AfroBasket 2015, Day 2 – Brivido Angola ma risolve Morais, Algeria e Capo Verde facile, al Senegal serve un super Dieng

AfroBasket 2015, Day 2 – Brivido Angola ma risolve Morais, Algeria e Capo Verde facile, al Senegal serve un super Dieng

Commenta per primo!

COSTA D’AVORIO – CAPO VERDE 56-76 (11-24, 11-23, 17-17, 17-12)

CDV: S. ASSELAIN 9, S. DIABATE 12, C. KOUADIO 9, K. OULAI 2, M. BANGOURA, A. MEITE, J. KOFFI 8, E. BAHIN 2, E. TAPE 6, N. MEITE 5, A. SEYDOU HIMA.

CPV: D. CORONEL 15, J. XAVIER 19, I. ALMEIDA 11, B. FREIRE, M. CORREIA 14, J. ALMEIDA, M. MENDES, F. MENDONÇA, K. GOMES 2, B. RUDOLPH 3, K. CORONEL 5, R. MASCARENHAS 7.

Nel primo match in programma per il Girone B, Capo Verde mostra un gioco costruito ed efficiente, ha vita facile già nel primo tempo (+25 al 20′, 47-22), limitandosi a gestire nella ripresa. Sul parquet di Rades assistiamo a un autentico show di Jeff Xavier: capace di uscire dalla panchina rifilando agli ivoriani ben 19 personali, è la metafora di una sfida in cui anche gli altri protagonisti – eccetto Mascarenhas con le sue 14 carambole – fanno parte delle seconde linee: pensiamo a Ivan Almeida, Dimitry Coronel e un Mario Correia in formato “guanto di panno” con 4/8 dall’arco. Agli sconfitti peserà senz’altro il rimorso di ben 29 palle perse, oltre a un misero 10% da 3.

ANGOLA – MOZAMBICO 84-72 (15-24, 17-19, 29-14, 23-15)

ANG: E. NDONIEMA 4, A. COSTA 6, C. MORAIS 18, R. FORTES 6, H. SANTOS 2, L. PAULO 6, V. JOAQUIM, R. MOORE 7, F. AMBROSIO 9, Y. MOREIRA 9, B. MORAIS 11, E. MINGAS 6.

MZB: H. MARTINS , A. BAPTISTA 1, D. CANIVETE 13, E. NOVELA 5, A. MATOS 25, H. UBISSE 10, E. MAZIVE, C. MUCHATE 2, O. MAGOLIÇO 7, P. MATOS 7, L. BARROS , B. CHIMONZO 2.

Esordio col brivido per i campioni in carica dell’Angola: solo la classe consumata dell’inossidabile Carlos Morais permette ai defenders di tirare un sospiro di sollievo, portandosi a casa il derby ex-coloniale. -11 all’intervallo sul 32-43, con un’inquietante statistica sulle palle perse (ben 18 al 20′), il leader sente l’odore nel sangue al momento giusto. Morais infatti rischia giocando con quattro falli, trova in attacco il bandolo della matassa, dà più ordine al gioco con la complicità del “fratellino” Bruno (si passa a 4 palle perse dal 20′ al 40′), e piazza due triple consecutive alla giugulare degli avversari, nel cuore del terzo quarto (valgono il 51-49, primo vantaggio del match); nel frattempo in difesa si gioca a tutto campo, le maglie si stringono, approfittando di un calo vistoso dall’altra parte, in particolare di Augusto Matos, topscorer del match con 25 punti.

ALGERIA – ZIMBABWE 87 – 67 (15-20, 24-17, 27-17, 21-13)

ALG: Y. MOSTEFAT NE, A. DEKKICHE 3, F. SAHRAOUI , S. MEKDAD 17, M. BENZEGALA 16, M. HARAT 21, M. ZEROUALI , T. GHEZZOUL 11, K. AMMOUR 3, H. GAHAM 8, M. CHERIET 6, M. TOUATI 2.

ZIM: T. CHITSINDE 11, S. MUNGOMEZI 10, T. MUGABE , M. MUYAMBO , E. BANDA 6, D. SHENJE 2, V. CHIKOKO 14, T. MATURURE 14, E. PASIPAMIRE 10, B. HORE , N. CHIVANGANYE NE.

Finalmente sipario alzato anche nel raggruppamento D, peccato che il debutto assoluto non porta bene allo Zimbabwe di Vitalis Chikoko, che sogna nei primi 10′ salvo poi cedere di fronte alla più quotata Algeria. 87-67 il finale, eppure come detto la partenza dei favoriti è lenta, statica, senza il valore aggiunto di Mounir Benzegala and Mohamed Harat, decisivi in attacco con rispettivamente 16 (+4 assist) e 21 punti. Onore comunque al neo pivot scaligero, che condivide con Tatenda Maturere il top-scoring a quota 14 points, per quanto sul +9 non ci sia stato un vero e proprio salto di qualità, in fatto di leadership. Ad approfittarne Hocine Gaham e Samir Mekdad con due triple di fila nel corso del secondo quarto, è quello il momento chiave di un match in cui pesano i soli 5 assist degli sconfitti.

SENEGAL – MAROCCO 75-71 (17-10, 17-24, 24-17, 18-20)

SEN: T. NIANG , X. DALMEIDA   4, I. THOMAS NE, M. DIOP          3, A. MENDY      17, M. NDOYE   17, I. MBENGUE NE,  M. FAYE                5, S. SENE            2, C. MBODJ       2, G. DIENG        24, P. BADJI        2.

MAR: R. HARRAS             7, Z. AIT FATAH NE, S. KOURODU            12, A. LAHRICHI NE, M. KHALFI 12, O. LAÂNANI NE,M. CHOUA                4, A. ZOUITA      27, W. DAHMANI, A. EL MAKSSOUD      7, H. ZEHOUANI NE, A. NAJAH  2.

Panchina, percentuali, rimbalzi e…Gorgui Deng: con questa ricetta il Senegal regola un ottimo Marocco, al termine di un match tirato, probabilmente il più equilibrato di questa prima tornata eliminatoria. Sono serviti tutto il talento e tutte le qualità del giocatore di Minnesota (24 punti + 15 rimbalzi), oltre ai 17 di Maleye Ndoye per avere ragione di una formazione che con i 27 punti di uno scatenato Abdelhakim Zouita (27 punti + 4 rimbalzi), ci ha creduto fino al 40′. Alla causa marocchina non sono mancati neanche i 12 punti a testa dell’esperto Mustapha Khalfi e di Soufiane Kourodu, ma il dominio nel pitturato di Dieng è stato letteralmente devastante. Momento chiave del match a 4′ dalla fine, quando con la tripla di Nodye il Senegal trova il +8: il Marocco risponderà da fuori, ma non basterà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy