Cipro: Mancinelli e Bargnani trascinano gli azzurri al successo contro la Russia

Cipro: Mancinelli e Bargnani trascinano gli azzurri al successo contro la Russia

Commenta per primo!

Nicosia. Non solo i Big Three, come oramai tutti li chiamano. L’Italia nella seconda gara dell’European Basketball Tour batte la Russia 71-67 e dimostra di avere un gruppo di giocatori che può dare il proprio contributo accanto ed insieme a Bargnani, Belinelli e Gallinari.
Quella di stasera è stata la gara di Stefano Mancinelli (20 punti e record in Nazionale, ma anche 6 rimbalzi e 3 assist), ma anche di Luca Vitali, Daniel Hackett, Andrea Cinciarini, Gigi Datome mentre Bargnani confermava la propria leadership e Marco Belinelli si metteva al servizio della squadra.
Una vittoria inaspettata, forse (nella Russia mancava Andrei Kirilenko, mentre per l’Italia non c’era Danilo Gallinari che sta guarendo dalla contusione all’alluce del piede destro), ma sicuramente meritata per come è stata impostata e gestita la partita: “Abbiamo dimostrato di essere in grado di fare passi avanti, tutti insieme e a meno di 24 ore dalla partita di venerdì contro la Grecia –dichiara più che contento Simone Pianigiani, ct azzurro- siamo stati molto più attenti nella costruzione del tiro e in difesa. Siamo qui per crescere e dobbiamo necessariamente continuare in questa crescita. All’inizio, è vero, li abbiamo subiti perché abbiamo buttato palloni chiave, ma abbiamo recuperato, è migliorata la nostra comunicazione difensiva e questo ci permette di accorciare i tempi per diventare squadra”

I palloni chiave buttati di cui parlava Pianigiani ad inizio gara significano due parziali da brivido: 2-9 e poi 9-18. La Russia approfitta e con due allunghi di nove punti che mettono in crisi l’Italia. Sono 4 minuti da incubo con il centro dei Denver Nuggets Timofey Mozgov che impone la propria stazza e il proprio talento segnando 8 dei 18 punti russi (ne segnerà 15 in totale). L’Italia, come già venerdì contro la Grecia, parte al rallentatore, con poca precisione al tiro e una difesa poco reattiva.
Le due triple consecutive di Mancinelli sono il segno inequivocabile che l’Italia non vuole soccombere. Mago Bargnani si impone prima fisicamente e poi tecnicamente. Insieme a Mancio e a Belinelli impedisce un prematuro naufragio dell’Italia e contemporaneamente la rilancia con i suoi canestri (5/5 ai liberi all’intervallo, 9/9 finale) e la concretezza della sua difesa che leva spazio e fiato a Mozgov.

Mancio prende le iniziative che permettono all’Italia di levarsi da dosso l’ansia da prestazione e, a volte con sfrontatezza, trova canestri importanti, recupera palloni e spinge in contropiedi. Belinelli si ritrova a fare da regista più o meno occulto (“ottima partita in controllo di Belinelli”, dirà a fine partita Pianigiani) mettendosi a disposizione della squadra vista la non felice media al tiro (2/3 da due, 1/8 da tre), mentre Cinciarini prende 3 rimbalzi in difesa preziosissimi.
Cusin offre minuti di qualità quando sostituisce Bargnani. L’Italia risubisce un break 0-10 ad inizio terzo quarto (34-44), ma non di perde d’animo, reagisce compatta: prima Belinelli, poi altre due triple di Mancinelli, ma anche l’impegno e l’intensità di tutta la difesa che permette a Cusin di svettare e di conquistare tre fondamentali rimbalzi difensivi che, trasformati in punti importanti, portano al sorpasso (53-51 al 32′) con uno schiaccione di Marco Cusin. Rientra Bargnani che puntella il vantaggio con sei punti consecutivi, mentre i russi si rifanno pericolosamente sotto (63-62 al 38′).

Il finale è tutto di Luca Vitali: segna sette degli ultimi 8 punti dell’Italia (una tripla e quattro liberi sul fallo sistematico) prende due rimbalzi tatticamente decisivi, guida la squadra e contribuisce alla difesa azzurra, forte e di carattere, che respinge l’ultimo assalto russo.
Domani l’Italia chiude la propria partecipazione all’European Basketball Tour contro la Polonia che nelle prime due gare ha perso con Israele (58-65) e vinto con la Bulgaria (64-55).
Le gare dell’Italia sono in diretta web su www.europeanbasketballtour.com ma anche galanissportsdata.com/default.htm

ITALIA – RUSSIA 71-67 (19-21, 32-37, 49-51)

Italia. Mancinelli * 20 (4/9, 4/5), Bargnani * 23 (7/15, 0/3), Vitali 9 (0/1, 1/1), Melli, Cusin 3 (1/1), Datome 2 (1/1, 0/1), , Hackett 3 (0/1, 0/1), Belinelli * 8 (2/3, 1/8), Cinciarini 3 (0/1, 1/1), Carraretto* (0/1 da tre), Maestranzi * (0/1). Ne: Renzi. Allenatore Simone Pianigiani.

Russia. Vorontsevich * 10 (3/6, 1/2), Zhukanenko, Antonov 2 (1/3), Fridzon 12 (2/5, 0/3), Shabalkin 10 (4/6, 0/2), Vyaltsev (0/2 da tre), Shved 1 (0/2, 0/2), Mozgov* 15 (4/7), Monya* 12 (2/5, 2/6), Khvostov *, Ponkrashov * 5 (1/1, 0/3) Grigoryev. Allenatore: David Blatt.
Arbitri: Shemesh Seffi (Isr) , Hevdeli Tzahi (Isr), Ventislav Velikov (Bul)

Tiri. T2 Ita 15/33; Rus 17/35; T3 Ita 7/21; Rus 3/20; TL Ita 20/23; Rus 24/35; Rimbalzi: Ita 33 (6 Cusin e Mancinelli); Rus 38 (Mozgov 8); Assist : Ita 12 (Hackett 4); Rus 14 (Khvostov).
* Giocatori entrati in quintetto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy