Gwangju 2015: Carangelo “bombarda” la Cina, prima vittoria dell’Italia

Gwangju 2015: Carangelo “bombarda” la Cina, prima vittoria dell’Italia

L’ Italia festeggia la prima vittoria, imponendosi per 83-49 contro la Cina. Dopo due sconfitte, arriva il primo successo nella manifestazione. Le azzurre si dimostrano troppo forti per la compagine cinese, legittimando per tutto l’incontro la differenza tecnica, con un quarto periodo da 31-6 di parziale. Protagonista, ancora una volta è Debora Carangelo: la playmaker della Reyer conferma l’ottimo periodo personale, sfornando un’altra prova maiuscola fatta di 26 punti, 5 rimbalzi, 2 assist e 7 falli subiti. In doppia cifra anche Pertile con 11 punti e Melchiori con 10.

LA CRONACA – E’ tutto di Tognalini l’inizio azzurro, con la nuova giocatrice di Vigarano che realizza i primi sette punti che valgono il 7-4. Anche Bocchetti si sblocca da tre punti, ma è la tripla di Pertile a far volare sul più sei il divario. La Cina replica con Zhao Zifang, col 2+1 che vale il 13-10 alla prima sirena.  La svolta arriva nella seconda frazione: dopo il meno uno di Wu Di, l’Italia inizia a premere e con il gioco da tre punti di Carta, seguito dai canestri di Melchiori e Bona, è subito più otto (20-12). Carangelo trova i primi punti personali dalla lunetta, ma è un bel canestro di Pertile a valere la doppia cifra di scarto. La Cina prova a rimanere a galla con due canestri consecutivi, ma è ancora l’asse Pertile-Melchiori a tenere a debita distanza le nostre avversarie. L’ultimo acuto lo firma Carangelo, autrice della tripla che manda tutti al riposo sul 35-24. Dopo l’intervallo Wu Di è protagonista del riavvicinamento cinese, firmando il meno sette. L’Italia necessita di oltre due minuti per trovare la via del canestro, con Bocchetti prima e Carangelo poi, protagoniste del 39-30. Jiang Tong replica con cinque punti, ma Dotto e Carangelo colpiscono nuovamente, scrivendo ancora più otto. La nativa di Maddaloni si esalta: sono due giochi da tre punti a far volare l’Italia sul 49-37. Wu Di prova a tenere in vita le sue compagne con il lay up vincente, ma il finale è tutto nostro,  con Bocchetti e Miccoli a sigillare il 52-43. Gli ultimi dieci minuti saranno un monologo per la formazione di Ricchini: la Cina dimostra subito di non averne più, beccando subito un 7-0 di parziale, in cui Carangelo colpisce nuovamente da tre punti salendo a quota 20 nel tabellino personale. Zhang Weiqianru interrompe il parziale a sfavore, ma è ancora Carangelo show, prima con l’assist decisivo che manda a canestro Pertile, poi con un’altro canestro vincente dalla lunga distanza, portando così a diciassette le lunghezze di scarto (64-47).  La partita è ormai ai titoli di coda, la numero cinque azzurra continua nel suo bombardamento, trovando poco dopo la sesta tripla che la porta a ventisei punti personali. Nel finale arriva anche la doppia cifra personale di Pertile e i primi punti di Gombac, che dopo due giornate in panchina, trova anch’essa la prima gioia nella manifestazione. Termina 83-49.

ITALIA CINA 83 49

Italia: Melchiori 10, Carangelo 26, Dotto 6, Pertile 11, Quarta ne, Carta 6, Gombac 2, Miccoli 6, Tognalini 7, Meroni ne, Bocchetti 6, Bona 2. All.Ricchini

Cina: Zhao Zifang 3, Zhao Zixin 4, Zhu, Wu Di 12, Liu, Wang 2, Ma ne, Sun 4, Liang, Zhang 2, Jiang 14, Liu 8. All: Ma

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy