EuroBasket2015. Le parole di Petrucci, Pianigiani e Datome. Numeri, precedenti e curiosità

EuroBasket2015. Le parole di Petrucci, Pianigiani e Datome. Numeri, precedenti e curiosità

Commenta per primo!

Dopo 47 giorni di preparazione e 12 amichevoli, gli Azzurri sono pronti per l’esordio all’EuroBasket 2015. L’avventura della Nazionale di Simone Pianigiani inizierà ufficialmente domani sera alle 21.00 sul parquet della Mercedes-Benz Arena di Berlino contro la Turchia.
A seguire le sfide all’Islanda (6 settembre, ore 18.00), alla Spagna (8 settembre, ore 21.00), alla Germania (9 settembre, ore 17.45) e alla Serbia (10 settembre, ore 14.30).

“Dopo più di quaranta giorni – ha detto il Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci – finalmente si parte. Ogni manifestazione per me, dopo molti anni di militanza, ha un significato particolare. Questa ha il significato di chi vuole e deve arrivare. Negli scorsi anni si parlava della Nazionale come di un optional e noi oggi siamo contenti di averla riportata al centro dell’attenzione. Molti pensavano, in inverno, che i ragazzi della NBA non sarebbero stati con noi in estate; sono qui e con la squadra al completo sono compatti, a cominciare dal nostro capitano Gigi Datome. Abbiamo un allenatore che ci ha riportato nelle prime otto posizioni in Europa, e non dimentichiamoci da dove siamo partiti. Ritengo in coscienza che la Federazione abbia fatto tutto ciò che era nelle umane possibilità per mettere i giocatori nelle migliori condizioni possibili. Il nostro è un girone di ferro, lo sappiamo, ma sappiamo anche che possiamo vincere contro tutti. Dicono che io sia un Presidente che mette pressione. Ebbene, non sono pessimista, perché dovrei? In questi giorni sono tornato bambino e in pratica sto vivendo la squadra giorno per giorno. Negli occhi di tutti i ragazzi vedo convinzione e come ho avuto modo di dire già nel recente passato, abbiamo tutti giocatori che possono essere titolari in molte squadre top in Europa. Perché non sognare? Oggi questa è la mia squadra, il mio amore. Non sono un Presidente facile perché punto sempre al massimo.
Mi fa molto piacere che sia qui con noi un campione del mondo come Gregorio Paltrinieri. Dico sempre che il basket è uno sport intelligente e se lui è un grande appassionato del nostro sport un motivo c’è”.

“A differenza del Presidente e dei giocatori – ha detto il CT Simone Pianigiani – avrei voluto qualche giorno in più per prepararci ancora meglio. Confermo ciò che ha detto il Petrucci, ovvero che la Federazione ha messo intorno alla squadra uno staff di primissimo ordine. I ragazzi in questo periodo di preparazione hanno faticato davvero molto in campo e anche fuori con dell’extra lavoro per accorciare il tempo prima dell’esordio contro la Turchia. In questi anni di esperienza con la Nazionale ho imparato che non c’è il tempo per ‘spaccare il capello’. Bisogna essere pronti sui concetti generali e cogliere insieme l’attimo dal punto di vista mentale e fisico per cinque partite in sei giorni e oltre. Storicamente mi sono sempre fidato dei miei giocatori. Oggi loro mi dicono di essere pronti e io mi fido. Sono carico e pronto per cominciare”.

“Penso di interpretare il pensiero di tutta la squadra – ha spiegato il capitano Gigi Datome – quando dico che siamo impazienti di cominciare. Sappiamo che ci sono grandi aspettative intorno a noi ma fortunatamente quando scenderemo in campo avremo tante cose a cui pensare. Durante il pre-Europeo abbiamo mostrato cose buone e meno buone ma nessuna squadra è perfetta e ora vogliamo far vedere il meglio di noi. Questo è un Europeo che noi giocatori abbiamo segnato sul calendario delle nostre carriere”.

Tutte le gare degli Azzurri, e non solo, saranno in diretta su Sky, che ha creato un canale interamente dedicato (Sky Sport 3HD) all’evento. Il commento delle partite della Nazionale italiana è affidato a Flavio Tranquillo e Davide Pessina. Nella squadra Sky per gli Europei anche Carlton Myers, Andrea Meneghin e Hugo Sconochini. In studio per il pre e post partita ci saranno Fabio Tavelli e Ariadna Romero. Su Sky Sport 24 HD risultati, classifiche, aggiornamenti e interviste nello spazio EuroBasket Show curato da Claudia Angiolini. A fine giornata tutti gli highlights curati da Luca Corsolini. Sarà possibile seguire l’Europeo anche in mobilità su SkyGo.

All’Europeo partecipano 24 squadre divise in 4 gironi da 6 formazioni. Accedono alla seconda fase (gare a eliminazione diretta a Lille) le prime 4 squadre classificate in ogni girone. Il gruppo A (Montpellier) incrocerà il gruppo B (Berlino); il gruppo C (Zagabria) incrocerà il gruppo D (Riga). A seguire, le fasi finali (Lille).

Le prime due squadre classificate accederanno direttamente ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016. Le squadre classificate dal 3° al 7° posto accederanno al torneo Pre-Olimpico che si disputerà nel 2016, poco prima delle Olimpiadi.

Gli avversari dell’Italia nel gruppo B

Turchia

Bobby Dixon (’83, 178, G, Fenerbahce Ulker)
Kartal Ozmizrak (’95, 189, G, Besiktas)
Sinan Guler (’83, 192, G, Galatasaray)
Melih Mahmutoglu (’90, 191, G, Fenerbahce Ulker)
Cedi Osman (’95, 201, A, Anadolu Efes)
Furkan Korkmaz (’97, 200, A, Anadolu Efes)
Goksenin Koksal (’91, 195, G, Darü??afaka)
Baris Hersek (’88, 207, A, Fenerbahce Ulker)
Ersan Ilyasova (’87, 208, A, Detroit Pistons – NBA)
Furkan Aldemir (’91, 207, A, Philadelphia 76ers – NBA)
Semih Erden (’86, 211, C, Free Agent)
Oguz Savas (’87, 211, C, Darü??afaka)

All: Ergin Ataman
Ass: Ufuk Sarica, Fikret Sekizkok

Le parole di coach Luca Dalmonte sulla Turchia: “Ci aspettiamo scelte tattiche durante la partita, zona press tutto campo che può chiudersi in schieramento uomo e/o zona oppure una catena di cambi difensivi su ogni pick&roll per inquinare il ritmo del nostro attacco. Difensivamente la Turchia è una squadra che può e mette pressione sugli esterni con la tendenza poi di difendere l’area sfruttando la taglia dei centri e di Ilyasova per occupare spazio e togliere luce dentro i tre secondi agli avversari.
Dal punto di vista offensivo i punti chiave sono:

A – Bobby Dixon, il leader tecnico. Ha in mano le chiavi della squadra e del ritmo offensivo; licenza di esprimere il suo talento, pericolosità nell’uno contro uno (tiro tre punti) e nelle situazioni di pick&roll nelle quali il giocatore più coinvolto è Erden come rollante, la prima opzione negli occhi di Dixon.
B – Ersan Ilyasova è il terminale aggressivo, il giocatore che traduce ogni possesso in un tentativo di tiro e/o di uno contro uno. Giochi speciali per la sua doppia dimensione, sia spalle ma soprattutto fronte. Il giocatore dei Pistons è coinvolto, per la sua pericolosità perimetrale, anche come ball handler in situazioni di pick&roll con il centro.
C – Impatto dalla panchina, uscita dai blocchi e tiro da tre da scarico hanno un nome e un cognome: Melih Mahmutoglu, giocatore che può spaccare la partita essendo uno dei migliori specialisti della Lega turca.
D – Area: sarà importante negare tutti i roll di Semih Erden nella situazione di gioco a due così come limitare il suo gioco in post basso, essendo lui il giocatore più coinvolto”.
Area perché: squadra portata anche con i giocatori esterni a rimbalzo offensivo (Cedi Osman).

<b<>Islanda

Hlynur Baeringsson (’82, 200, A, Sundsvall – SVE)
Pavel Ermolinskij (’87, 202, G, KR)
Logi Gunnarsson (’81, 190, G, Njardvik)
Martin Hermannsson (’94, 190, G, LIU Brooklyn – USA)
Axel Karason (’83, 194, A, Svendborg – DAN)
Helgi Magnusson (’82, 197, A, KR)
Ragnar Nathanaelsson (’91, 218, C, Thor Thorl)
Haukur Palsson (’92, 197, A, Laboral Kutxa – SPA)
Jakob Sigurdason (’82, 192, G, Sundsvall – SVE)
Jon Stefansson (’82, 192, G, Unicaja – SPA)
Aegir Steinarsson (’91, 182, G, Sundsvall – SVE)
Hordur Vilhjalmsson (’88, 194, G, Mitteldeutscher – GER)

All: Craig Pedersen
Ass: Arnar Gudjonsson, Finnur Freyr Stefansson, Skuli Thorarinsson

Spagna

Sergio Llull (’87, 191, P/G, Real Madrid)
Sergio Rodriguez (’86, 191, P, Real Madrid)
Guillem Vives (’93, 192, P, Valencia)
Pau Ribas (’87, 190, P/G, Barcellona)
Rudy Fernandez (’85, 197, G/A, Real Madrid)
Fernando San Emeterio (’84, 199, G/A, Laboral Kutxa)
Victor Claver (’88, 207, A, Valencia)
Felipe Reyes (’80, 204, A/C, Real Madrid)
Nikola Mirotic (’91, 208, A, Chicago Bulls – NBA)
Pablo Aguilar (’89, 203, A, Valencia)
Pau Gasol (’80, 215, A/C, Chicago Bulls – NBA)
Willy Hernangomez (’94, 209, C, Siviglia)

All: Sergio Scariolo
Ass: Angel Luis Sanchez-Canete Calvo, Jaume Ponsarnau, Jesus Vidorreta

Germania

Robin Benzing (’89, 209, A, CAI Saragozza – SPA)
Anton Gavel (’84, 189, G, Bayern Munchen)
Niels Giffey (’91, 198, G/A, Alba Berlin)
Alex King (’85, 200, A, Alba Berlin)
Maodo Lo (’92, 192, P, Columbia University – NBA)
Dirk Nowitzki (’78, 213, A, Dallas Mavericks – NBA)
Tibor Pleiß (’89, 215, C, Utah Jazz – NBA)
Heiko Schaffartzik (’84, 183, P/G, Free Agent)
Dennis Schröder (’93, 181, P, Atlanta Hawks – NBA)
Karsten Tadda (’89, 190, G, Brose Bamberg)
Johannes Voigtmann (’92, 211, C, Fraport Skyliners)
Paul Zipser (’94, 200, A, Bayern Munchen)

All: Chris Fleming
Ass: Alexander Jensen, Henrik Rodl, Martin Schiller

Serbia

Milos Teodosic (’87, 195, G, CSKA – RUS)
Nemanja Nedovic (’91, 191, G, Unicaja – SPA)
Stefan Markovic (’88, 194, G, Unicaja – SPA)
Bogdan Bogdanovic (’92, 197, G, Fenerbahce – TUR)
Dragan Milosavljevic (’89, 198, G, Alba Berlino – GER)
Nikola Kalinic (’91, 202, A, Stella Rossa)
Marko Simonovic (’86, 203, A, Free Agent)
Nemanja Bjelica (’88, A, 209, Minnesota Timberwolves – NBA)
Zoran Erceg (’85, 211, A, Free Agent)
Miroslav Raduljica (’88, 213, C, Panathinaikos – GRE)
Nikola Milutinov (’94, 212, C, Olympiacos – GRE)
Ognjen Kuzmic (’90, 213, C, Panathinaikos – GRE)

All: Aleksandar Djordjevic
Ass: Miroslav Nikolic, Jovica Antonic

Tutte le gare di preparazione

Italia

Italia-Olanda 64-52
Italia-Austria 64-54
Italia-Germania 68-69
Italia-Lettonia 82-63
Italia-Estonia 85-61
Italia-Georgia 87-87-67
Italia-Finlandia 86-72
Italia-Ucraina 75-77
Italia-Slovenia 67-76
Italia-Georgia 91-90
Italia-Michigan State 90-69
Italia-Russia 68-63

Turchia

Turchia-Tunisia 81-92
Turchia-Tunisia 77-72
Turchia-Bosnia Erz. 66-58
Turchia-Grecia 73-64
Turchia-Lituania 74-86
Turchia-Croazia 68-74
Turchia-Macedonia 85-68
Turchia-Polonia 73-83
Turchia-Lettonia 79-81
Turchia-Germania 66-68
Turchia-Lituania 71-53
Turchia-Grecia 58-62
Turchia-Olanda 95-94 d2ts

Islanda

Islanda-Olanda 80-55
Islanda-Olanda 65-73
Islanda-Estonia 65-85
Islanda-Olanda 67-65
Islanda-Filippine 86-76
Islanda-Polonia 65-80
Islanda-Libano 96-75
Islanda-Belgio 84-46

Spagna

Spagna-Belgio 67-64
Spagna-Polonia 71-64
Spagna-Senegal 96-49
Spagna-Venezuela 82-80
Spagna-Macedonia 94-63
Spagna-Macedonia 88-54
Spagna-Rep. Ceca 81-68

Germania

Germania-Austria 64-52
Germania-Olanda 59-55
Germania-Italia 69-68
Germania-Rep. Ceca 68-61
Germania-Croazia 72-74
Germania-Croazia 63-80
Germania-Lettonia 85-80
Germania-Polonia 82-69
Germania-Turchia 68-66
Germania-Francia 52-76
Germania-Francia 63-68

Serbia

Serbia-Ungheria 81-61
Serbia-Francia 66-78
Serbia-Russia 75-56
Serbia-Francia 73-63
Serbia-Cina 95-55
Serbia-Russia 95-61
Serbia-Israele 85-70
Serbia-Israele 79-71
Serbia-Slovenia 79-70
Serbia-Slovenia 95-88

Il calendario del gruppo B

5 settembre
Germania-Islanda (ore 15.00)
Spagna-Serbia (ore 18.00)
Italia-Turchia (ore 21.00)

6 settembre
Serbia-Germania (ore 15.00)
Italia-Islanda (ore 18.00)
Turchia-Spagna (ore 21.00)

7 settembre
Giorno di riposo

8 settembre
Serbia-Islanda (ore 14.30)
Germania-Turchia (17.45)
Italia-Spagna (ore 21.00)

9 settembre
Turchia-Serbia (14.30)
Italia-Germania (17.45)
Islanda-Spagna (21.00)

10 settembre
Serbia-Italia (ore 14.30)
Germania-Spagna (ore 17.45)
Turchia-Islanda (ore 21.00)

Tutte le squadre dell’EuroBasket
http://www.eurobasket2015.org/en/pageID_52PuI2vJIKgjxWINtllNS1.compID_qMRZdYCZI6EoANOrUf9le2.season_2015.roundID_9322.html

I gruppi e le classifiche dell’EuroBasket
http://www.eurobasket2015.org/en/pageID_Qdi4HHsfIpQlcK9B0E3s60.compID_qMRZdYCZI6EoANOrUf9le2.season_2015.roundID_9322.html

Il calendario di tutto l’EuroBaskethttp://www.eurobasket2015.org/en/pageID_xZ6ztVqFHAo5RJO9BiPul1.compID_qMRZdYCZI6EoANOrUf9le2.season_2015.roundID_9322.html

I precedenti con le avversarie del primo turno
Turchia
55 partite giocate (46 vinte/9 perse)
12 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo (10 vinte/2 perse)
La prima: Amichevole, 4 ottobre 1949 (Napoli) Italia-Turchia 49-29
L’ultima: Campionato Europeo, 5 settembre 2013 (Capodistria, Slovenia), Italia-Turchia 90-75
La vittoria più larga: Amichevole, 19 giugno 2003 (Porto San Giorgio) Italia-Turchia 85-40 (45)
La sconfitta più pesante: Amichevole, 3 settembre 2005 (Istanbul, Turchia) Turchia-Italia 81-56 (25)

Nessun precedente con l’Islanda

Spagna
63 partite giocate (35 vinte/24 perse)
16 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo (11 vinte/5 perse)
La prima: Qualificazioni Mondiale, 5 gennaio 1950 (Nizza, Francia), Italia-Spagna 41-35
L’ultima: Campionato Europeo, 16 settembre 2013 (Lubiana, Slovenia), Italia-Spagna 86-81 d1ts
La vittoria più larga: Amichevole, 15 novembre 1966 (Parigi, Francia), Italia-Spagna 82-49 (33)
La sconfitta più pesante: Amichevole, 20 maggio 1987 (Toledo, Spagna), Italia-Spagna 87-110 (23)

Germania
26 partite giocate (20 vinte/6 perse)
7 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo (5 vinte/2 perse)
La prima: Giochi Olimpici, 9 agosto 1936 (Berlino, Germania) Italia-Germania 58-16
L’ultima: Amichevole, 1 agosto 2015 (Trento), Italia-Germania 68-69
La vittoria più larga: Olimpici, 9 agosto 1936 (Berlino, Germania) Italia-Germania 58-16 (+42)
La sconfitta più pesante: Campionato Europeo, 1 settembre 2011 (Siauliai, Lituania), Italia-Germania 62-76 (-14)

Serbia
6 partite giocate (2 vinte/4 perse)
2 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo (2 perse)
La prima: Qualificazione Europeo, 20 agosto 2008 (Cagliari), Italia-Serbia 64-78
L’ultima: Amichevole, 5 agosto 2014 (Trieste), Italia-Serbia 80-71
La vittoria più larga: Giochi del Mediterraneo, 1 luglio 2009 (Roseto), Italia-Serbia 75-64 (+11)
La sconfitta più pesante: Quali Europeo, 6 settembre 2008 (Belgrado, Serbia), Italia-Serbia 52-72 (-20)

I precedenti degli Azzurri a Berlino

20 partite (13 vinte/7 perse)
Olimpiadi (7 agosto 1936), Italia-Polonia 44-28
Olimpiadi (9 agosto 1936), Germania-Italia 16-58
Olimpiadi (11 agosto 1936), Italia-Cile 27-19
Olimpiadi (12 agosto 1936), Italia-Messico 17-34
Olimpiadi (13 agosto 1936), Italia-Filippine 14-32
Torneo (22 ottobre 1938), Italia-Svizzera 30-17
Torneo (22 ottobre 1938), Italia-Germania 28-9
Torneo (23 ottobre 1938), Italia-Lettonia 18-26
Torneo (6 giugno 1997), Italia-Jugoslavia 84-83
Torneo (7 giugno 1997), Germania-Italia 73-74
Torneo (8 giugno 1997), Italia-Turchia 70-63
Torneo (8 luglio 1994), Germania-Italia 64-79
Torneo (9 luglio 1994), Italia-Canada 86-95
Torneo (10 luglio 1994), Italia-Russia 74-89
Torneo (11 giugno 1992), Italia-Francia 81-82
Torneo (12 giugno 1992), Italia-Turchia 100-76
Torneo (13 giugno 1992), Germania-Italia 77-85
Amichevole (31 agosto 2003), Germania-Italia 78-74
Torneo (4 agosto 2006), Italia-Francia 79-65
Torneo (5 agosto 2006), Germania-Italia 65-70

Per l’Italia si tratta della 36esima partecipazione alla fase finale di un Campionato Europeo (1935, 1937, 1939, 1946, 1947, 1951, 1953, 1955, 1957, 1959, 1963, 1965, 1967, 1969, 1971, 1973, 1975, 1977, 1979, 1981, 1983, 1985, 1987, 1989, 1991, 1993, 1995, 1997, 1999, 2001, 2003, 2005, 2007, 2011, 2013).

Presenze e punti Azzurri all’EuroBasket

Dino Meneghin 57/636 (8 edizioni)
Pierluigi Marzorati 51/395 (7 edizioni)
Roberto Brunamonti 48/295 (7 edizioni)
Renato Villalta 45/428 (6 edizioni)
Massimo Cosmelli 41/225 (5 edizioni)
Massimo Masini 41/439 (5 edizioni)
Ario Costa 41/218 (6 edizioni)
Denis Marconato 39/201 (6 edizioni)
Enrico Gilardi 38/229 (5 edizioni)
Giulio Iellini 37/123 (5 edizioni)
Flavio Carera 37/89 (5 edizioni)
Renzo Vecchiato 36/244 (5 edizioni)
Renzo Bariviera 35/338 (5 edizioni)
Walter Magnifico 35/375 (5 edizioni)
Giacomo Galanda 32/205 (5 edizioni)
Gregor Fucka 31/362 (4 edizioni)
Carlo Recalcati 30/252 (4 edizioni)
Vittorio Ferracini 29/98 (4 edizioni)
Riccardo Pittis 29/219 (4 edizioni)
Gianni Bertolotti 28/207 (4 edizioni)
Marino Zanatta 28/180 (4 edizioni)
Ivan Bisson 28/182 (4 edizioni)
Nando Gentile 28/199 (4 edizioni)
Antonello Riva 25/467 (4 edizioni)
Roberto Chiacig 24/376 (4 edizioni)

Migliori marcatori in una singola gara di EuroBasket

Andrea Bargnani 36 (Italia-Lettonia 71-62, 2011)
Antonello Riva 33 (Italia-Spagna 97-76, 1989)
Livio Franceschini 32 (Italia-Bulgaria 42-23, 1935)
Mino Pasquini 32 (Italia-Finlandia 63-13, 1939)
Antonello Riva 32 (Italia-Polonia 99-85, 1987)
Antonello Riva 32 (Italia-Cecoslovacchia 90-66, 1987)
Massimo Masini 31 (Italia-Urss 91-105, 1967)
Antonello Riva 31 (Italia-Urss 84-87, 1989)

Curiosità Azzurre legate all’EuroBasket

45 sono le gare sulla panchina Azzurra di coach Nello Paratore all’EuroBasket. Per lui 5 edizioni (1957, 1959, 1963, 1965, 1967). In totale 28 vittorie e 17 sconfitte.

42 sono i punti che realizzò la Nazionale Azzurra nella primissima partita disputata in un campionato Europeo. Era il 2 maggio del 1935, a Ginevra in Svizzera. L’Italia vinse 42-23 contro la Bulgaria con ben 32 punti di Livio Franceschini (Giassetti 6, Varisco 4).

39 sono le presenze totali della famiglia Gentile agli Europei. Nando ne ha collezionate 28 (e 199 punti) in 4 edizioni (1987, 1991, 1993, 1995). Alessandro 11 nell’edizione 2013 in Slovenia (156 punti). Statistica destinata ad essere ritoccata…

38 sono le edizioni fin qui disputate dell’EuroBasket. La prima nel 1935 a Ginevra in Svizzera (Oro alla Lettonia). L’ultima nel 2013 in Slovenia (Oro alla Francia). L’Italia ha mancato solo 3 edizioni.

Nell’edizione del 1937 a Riga in Lettonia all’Italia fu assegnata una vittoria a tavolino contro l’Egitto 2-0. La gara era finita 31-28 per gli africani, che per protesta ritirarono la squadra dalla competizione dopo il ricorso.

34 sono le Nazionali affrontate dall’Italia nel corso delle varie edizioni dell’EuroBasket. Tra di esse, naturalmente, Yugoslavia, Cecoslovacchia, Urss, Germania Est e Germania Ovest che oggi non ci sono più. Da questa edizione si aggiungerà anche l’Islanda, alla sua prima partecipazione.

25 sono i capitani Azzurri nelle diverse edizioni dell’EuroBasket dal 1935 a oggi. Eccoli tutti: Giancarlo Marinelli, Venzo Vannini, Vittorio Tracuzzi, Mario Alesini, Adelino Cappelletti, Paolo Vittori, Massimo Masini, Gabriele Vianello, Marino Zanatta, Renzo Bariviera, Dino Meneghin, Pierluigi Marzorati, Renato Villalta, Roberto Brunamonti, Stefano Rusconi, Flavio Carera, Carlton Myers, Andrea Meneghin, Giacomo Galanda, Gianluca Basile, Marco Mordente e Gigi Datome.

15 sono i punti concessi al Lussemburgo nella più larga vittoria Azzurra di sempre in un’edizione dell’EuroBasket. L’Italia si impose 73-15 il 2 maggio del 1946. 24 punti per Albino Bocciai e 21 per Cesare Rubini.

14 sono le edizioni dell’EuroBasket cui ha preso parte Dino Meneghin: 8 da giocatore e 6 da Team Director (1997, 1999, 2001, 2003, 2005, 2007). In totale, tra “canotta e cravatta”, ha collezionato 6 medaglie (due Ori, un Argento e tre Bronzi). Chapeau!

10 sono le Medaglie conquistate dall’Italia nella storia dei Campionati Europei. Due Ori (Nantes 1983, Parigi 1999), 4 Argenti (Riga 1937, Ginevra 1946, Roma 1991, Barcellona 1997) e 4 Bronzi (Essen 1971, Belgrado 1975, Stoccarda 1985, Stoccolma 2003).

4 sono le fasi finali dell’EuroBasket disputate in Francia. La prima a Parigi nel 1951 (5° posto), la seconda tra Limoges e Nantes nel 1983 (Oro), la terza tra Parigi, Le Mans e Antibes nel 1999 (Oro). Sarà Lille a ospitare la seconda fase, quella decisiva, in questa edizione.

3 sono le edizioni dell’EuroBasket cui l’Italia non ha preso parte: nel 1949 a Il Cairo (Egitto), nel 1961 a Belgrado (ex Yugoslavia) e nel 2009 in Polonia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy