Azzurri, tanto cuore ma è la Slovenia ad aggiudicarsi l’Adecco Cup

Azzurri, tanto cuore ma è la Slovenia ad aggiudicarsi l’Adecco Cup

www.kzs.si

Niente da fare per gli azzurri; nell’amichevole disputata sabato sera a Capodistria i padroni di casa della Slovenia si impongono per 92-84 e si aggiudicano quindi l’Adecco Cup con l’Italia che ha la meglio sul Montenegro per la differenza canestri e finisce seconda nella competizione amichevole.

Parte bene il quintetto allenato da Pianigiani; grazie a una buona circolazione di palla e a una buona difesa l’Italia chiude il vantaggio il primo quarto sul 23-19 e si porta sul +6 all’inizio del secondo quarto, con Gigli che va a segno su assist di Belinelli. Da quel momento però la Slovenia si fa sotto sul serio e dopo un break di 10-0 si porta sul 33-27 a 5’dalla fine del secondo quarto, che la nazionale di casa chiude sul 51-36.

Dopo il disastroso secondo quarto chiuso con un parziale di 32-13 per gli sloveni, gli azzurri reagiscono e grazie a una ritrovata energia in difesa e a un attacco che riprende a girare producono un break di 11-0 che li porta sul -2 al 26’. Da questo momento però la Slovenia riprende a macinare gioco e con Nachbar e Vidmar si riporta sul +7; due triple di Muric riportano la nazionale di casa sul 69-55 e chiude sul 74-60 il terzo quarto.

L’ultimo quarto di gioco vede l’Italia provarci fino alla fine, soprattutto con Aradori e Gentile ultimi ad arrendersi, arrivando sull’89-84 grazie a un canestro impossibile di Belinelli a 35’’dalla fine. La Slovenia è però brava a mantenere i nervi saldi e prima Dragic e poi Lakovic dalla lunetta con un 3/4 regalano alla Slovenia una vittoria che da sicuramente morale in vista dei campionati europei che ospiterà dal 4 settembre.

Per coach Pianigiani le note positive arrivano dal carattere e dalla voglia di sacrificarsi dimostrati dai suoi stasera, che nonostante le pesanti assenze (Datome e Rosselli solo gli ultimi di una lunga lista) hanno saputo tenere testa a un avversario di primo livello come questa Slovenia, che punta a chiudere tra le prime posizioni di Eurobasket 2013. Da dimenticare è sicuramente il secondo quarto, concedere 32 punti e segnarne solo 13 è costato questa partita ed è espressione di un blackout mentale che l’Italia non può davvero permettersi. Prossimo appuntamento per gli azzurri è il torneo dell’Acropoli che li vedrà competere dal 27 al 29 agosto contro i padroni di casa della Grecia, la Lituania e la Bosnia Erzegovina; la speranza di coach Pianigiani è di poter recuperare elementi preziosi e soprattutto che la dea bendata non infierisca ulteriormente con altri infortuni.

SLOVENIA 92 – 84 ITALIA

Slovenia:  Slokar 8 (3/3), Lakovic 5 (0/2, 1/2), Joksimovic (0/1), Muric 13 (2/3, 3/5), Blazic 3 (1/3), Nachbar 19 (2/4, 4/7), Dragic G. 19 (5/10, 2/4), Lorbek 5 (1/3, 1/3), Vidmar 12 (5/6), Morina, Balazic 8 (2/2, 1/3), Dragic Z (0/1 da tre).

Italia: Cavaliero (0/1 da tre), Mancinelli 12 (2/3, 1/3), Poeta ne, Melli 2 (1/2, 0/1), Vitali (0/1), Cusin 12 (5/5), Diener  4 (2/4, 0/3), Gigli 3 (1/1), Cinciarini (0/1), Belinelli  18 (4/6, 2/5), Gentile 17 (5/7, 1/5), Aradori 16 (1/5, 4/4).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy