Domani al via la XVII edizione dei Giochi del Mediterraneo. Tutti a caccia della Croazia, campione uscente

Domani al via la XVII edizione dei Giochi del Mediterraneo. Tutti a caccia della Croazia, campione uscente

Sarà una XVII edizione dei Giochi del Mediterraneo alquanto particolare quella che alzerà il sipario il prossimo 18 giugno a Mersin, Turchia. Inizialmente la sede della manifestazione era stata indicata in Volos ma le note difficoltà economiche che sta attraversando la Grecia hanno spinto gli organizzatori a trasferire al di là dell’Egeo. L’assenza della competizione femminile nella categoria basket, inoltre, non passerà di certo inosservata all’interno di questa manifestazione. Nella categoria maschile due saranno i gironi e sette i roster partecipanti: Turchia, Macedonia, Egitto ed Algeria nel girone A; Serbia, Tunisia ed Italia nel girone B. La Croazia di Zirdum punta a difendere il titolo conquistato a Roseto degli Abruzzi il 4 luglio del 2009 contro la Grecia (72-60), allenata oggi da coach Missas. Gli ellenici, piegati dagli azzurri nel recente torneo di Jesolo grazie ad un super Gentile, hanno messo nel mirino la medaglia d’oro. Giannis Antetokounbo, paragonato da Danny Ainge al giovane Scottie Pippen, sarà la punta di diamante della rappresentativa greca che potrà contare anche sull’apporto dei vari Bochoridis in forza all’Aris Salonicco o alla guardia Giannoulis Lorentzakis. Anche la Turchia di Tanjevic si candida ad un posto sul podio e le giovani promesse della pallacanestro turca come Mutaf ed Hersek del Besiktas o Boris Ermis del Fenerbache e già presente nella spedizione “12 Dev Adam” (dodici giganti) che ha conquistato l’argento ai Mondiali del 2010.

                                         

L’Italia, guidata in panchina da Dalmonte e Caja, potrà contare su una rosa composta da cestisti giovani ma di sicuro affidamento: Stefano Gentile, Riccardo Moraschini, il veneziano Andrea Magro, l’irpino Biligha, Valerio Mazzola della Sutor e Riccardo Cervi della Trenkwalder sono alcuni dei nomi sui quali la spedizione azzurra proverà a far meglio del quarto posto ottenuto contro la Turchia nell’ultima edizione dei Giochi. Gli azzurri debutteranno lunedì contro la Serbia alle ore 14:00 mentre il giorno dopo se la vedranno contro la Tunisia di Makrem Ben Romdhan, guardia di 204 cm, messosi in luce negli ultimi Giochi di Londra dove ha tenuto una media di quindici punti ad ogni apparizione.

Occhio anche alle outsider Egitto, Macedonia ed Algeria. Le sorprese sono sempre all’ordine del giorno. Il 25 giugno sapremo chi succederà alla Croazia sul gradino più alto del podio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy