Giochi del Mediterraneo: Italia, non basta il carattere. La Serbia è troppo forte, azzurri KO

Giochi del Mediterraneo: Italia, non basta il carattere. La Serbia è troppo forte, azzurri KO

Commenta per primo!

La Serbia batte l’ Italia col punteggio di 77-64 nella partita d’esordio degli azzurri ai “Giochi del Mediterraneo” di Mersin, in Turchia. Partita finita male per gli azzurri, ma dalla quale sono arrivati alcuni responsi positivi: la squadra ha dimostrato di saper reagire, rimontando il -16 iniziale, ha messo intensità in campo ed è arrivata quasi ad impattare nel punteggio. Alla fine però hanno prevalso la fisicità, l’atletismo e forse la chimica di squadra maggiore dei serbi. Per l’Italia migliore in campo Riccardo Moraschini, autore di 20 punti. Da sottolineare l’assenza di Stefano Gentile a causa di problemi fisici. MVP della partita una conoscenza del basket italiano: Ðjor?je Drenovac, ala grande di 209 centimetri vista quest’anno con la canotta della Conad Bologna in Legadue. Il nativo di Belgrado ha chiuso con 14 punti e un gran 6/7 dal campo.

È proprio il lungo di Bologna a dare lo sprint iniziale ai suoi: la Serbia fa girare perfettamente la palla, Drenovac e Kalinic sono i terminali offensivi di un meccanismo perfettamente oliato. Tutto questo viene premiato dal tabellone che dopo 8’ di gioco indica 19-3 a favore dei serbi. Sembra praticamente tutto perso per Moraschini e compagni, la reazione però non stenta ad arrivare: lo svantaggio viene celermente ridotto a 10 punti, ma la Serbia continua a reggere non scendendo mai sotto la doppia cifra di scarto. Nel terzo quarto la musica sembra cambiare: gli azzurri scendono in campo con grande intensità, mordendo letteralmente le caviglie agli avversari. L’inerzia passa dalla parte dei ragazzi di Dalmonte, Moraschini è on fire in attacco e De Nicolao mette 4 punti consecutivi in contropiede, 58-53 serbo. A questo punto però sale in cattedra Stefan Jovic: la guardia di 190 centimetri del Radni?ki Kragujevac  mette due triple consecutive e dà il là al definitivo allungo degli slavi, che tornano in doppia cifra sul 66-56. A questo punto gli ultimi minuti sono solo ordinaria amministrazione per gli uomini di coach Oliver Popovic: alla fine sarà 77-64.

ITALIA-SERBIA 64-77 (10-20, 27-38, 43-57)
ITALIA: Amici, De Nicolao 11, Natali 1, Moraschini 20, Cournooh 7, Zerini 5, Cervi 2, Vitali 11, Mazzola 3, Magro 4, Gentile NE. Allenatore Luca Dalmonte, assistenti Attilio Caja, Paolo Lepore.
SERBIA:
Dimic 6, Drenovac 14, Jovic 12, Zivanovic 6, Kalinic 15, Majstorovic 2, Markovic 10, Nastic 12, Covic NE, Arnautovic NE, Malesevic NE, Balaban NE. Allenatore Oliver Popovic.

Arbitri: Carlos Cortes (Esp), Ashraf Abd El-Moneim (Egy), Peter Denkovski (Mkd)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy