FIBA, dal novembre 2017 cambia tutto: Europei ogni 4 anni, e qualificazioni per i Mondiali ’19 durante la stagione

FIBA, dal novembre 2017 cambia tutto: Europei ogni 4 anni, e qualificazioni per i Mondiali ’19 durante la stagione

Commenta per primo!

Questa mattina a Lille la FIBA ha illustrato  il nuovo ciclo nell’organizzazione delle rassegne continentali e internazionali, con partenza fissata per il Novembre 2017.

Innanzitutto si va per l’organizzazione a cadenza quadriennale dei campionati relativi ai singoli continenti, ma anche per il cambio di denominazione dell’ EuroBasket in Eurobasket Cup a partire dal 2021.

Altro cambiamento di peso riguarda il ruolo del Mondiale, con l’edizione 2019 che si svolgerà in Cina, e offrirà i primi 16 pass per i giochi Olimpici di Tokyo del 2020, assegnandoli alle migliori piazzate, ma con precedenza alla miglior squadra africana, asiatica e dell’Oceania, in uno con i due migliori team americani ed europei.

Altro step d’accesso ai Giochi sarà l’Olympic Qualifying Tournament a 24 squadre – 4 gironi da 6 squadre di cui solo le prime classificate potranno raggiungere il Giappone -, gli ultimi 8 slot saranno offerti a vincitrici e finaliste dei campionati continentali, ridotti da 5 a 4 per via dell’inserimento a titolo permanente di Australia e Nuova Zelanda nei FIBA Asia Championships, sempre a partire dal Novembre 2017.

In questa autentica rivoluzione, FIBA Europe subirà modifiche non da poco, anche più immediate, un esempio o troviamo nel cammino di qualificazioni per i Mondiali.

Infatti dopo la prossima (ed ultima) edizione dell’Eurobasket vecchio formato, si terranno a novembre 2017, quindi febbraio, giugno e settembre del 2018 diverse fasi di una prima fase di qualificazione, con  32 squadre in 8 gruppi da 4. Il sorteggio dei gruppi si terrà pochi mesi prima, a maggio, con le migliori 3 di ogni gruppo che passeranno a una seconda fase da 24 squadre, divise in 4 gruppi da 6: le prime 3 di questi gruppi accederanno direttamente alla FIBA World Cup 2019, mentre le altre 12 si aggregheranno alle 8 già eliminate in prima fase, in un percorso valido per le qualificazioni all’EuroBasket 2020.

Tante le domande che si pongono gli esperti: le grandi stelle NBA come si comporteranno? E come potrebbe cambiare il livello di competitività, considerando il sovrapporsi degli impegni nazionali con quelli dei Club?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy