Eurobasket 2017, QR: la Russia è già qualificata

Quarto turno di qualificazioni. Le squadre a punteggio pieno restano imbattute, mentre una di esse, la Russia, strappa il ticket per Eurobasket 2017.

Commenta per primo!

La nazionale russa, con la vittoria sulla Bosnia, conquista il pass per partecipare ai prossimi campionati europei. Oltre alla squadra allenata da Sergej Bazarevic, restano imbattute anche Belgio, Polonia, Slovenia, Montenegro e Ungheria. Ecco il punto della situazione dopo le partite giocate nella serata del 10 settembre.

 

Gruppo A

Il Belgio continua il proprio cammino perfetto vincendo facilmente a Nicosia contro il Cipro, con il punteggio di 55-72. Gli ospiti (Boukhichou 13, Tumba 10, Tabu 10) chiudono la partita nel primo tempo, evidenziando il divario tra le due squadre giocando un basket solido: all’intervallo il tabellone recitava già un rassicurante 21-43, risultato mai messo in discussione nel corso della partita.
Upset della Svizzera, che con la vittoria sui “Vikinghi” islandesi vince la prima partita del suo torneo, dopo aver perso le prime tre. Il risultato finale è di 83-80 per gli elvetici, guidati da un ispirato David Ramseier autore di una prestazione da 19 punti e 5 rimbalzi. Per l’Islanda il migliore è Manuel Hermansson (19 punti, 5 rimbalzi, 4 assist), che lotta insieme ai suoi compagni per tutta la partita, senza però riuscire a portare a casa la vittoria.

Classifica
Belgio 4-0
Islanda 2-2
Svizzera 1-3
Cipro 1-3

 

Gruppo B

La partita più emozionante di questo turno non può che essere Danimarca-Germania, terminata dopo ben 55 minuti. Alla fine di questo match che sembrava essere interminabile, ha avuto la meglio la Danimarca che, dopo tre tempi supplementari, ha vinto a sorpresa la prima partita della sua competizione, con il punteggio di 106-102. Il protagonista di questa vittoria è Alan Voskull con i suoi 22 punti e 6 rimbalzi, aiutato da Jonathan Gilling (18 punti, 8 rimbalzi e 5 assist), che ha contribuito con una partita a tutto tondo, segnando parte dei suoi punti nei momenti cruciali della gara. Per la Germania non basta la doppia doppia da 26 punti e 10 rimbalzi di Daniel Barthel e ora i teutonici si trovano in una situazione delicata, dovendo reagire dopo le due sconfitte nelle ultime due uscite.
L’Olanda vince con il risultato di 75-61 la sua seconda partita consecutiva in trasferta, grazie a una difesa sontuosa, che limita la formazione austriaca a soli 23 punti nel secondo tempo. Per gli olandesi bastano 19 punti a testa di De Jong e Voorn, mentre per i padroni di casa non sono sufficienti i 19 con 7 rimbalzi di Mahalbasic.

Classifica
Olanda 3-1
Germania 2-2
Austria 2-2
Danimarca 1-3

 

Gruppo C

La Russia è la prima squadra a qualificarsi per la quarantesima edizione dei campionati europei, grazie alla vittoria per 78-67 ottenuta contro la Bosnia a Tuzla. Fondamentale per gli ospiti è la prestazione del trio formato dal centro dei Lakers Timofey Mozgov (17 punti e 6 rimbalzi), dall’ala grande del CSKA Mosca Andrej Vorontsevich (16 punti e 8 rimbalzi) e dalla guardia dello Zenit San Pietroburgo, Sergey Karasev (15 punti e 5 assist).
Alla Bosnia non bastano le giocate di Mirza Teletovic, top scorer con 23 punti, e di Jusuf Nurkic, in doppia doppia con 18 punti e 13 rimbalzi.
Turno di riposo per la Svezia.

Classifica
Russia 4-0
Bosnia 1-2
Svezia 0-2

 

Gruppo D

La Bielorussia batte, e raggiunge in classifica, l’Estonia, con il risultato di 79-63. La chiave della partita è nella differenza sotto le plance: 43-26 il conteggio dei rimbalzi a favore della Bielorussia, il cui miglior interprete, Vitali Liutych, chiude la gara realizzando una doppia doppia da 19 punti e 11 rimbalzi.
A Lisbona viene giocato il match testa-coda del girone, con la Polonia che vuole mantenere l’imbattibilità e il Portogallo che cerca la prima vittoria. Ne consegue una partita equilibrata per tutti i 40’ di gioco, da cui esce vincitrice, pur con difficoltà, la squadra polacca con il punteggio di 81-74. Il migliore degli ospiti è Mateusz Ponitka (17 punti e 7 rimbalzi per lui), mentre si distingue tra i portoghesi Jose Silva, con 16 punti e 5 rimbalzi.

Classifica
Polonia 4-0
Estonia 2-2
Bielorussia 2-2
Portogallo 0-4

 

Gruppo E

Pur senza i suoi due migliori interpreti, i fratelli Dragic, impegnati rispettivamente con i Miami Heat e con l’Olimpia Milano, la Slovenia vince lo scontro con il Kosovo, come da pronostico, con il punteggio di 91-81. Il migliore della squadra allenata da coach Kokoskov è Klemen Prepelic, che chiude quasi in doppia doppia, con 27 punti e 9 rimbalzi. Al Kosovo non basta il solito Justin Doellman, come sempre fulcro dell’attacco, che raggiunge quota 30 punti segnati.
Importante vittoria per l’Ucraina in Bulgaria che consolida il secondo posto nel girone. La partita termina 67-72. In serata Vyacheslav Kravtsov con 19 punti e Denys Lukashov che segna 14 punti e distribuisce 6 assist per gli ucraini, mentre per la Bulgaria Sasha Vezenkov (19 punti) e Dee Bost (12 punti e 5 rimbalzi) sono praticamente “soli sull’isola”, non trovando aiuto da parte dei compagni.

Classifica
Slovenia 4-0
Ucraina 3-1
Bulgaria 1-3
Kosovo 0-4

 

Gruppo F

Dopo la sconfitta della settimana scorsa in Montenegro, la Georgia si trasferisce in Albania, a Tirana, per giocare il quarto turno delle qualificazioni, dove torna a vincere e lo fa convincendo, con ampio margine, per 84-64.
I georgiani vincono grazie al dominio in area. I loro migliori giocatori sono infatti il nuovo ingaggio dei Warriors Zaza Pachulia, che termina con 20 punti e ben 5 assist, Tornike Shengelia (12 punti e 10 rimbalzi) e Giorgi Shermadini (15 punti e 7 rimbalzi). Rashaun Broadus è, anche stavolta, il migliore degli albanesi con una prestazione da 26 punti.
L’altra gara del gruppo F è caratterizzata dal dominio del Montenegro. La slovacchia non può niente contro i suoi avversari, che guidati da Nikola Vucevic (17 punti e 5 rimbalzi) mantengono l’imbattibilità nel girone vincendo 99-62.

Classifica
Montenegro 4-0
Georgia 3-1
Slovacchia 1-3
Albania 0-4
Gruppo G
Adam Hanga gioca una partita completa sotto ogni aspetto, sfiorando la tripla doppia (18 punti, 9 rimbalzi, 8 assist) e portando l’Ungheria alla vittoria esterna contro la Gran Bretagna. Vittoria che conferma il primo posto nel girone a due partite dal termine delle qualificazioni.
Altra prestazione all-around è quella di Alexandar Kostoski (20 punti, 9 rimbalzi, 7 assist), che trascina la Macedonia alla vittoria per 82-74 contro il Lussemburgo (guidato da Alex Laurent, 25 punti) e la porta a raggiungere la Gran Bretagna in classifica. Per i macedoni si mette in mostra anche Romeo Travis, con 18 punti e 4 rimbalzi.

Classifica
Ungheria 4-0
Gran Bretagna 2-2
Macedonia 2-2
Lussemburgo 2-2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy