Monya allo scadere! La Russia vince il girone

Monya allo scadere! La Russia vince il girone

Commenta per primo!

Ennesima partita al cardiopalma risolta da un canestro incredibile di Monya a due decimi dalla fine, che ha dato il primo vantaggio della Russia in tutta la partita.

Ma passiamo alla cronaca. La Slovenia parte forte con un Lorbek che prende in giro i lunghi avversari, compreso uno spaesato Mozgov che nulla può contro la tecnica del pariruolo ex Fortitudo e Roma. Dopo un iniziale vantaggio di sette punti, la Slovenia non capitalizza la maggiore intensità messa in campo e chiude il primo quarto avanti appena di 3 lunghezze sul 19 – 16.

Voronstevich è l’anima della squadra di Blatt in un giorno in cui Kirilenko è contenuto alla grande la difesa organizzata dal santone malijkovic. La Slovenia conduce sempre tra le 5 e le 8 lunghezze grazie alle bombe di Ozbolt e Dragic e l’ottimo gioco interno del terzetto Lorbek – Smodis – Begic.

Nel secondo tempo la Russia ha una prevedibile reazione quando, dal – 12 ad avvio ripresa, si riporta sotto di 4 lunghezza, sempre grazie ad un immenso Vorontsevich e un Khryapa che non sbaglia una scelta.

Si arriva così ad un ultimo quarto dove nessuna delle due formazioni riesce a prendere il sopravvento: la Slovenia vede gli avversari avvicinarsi sul 58 – 57, ma la Russia non trova il primo vantaggio fallendo prima due liberi con Antonov, poi perdendo due palle perse consecutive grazie alle quali la squadra biancoverde rimane davanti ( 62 – 59).

Il finale è da antologia: sul 62 – 61 Lorbek realizza dalla media, ancora Vorontsevich va ad appoggiare il – 1 sfruttando un’ingenuità della difesa slovena.

Palla alla Slovenia che però la perde proprio con Lorbek, la Russia vola in contropiede ma Khryapa commette il suo quinto fallo sfondando su Goran Dragic ( sfondo dubbio per la verità).

Si rimane quindi sul 64 – 63 con palla in mano alla Slovenia, che perde nuovamente palla ma shved (perché ha tirato lui???) sbaglia un appoggio. La slovenia ha l’ennesimo match point ma Lakovic sbaglia il tiro e va a commettere poi fallo su Fridzon. Non c’è bonus, Blatt chiama time out: la palla finisce a Monya che finta il tiro, fa due palleggi e si arresta: nothing but net.

La slovenia non riesce a trovare il tiro con appena 2 decimi dalla fine e i ragazzi di Blatt esplodono in tutta la loro gioia insieme al numeroso tifo russo ( tantissimi anche gli sloveni per una cornice di pubblico meravigliosa).

La Russia si aggiudica quindi il girone D, ma la Slovenia ha dimostrato che in questo Europeo può fare il salto di qualità che si attende da anni e giocarsela fino in fondo per un posto quantomeno al preolimpico.

RUSSIA – SLOVENIA 65 – 64 ( 16 – 19 ; 34 – 40; 55 – 53 )

RUSSIA: Vorontsevich 18 , Mozgov 5 , Bykov 5 , Fridzon 5 , Shved 5 , Shabalkin  , Khryapa 10 , Antonov 4 , Monya 3, Khvostov  , Ponkrashov 2 , Kirilenko 8 All: D. Blatt

SLOVENIA: Slokar 5, Lakovic 8, Rupnik, Ozbolt 8, Smodis 7, Udrih , Muric 5, Dragic G. 4, Jagodnik , Dragic Z. 7, Begic 6, Lorbek 14. All: B. Maljkovic

MVP BASKETINSIDE: mi scuserà Vorontsevich, MVP logico di questa partita in cui col suo atletismo ha tenuto in partita la Russia per i 40 minuti, ma quando uno che ha tirato 2 volte in tutta la partita senza aver segnato realizza il canestro più importante degli Europei fino a questo momento, l’MVP non può che essere lui: Sergei Monya è l’eroe di una Russia che non molla mai e centra la vittoria che la proietta ai quarti di finale.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy