Gasol sulla sirena punisce ancora la Francia. Vince la Spagna 85-84

Gasol sulla sirena punisce ancora la Francia. Vince la Spagna 85-84

Commenta per primo!
www.diariodenavarra.es

È stata una partita entusiasmante quella andata in scenda ieri sera a Montpellier tra Francia e Spagna, che si sono affrontate per la seconda volta nel giro di quattro giorni. Il verdetto finale ha confermato che per la Francia la Spagna è l’incubo peggiore, non riuscendo a batterla dal lontano 2010, da quando è incappata in otto sconfitte consecutive.
La Francia questa volta è andata davvero vicina a sfatare il tabù, ma proprio nel finale ha dovuto arrendersi a Marc Gasol, che con 3,8 secondi sul cronometro ha messo a segno il jumper della vittoria.
In avvio di partita la Spagna parte forte (13-5 al 5’), ma la Francia sospinta dagli 8200 spettatori della Park & Suites Arena e da un ottimo Nicolas Batum, autore di 13 punti nel solo primo quarto ma poi venuto a mancare in quello decisivo, riesce a ridurre il gap e a chiudere il primo quarto con il minimo scarto possibile (22-23) e ad andare all’intervallo addirittura in vantaggio di due lunghezze (43-41).
Nel terzo periodo nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra e il punteggio continua a rimanere sul filo della parità (47-49 al 25’). La Francia si affida ai canestri di un Tony Parker (assente nella sfida del 23 agosto) in grande spolvero – 29 punti e 2 assist  messi a referto dal playmaker dei San Antonio Spurs –  mentre la Spagna trova risposte confortanti da un Marc Gasol inarrestabile (26 punti con 8/11 dal campo, oltre a 6 rimbalzi e 4 assist) e da Calderon (11), chiudendo il terzo quarto in perfetta parità (59-59).
Come da pronostico per trovare il vincitore della ripetizione della finale degli Europei del 2011 è necessario attendere il quarto periodo, e più precisamente gli ultimi minuti di gioco. Dopo il 73-71 del 35’ i francesi provano a scappare fino ad ottenere il massimo vantaggio, + 7 al 37’ (78-71) grazie al 2 su2 dalla lunetta di Parker, ma i campioni d’Europa in carica non ci stanno e riescono a riaccorciare le distanze, prima con un alley-oop di Rudy Fernandez e poi con una tripla di Rodriguez, che vale il -1 per la Roja. A riportare la partita in parità ci penserà poi Pablo Agular, che con  un 1 su 2 dalla lunetta fissa il punteggio sull’81-81 con poco più di un minuto da giocare.
Ad illudere i francesi sarà poi il solito Tony Parker, che con una tripla dall’angolo consegnerà nuovamente 3 lunghezze di vantaggio ai suoi (84-81 al 39’), ma ancora una volta la formazione di coach Orenga non molla e con Rodriguez riesce a trovare la via del canestro per il nuovo -1.
Con pochi secondi ormai da giocare a decidere la parità sarà il centro dei Memphis Grizzlies. La Spagna, dopo una buona difesa in cui riesce a rubare palla, pesca a centro area Marc Gasol, che in gancio segna il canestro della vittoria. Con soli 3,8 secondi sul cronometro coach Collet chiama Timeout, ma nonostante il buon tiro costruito la tripla di Parker si spegne sul ferro, consegnando la vittoria alla Spagna, che così si impone con il punteggio di 85-84.
Alla Francia è mancato soprattutto il contributo di Diaw e Gelabale, mentre ha potuto contare sulla buona prestazione di Heurtel, che uscendo dalla panchina ha messo a segno 10 punti, mentre tra gli spagnoli va sottolineata la buona prove di Llull (10 e 3 assist).
Gli spagnoli così si mantengono imbattuti in questa fase di preparazione agli europei, e confermano di essere la squadra da battere in Slovenia, ma anche la Francia non scherza e siamo sicuri proverà a strappare lo scettro di campione alla Roja.

FRANCIA 84-85 SPAGNA

FRANCIA:Lauvergne, Batum 17, Diot, Petro 6, Kahudi, Parker 29, Heurtel 10, Pietrus 2, De Colo 4, Diaw 8, Ajinca 6, Gelabale 2
SPAGNA: Aguilar 5, Fernandez 7, Rodriguez 7, Rey 2, Calderon 11, Rubio 7, Claver 0, San Emeterio 2, Llull 10, M. Gasol 26, Gabriel 3, Mumbru 5

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy