Qualificazioni al Mondiale 2019, Italia nel gruppo D con Croazia e Romania

Qualificazioni al Mondiale 2019, Italia nel gruppo D con Croazia e Romania

Qualificazioni al Mondiale 2019. Ecco tutti i gironi.

di La Redazione

18274919_1332845430130200_3482551210325512817_n

Croazia, Romania e una squadra proveniente dalle pre-qualificazioni saranno le avversarie degli Azzurri nella corsa alla qualificazione per la FIBA World Cup 2019, il Mondiale che si disputerà in Cina dal 31 agosto al 15 settembre 2019. Lo ha stabilito il sorteggio svoltosi oggi in Cina a Guangzhou, una delle sedi della rassegna iridata.

Gli Azzurri ritrovano la Croazia dopo lo sfortunato epilogo del pre olimpico di Torino. Ultimo precedente contro la Romania, in amichevole nel 1981.
Per conoscere l’ultima squadra che comporrà il Girone D, gli Azzurri dovranno attendere le gare di pre-qualificazione che si svolgeranno dal 2 al 19 agosto 2017. Nel girone dell’Italia finirà una delle quattro formazioni che vinceranno i raggruppamenti.

Alla seconda fase l’Italia, in caso di qualificazione (passano al turno successivo le prime tre), incrocerà il gruppo C, quello composto da Polonia, Lituania, Ungheria e una squadra dalle pre-qualificazioni. Si formerà dunque un gruppo da sei formazioni. Tutte le squadre porteranno con sé i punti fatti nella prima fase con le formazioni qualificate. Non potranno incontrarsi di nuovo le squadre che si sono già affrontate nella prima fase. Le prime tre del girone saranno qualificate al Mondiale.

Il calendario della prima fase

23 novembre 2017
Italia-Romania
X1*-Croazia

26 novembre 2017
Croazia-Italia
Romania-X1

23 febbraio 2018
Croazia-Romania
Italia-X1

26 febbraio 2018
Romania-Italia
Croazia-X1

28 giugno 2018
Italia-Croazia
X1-Romania

1 luglio 2018
Romania-Croazia
X1-Italia

*squadra proveniente dalle pre-quali (agosto 2017)

La formula delle qualificazioni
Al sorteggio di Guangzhou sono stati composti otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificheranno alla seconda fase, dove verranno composti quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019. Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone.

Pre-Qualifiers: 13 squadre al via. Solo 8 passeranno il turno
Le 13 squadre che disputeranno il torneo di pre qualificazione sono state divise in 4 gironi (uno da quattro e tre da tre squadre ciascuno) con formula del girone all’italiana. Le prime due di ogni raggruppamento si uniranno alle 24 formazioni che a novembre inizieranno le gare di qualificazione al Mondiale.
Questi i gruppi e i calendari:

Gruppo A Slovacchia, Svezia, Bosnia Erzegovina, Armenia
Gruppo B Albania, Austria, Paesi Bassi
Gruppo C Kosovo, Macedonia, Estonia
Gruppo D Portogallo, Bulgaria, Bielorussia

2 agosto
Albania-Austria, Svezia-Bosnia Erzegovina, Armenia-Slovacchia, Portogallo-Bulgaria, Kosovo-Macedonia

5 agosto
Bulgaria-Bielorussia, Armenia-Svezia, Austria-Paesi Bassi, Bosnia Erzegovina-Slovacchia, Macedonia-Estonia

9 agosto
Paesi Bassi-Albania, Bielorussia-Portogallo, Estonia-Kosovo, Slovacchia-Svezia, Bosnia Erzegovina-Armenia

12 agosto
Austria-Albania, Bulgaria-Bielorussia, Slovacchia-Armenia, Bosnia Erzegovina-Svezia, Macedonia-Kosovo

16 agosto
Paesi Bassi-Austria, Bielorussia-Bulgaria, Estonia-Macedonia, Slovacchia-Bosnia Erzegovina, Svezia-Armenia

19 agosto
Albania-Paesi Bassi, Svezia-Slovacchia, Armenia-Bosnia Erzegovina, Portogallo-Bielorussia, Kosovo-Estonia
Tutti i gruppi europei per la corsa al Mondiale in Cina

Gruppo A: Montenegro, Slovenia, X2, Spagna
Gruppo B: X1, Turchia, Lettonia, Ucraina
Gruppo C: Polonia, X2, Lituania, Ungheria
Gruppo D: Italia, X1, Croazia, Romania
Gruppo E: X2, Belgio, Francia, Russia
Gruppo F: X1, Rep. Ceca, Islanda, Finlandia
Gruppo G: Germania, Serbia, X2, Georgia
Gruppo H: Israele, Gran Bretagna, Grecia, X1

Gare di qualificazione durante l’anno
Il Mondiale del 2019 segna il ritorno delle qualificazioni lungo tutto l’anno. Gli Azzurri, dunque, dovranno disputare le proprie partite nell’arco di sei finestre temporali a cavallo tra il 2017 e il 2019. Ogni finestra avrà la durata di 10 giorni, nel corso dei quali tutte le squadre giocheranno una partita in casa e una in trasferta. I giorni di gara saranno giovedì e domenica o venerdì e lunedì. Ecco tutti gli spot:

Prima fase
20-28 novembre 2017
19-27 febbraio 2018
25 giugno-3 luglio 2018

Seconda fase
30 agosto-18 settembre 2018
26 novembre-4 dicembre 2018
18-26 febbraio 2019

I precedenti con le avversarie del girone

Croazia
36 partite giocate (19 vinte/17 perse)
6 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo
La prima: Amichevole, 27 maggio, 1992 (Trieste), Italia-Croazia 79-106
L’ultima: Torneo Pre Olimpico, 9 luglio 2016 (Torino), Italia-Croazia 78-84 d1ts
La vittoria più larga: Amichevole, 28 giugno 2000 (Verona), Italia-Croazia 89-74 (15)
La sconfitta più pesante: Qualificazioni Giochi Olimpici, 4 luglio 1992 (Saragozza, Spagna), Italia-Croazia 62-108 (46)

Romania
17 partite giocate (13 vinte/4 perse)
7 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo (5 vinte/2 perse)
Nessuna partita giocata nelle Qualificazioni al Campionato Europeo
La prima: Campionato Europeo, 3 maggio 1947 (Praga, Cecoslovacchia), Italia-Romania 55-39
L’ultima: Amichevole, 2 luglio 1981 (Porto San Giorgio), Italia-Romania 92-86
La vittoria più larga: Amichevole, 31 agosto 1968 (Cortina d’Ampezzo), Italia-Romania 85-62 (23)
La sconfitta più pesante: Campionato Europeo, 13 ottobre 1963 (Wroclaw, Polonia), Italia-Romania 66-85

Il format del Mondiale 2019
Le trentadue squadre qualificate per il Mondiale 2019 saranno divise in otto gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno con la formula del girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone accederanno alla seconda fase, dove verranno divise in quattro gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno in un girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone si sfideranno poi dai quarti alle finali.
Per la prima volta il Mondiale vedrà ai nastri di partenza 32 squadre provenienti da tutti i continenti (12 dall’Europa, 8 dall’Asia-Oceania, 7 dalle Americhe e 5 dall’Africa). Tutte le Nazionali, fatta eccezione per la Cina Paese ospitante, dovranno necessariamente affrontare le gare di qualificazione per poter giocare la fase finale.

La strada verso i Giochi Olimpici di Tokyo 2020
Dal Mondiale 2019 sarà possibile qualificarsi per l’Olimpiade dell’anno successivo a Tokyo in Giappone. Classifica finale del Mondiale alla mano, accedono direttamente ai Giochi le prime due squadre europee, le prime due squadre delle Americhe e le prime Nazionali meglio piazzate di Africa, Asia e Oceania. Le sedici rimanenti squadre più due ulteriori team per ogni Continente, daranno vita a quattro tornei pre olimpici da quattro squadre ciascuno. Solo le vincenti di ogni torneo voleranno a Tokyo.

Mai più concomitanza col Mondiale di calcio
Quella del 2109 sarà l’edizione numero 18 del Mondiale FIBA e segnerà una nuova era per le competizioni organizzate dalla federazione internazionale. Per la prima volta dal 1967 il Mondiale di basket non si disputerà nello stesso anno del Mondiale di calcio FIFA. La competizione si svolgerà in otto città cinesi: Pechino, Nanjing, Shanghai, Wuhan, Dongguan, Foshan, Guangzhou e Shenzen.

La comunicazione
La FIBA World Cup 2019 (2019年世界杯篮球赛) sarà un evento globale, che coinvolgerà 214 federazioni. Tutte le info si potranno trovare sul sito ufficiale http://www.fiba.com/basketballworldcup/2019 e sui profili social gestiti da FIBA: Facebook https://www.facebook.com/FIBAWC/?fref=ts Twitter @FIBAWC e Instagram fibawc. L’hashtag ufficiale è #FIBAWC

FONTE: Uff. Stampa Fip

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy