A Capodistria l’Italia non si ferma, anche la Finlandia paga dazio

A Capodistria l’Italia non si ferma, anche la Finlandia paga dazio

Commenta per primo!

La Nazionale allunga la striscia vincente iniziata in Georgia, domani sotto con l’Ucraina! 16 di Gentile, 18 e 9 falli subiti di Gallinari, 15+5 di Datome, decisivo nel finale. 12 anche per Belinelli con 4 bombe, 11 per Bargnani mattatore nel primo tempo, 10 di Aradori, ma onore alla Finlandia che con Salin, Koponen, Murphy e Huff tiene vivo il match fino all’ultimo parziale.

ITALIA – FINLANDIA 86-72 (19-16, 23-13, 16-24, 28-19)

ITALIA: Della Valle ne, Belinelli 12 (4/10 da 3), Aradori 10 (2/2 da 3, 5 rimbalzi, 4 assist), Gentile 16 (5/9 da 2), Poeta ne, Gallinari 18 (9/9 ai liberi), Bargnani 11 (4/6 da 2), Cusin, Datome 15 (3/4 da 3, 5 rimbalzi), Cervi ne, Melli, Cinciarini 2, Hackett 2 (6 rimbalzi, 5 assist), Polonara ne.

FINALNDIA: Klovisto ne, Huff 10, Lee 6, Salin 11, Kotti 5, Koponen 15 (8 assist), Nuutinen 4, Kaunisto, Lindbom, Caven 3, Ahonen, Wilson 2, Madsen ne, Murphy 16 (5/98 da 2, 6 rimbalzi).

100ma presenza in azzurro per Pietro Aradori (che segnerà a fine match i due canestri della staffa), Cinciarini, Datome, Bargnani, Gallinari e Gentile nel quintetto di coach Pianigiani, il primo timeout arriva con l’Italia avanti 10-7 dopo 4:30, grazie ai 4 pt di Bargnani e Gentile, i 2 di Datome. Fine primo quarto che vede gli azzurri in controllo (19-16, 6 pt per Gentile, 5 per Datome), l’avvio di seconda frazione vede anche Belinelli a referto: sue le due bombe che fanno volare gli Azzurri sul 28-17 al 13′. Dopo lo strappo la Finlandia prova a rientrare, ma la tripla di Gentile e il canestro del Mago la ricacciano indietro (40-25), è lui il top scorer (11 punti) alla fine del primo tempo (42-29).

Via alla ripresa con i liberi di Gallinari e tripla da distanza siderale di Belinelli (47-35 al 23′), ma la Finlandia torna prepotentemente in scia grazie ai punti di Sasu Salin: 0-8 ospite e 47-43 sul display, arriva anche il vantaggio con Mruphy e il parziale si allunga a 13 punti di fila (48-47). Arriva però la reazione, al 33′ azzurri avanti 66-55, poi 70-63, intanto il pubblico ammira un autentico match nel match tra Gentile e Huff, ma Datome scrive la parola fine con due triple delle sue, e un canestro in scioltezza l’82-70 alla viglia dell’ultimo minuto chiude i conti.

Fotogallery a cura di Dario Cechet

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy