Consiglio direttivo GIBA: “No ai sette extracomunitari”

Consiglio direttivo GIBA: “No ai sette extracomunitari”

Si è tenuto questa mattina a Bologna, presso i locali della sede in via Mezzofanti, il Consiglio Direttivo della GIBA.

Commenta per primo!

Si è tenuto questa mattina a Bologna, presso i locali della sede in via Mezzofanti, il Consiglio Direttivo della GIBA.
Una riunione molto importante e partecipata, che ha avuto come principali argomenti all’ordine del giorno l’attuale e futuro impiego dei giocatori di formazione italiana, le proposte in vista della prossima Assemblea Generale FIP e i nuovi progetti per gli atleti.
Sulla eleggibilità sono state ricordate le recenti interviste al Capitano della Nazionale, Gigi Datome, e ad altri Azzurri come Pietro Aradori e Amedeo Della Valle, i quali hanno evidenziato la necessità di non svilire l’impiego di atleti formati in Italia con nuove e penalizzanti regole.
Si sono analizzate le percentuali di utilizzo di italiani, che scendono rispetto alla scorsa stagione, nonostante il prezioso contributo di Reggio Emilia.
In attesa di richieste o proposte ufficiali sulla nuova convenzione, il Direttivo dell’Associazione Giocatori si schiera totalmente in favore di quanto dichiarato dai Nazionali e ribadisce che, nel rispetto di tutte le posizioni, non ci sarà alcuna disponibilità a valutare per il futuro una formula in cui è previsto l’impiego di sette atleti extracomunitari.
Attenzione crescente per i prossimi mesi verrà data al movimento femminile, che accresce ogni giorno la sua rappresentanza all’interno della GIBA, in ottica di una maggiore tutela delle loro istanze.
Infine, sono stati rinnovati i progetti dell’Associazione, in particolare per il post carriera, per il sostegno ai non occupati e per la formazione scolastica, universitaria e lavorativa.

FONTE: Uff. Stampa GIBA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy