Considerazioni di un tifoso professionista/4 – La Nazionale di Trento…dove può andare?

Considerazioni di un tifoso professionista/4 – La Nazionale di Trento…dove può andare?

Commenta per primo!

Considerazioni in libertà sull’ “Azzurra”, dopo averla osservata nei tre giorni di Trento nel Torneo magnificamente organizzato da Aquila Basket con il suo Presidente Longhi e i fratelli Trainotti.

LA SQUADRA SUL CAMPO. Bene negli esterni, con Belinelli e Datome che sono delle sicurezze, Gentile e Aradori sono gli ottimi cambi per quello che è il migliore settore del roster di Simone Pianigiani.

Regia eccellente di Travis Diener (per quel poco che si è visto) , bene Cinciarini: ottimo in difesa, bene due partite così così la terza. Il terzo play è una corsa tra Poeta e Vitali, ma il giocatore della Virtus sembra più tagliato; vera sorpresa Rosselli, grande difensore, sempre partito in quintetto, e in attacco non fa disastri, sarà l’uomo in più. Sui lunghi le dolenti note: Cusin è troppo falloso, come si muove gli fischiano fallo; Melli è stato ribattezzato “cinque” in attacco e se la cava, ma in difesa subisce; Gigli molto evanescente; Magro troppo immaturo per questo livello. Mancinelli se la gioca, aspettando notizie dall’infermeria.

L’ INFERMERIA. Bargnani ricomincerà a correre il 20 di agosto, dovrebbe essere pronto per la seconda fase, sempre che si passi il primo turno e la febbre non ritorni. Gigli si è allenato un solo giorno, non è mai sceso sul parquet del PalaTrento, dicono che a Trieste sarà in grado di allenarsi al 100% ( ma per quanto?).

RIEPILOGANDO…LA SQUADRA POSSIBILE. Ad oggi sono sicuri in nove: ARADORI,DATOME,BELINELLI,GENTILE,CINCIARINI,DIENER,MELLI,CUSIN,ROSSELLI. I ballottaggi possibili: Poeta/Vitali e Mancinelli/Gigli. L’incognita è Bargnani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy