Adieu Blue! Isabelle Yacoubou lascia la Nazionale Francese

Adieu Blue! Isabelle Yacoubou lascia la Nazionale Francese

Dopo 147 presenze e cinque medaglie, il centro transalpino ha deciso di chiudere il suo percorso con la Nazionale

Commenta per primo!

Gli addii non sono mai semplici, anzi. Per chi resta c’è la difficoltà di ripartire senza qualcuno che fino a poco prima era stato lì accanto, a sostenere, a spronare, ad aiutare. Per chi va via c’è la fatica di dover portare con sé la valigia dei ricordi, quella senza rotelle, quella che si solleva a mani piene, e se serve si alza sulle spalle.
Cosa possa contenere la valigia blu di Isabelle Yacoubou, non lo so. Sicuramente tanto, molto.

Perché, il centro francese, ha deciso di dire addio alla Nazionale transalpina. I motivi sono molti: dal voler avere più tempo da dedicare al marito Simone e al figlio Espoir, alla necessità di avere momenti di riposo durante la stagione, che le permettano di gestire al meglio la sua condizione fisica, fino al voler lasciare spazio alle giovani francesi, per costruire un gruppo forte e affiatato che possa puntare ad ottenere un ottimo risultato alle prossime Olimpiadi di Tokyo, nel 2020.

Ha comunicato la notizia, utilizzando il suo profilo social su Facebook, dove non solo spiega le ragioni del suo addio, ma usa parole dolci nel ricordare il suo percorso in Nazionale.
Nella valigia che Yacoubou ieri ha deciso di chiudere, ci sono ben 147 presenze con la maglia francese, un oro Europeo (Lettonia 2009), due argenti (Francia 2013 e Ungheria/Romania 2015) e un bronzo (Polonia 2011), oltre alla storica medaglia d’argento conquistata alle Olimpiadi di Londra nel 2012, il tutto impreziosito da ben 1308 punti segnati, che vogliono dire una media di quasi 9 punti a partita. Un bagaglio immenso, quello che porterà con sé, così come quello lasciato alla Nazionale francese, un’eredità difficile da raccogliere per chi verrà.
Yacoubou, che alle ultime Olimpiadi di Rio, aveva avuto anche la gioia e l’onore di essere capitano delle transalpine, trascinandole ad un passo dal podio e mostrando tutta la sua classe e la sua potenza contro le campionesse in carica dell’USA, con una prestazione da ben 14 punti.
Si può dire, dunque, che oltralpe si sta chiudendo un’epoca per la Nazionale di Basket femminile, e gli omaggi e le parole che Yacoubou sta ricevendo da suoi grandissimi colleghi come Nando De Colo, Ronny Turiaf e Boris Diaw, oltre che da tutta la stampa europea, che la sta celebrando dal momento dell’annuncio, sono l’emblema, se mai fosse stato necessario, che il suo percorso in maglia blue ha lasciato il segno e non sarà certo dimenticato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy