Italia – Croazia, sarà sold out a San Martino di Lupari

Italia – Croazia, sarà sold out a San Martino di Lupari

La gara, che si svolgerà nel palazzetto di San Martino di Lupari, si svolgerà mercoledì alle ore 20.30 e sarà in diretta su SkySportHD.

Commenta per primo!

Una gremita sala consiliare, presso il Comune di San Martino di Lupari, è stata teatro lunedì mattina della conferenza stampa di presentazione di Italia-Croazia, la sfida che mercoledì sera alle 20.30 vedrà le Azzurre del Commissario Tecnico Marco Crespi affrontare proprio al palasport di San Martino il secondo impegno di qualificazione a EuroBasket Women 2019.

A fare gli onori di casa è stato il Sindaco Gerry Boratto: «Ringrazio il Presidente Petrucci, la FIP e Vittorio Giuriati per aver portato la Nazionale Femminile a San Martino di Lupari – ha detto il primo cittadino – Siamo un paese di 13.500 abitanti ma da anni esprimiamo eccellenze sportive, nel basket e nel calcio a cinque. La pallacanestro femminile è in grande ascesa, per noi avere la possibilità di ospitare le Azzurre è un riconoscimento importante oltre che un onore. In bocca al lupo a tutti per mercoledì, sarò al PalaLupe a sostenere la Nazionale».

Non ha voluto mancare il numero uno della Federazione Italiana Pallacanestro, il Presidente Gianni Petrucci: «Siamo qui con grande piacere, dovevamo al Comitato Regionale Veneto e a una società seria come San Martino di Lupari questa scelta di portare qui la Nazionale Femminile. La scorsa estate siamo andati vicinissimo alla qualificazione al Mondiale, ora siamo ripartiti affidando la squadra a Marco Crespi, un allenatore che con la Maschile ha vinto tanto e che ora è animato da grande entusiasmo. Qui con me in sala ci sono due grandi atlete: Raffaella Masciadri è il nostro capitano e rappresenta tutti gli atleti in quanto eletta nel Consiglio Nazionale del CONI. Francesca Dotto non è più una speranza, è una certezza. Siamo felici di essere a San Martino di Lupari, sappiamo che ci sarà il tutto esaurito e che le Azzurre saranno spinte dal pubblico».

Tra coloro che più si sono spesi per portare la Nazionale a San Martino c’è il Presidente del Comitato Regionale Veneto della FIP, Roberto Nardi: «Senza tema di smentita posso dire che il Veneto è la regione più importante della pallacanestro femminile. Abbiamo tre squadre nella massima serie e tante giocatrici, in Nazionale e nei Settori Giovanili. So quanto San Martino di Lupari sia capace di far sentire il proprio calore, in bocca a lupo a tutti per mercoledì».

«Colgo l’occasione per ringraziare le atlete e i tecnici della Nazionale, anche perché so che si spenderanno anche sul territorio – ha aggiunto Flavio Camporese, Presidente del Comitato Provinciale FIP di Padova – Questo aspetto per noi è fondamentale, soprattutto per le ragazze che vi vedono in televisione e possono sognare un giorno di diventare come voi».

Il Commissario Tecnico Marco Crespi si è soffermato sull’atmosfera che le Azzurre troveranno mercoledì: «Sono stato recentemente a vedere una partita di campionato, quando San Martino ha affrontato Venezia, e quando sono entrato ho percepito un’atmosfera speciale. Mi è piaciuto vedere un palazzetto che gioca la partita, non la guarda soltanto. Per noi quella con la Croazia è una partita importante, una partita da gustare e da gustare per vincere».

Sulla stessa lunghezza d’onda il capitano Raffaella Masciadri: «Il PalaLupe sarà il sesto uomo, il pubblico a San Martino è caldo, quando vengo qui da avversaria non è mai semplice e spero che lo stesso valga per le giocatrici croate».

Tra le più attese c’è la playmaker padovana Francesca Dotto, uscita proprio dal settore giovanile di San Martino di Lupari: «Per me ovviamente giocare a San Martino e al PalaLupe sarà un’emozione speciale, qui ritrovo tante facce conosciute e tanti amici. Sarà particolare, emozionante, non vedo l’ora di scendere in campo e di dare tutto con questa Maglia, come abbiamo fatto a Skopje e come facciamo tutti i giorni in allenamento».

A chiudere è stato Vittorio Giuriati, presidente dell’AS San Martino che più di tutti ha voluto trasformare in realtà il sogno della Nazionale: «Sono felice della presenza qui in conferenza stampa del presidente Petrucci, che normalmente non partecipa a questi eventi. Portare la Nazionale qui è stata un’occasione unica e irripetibile, ringrazio la FIP e tutti coloro che si sono adoperati affinché questa ipotesi potesse diventare realtà. È il riconoscimento per il lavoro svolto in questi, Italia-Croazia è un evento di caratura internazionale e siamo felici di ospitarlo. E ora tutti al PalaLupe a tifare Italia».

SOLD OUT. Il tutto esaurito è ufficiale: i tifosi si sono già assicurati ogni posto a disposizione nel palasport di Via Leonardo da Vinci (grazie alle tribune allestite a bordo campo la capienza è stata portata a quasi 800 persone), e dunque l’atmosfera sarà caldissima. Per questioni di sicurezza, non sarà più possibile accettare ulteriori richieste.

EVENTI COLLATERALI. Martedì 14 novembre, dalle 11 alle 12, la squadra azzurra sarà al palasport per incontrare i tifosi e in particolar modo circa 500 ragazzi e ragazze dalle scuole medie ed elementari di San Martino di Lupari, rimanendo a disposizione per foto, autografi e domande.

Tra gli appuntamenti del mercoledì sera ci sarà una speciale premiazione per la Nazionale Under 16 femminile, che lo scorso agosto in Francia ha conquistato il Bronzo all’Europeo.

Prima della partita ad eseguire dal vivo sia l’inno nazionale italiano che quello croato ci sarà Carlo Agostini, basso del Teatro La Fenice di Venezia, mentre ad animare gli intervalli saranno le esibizioni di danza della Sweet Devils HIP-HOP School.
In palasport si potrà inoltre contribuire all’evento benefico “Jas100”, pensato per celebrare le cento partite con il Fila San Martino di Jasmine Bailey (traguardo che sarà raggiunto domenica 19 novembre). Si potranno acquistare la t-shirt celebrativa (presentata proprio durante la conferenza stampa) e un posto alla cena di lunedì 20 novembre al Ristorante Rometta di Cittadella, con tanti ospiti illustri tra cui il ct Marco Crespi. I proventi andranno alla Fondazione Città della Speranza.
 
Ufficio Stampa Fip

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy