’era il rischio di perdere la testa, siamo stati bravi. E’ vero, le nostre percentuali al tiro sono basse, ma stiamo difendendo bene. Dobbiamo migliorare in cio’ che ci e’ mancato: mentalita’ e gioco di squadra. Ora pensiamo a riposare, poi sotto con la Francia.”

Raggiante il protagonista di giornata Bargnani: “La Lettonia e’ una buona squadra e dopo due sconfitte questo successo ci da’ fiducia. Il record? Sono piu’ contento della vittoria; volevamo girare la palla e i miei compagni sono stati bravi a cercarmi. Ora dobbiamo riposare, giocare tutti i giorni non e’ facile, e’ lo stesso in NBA; contro i transalpini dovremo avere lo spirito giusto, ogni pallone potrebbe essere l’ultimo”

 

Italia-Lettonia 71-62 (18-21; 13-12; 24-20; 16-9)

Italia: Maestranzi 0 (0/1 da tre), Carraretto 2 (1/2), Mancinelli 8 (3/8, 0/1), Bargnani 36 (9/21, 2/4), Gallinari 7 (1/6, 0/3), Mordente 3 (1/1 da tre), Cinciarini, Belinelli 11 (1/4, 1/8), Cusin 2, Datome 2 (1/1, 0/1), Renzi ne, Hackett 2 (1/3). All: Pianigiani

Lettonia: Meiers 5 (1/4), Bertrans Dai. 8 (3/5, 0/2), Freimanis 4 (2/3, 0/1), Blums 4 (0/4, 1/6), Jurevicius ne, Jeromanovs 0 (0/1 da tre), Kuksiks 19 (3/7, 4/8), Mejeris 0 (0/2 da tre), Bertrans Dav. 5 (0/1, 1/2), Strelnieks 2 (1/5, 0/3), Berzins 5 (1/1, 0/1), Selakovs 10 (5/9). All: Bagatskis

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy