Italia, altra sconfitta: stavolta trionfa l’Israele

Italia, altra sconfitta: stavolta trionfa l’Israele

Commenta per primo!

L’Israele batte l’Italia col punteggio di 78-74. Arriva così la seconda sconfitta consecutiva al torneo di Anversa per gli azzurri di Simone Pianigiani. Rassegna belga per ora non positiva, visto che anche oggi l’Italia non ha espresso un gran gioco e ha sofferto sotto canestro. MVP della partita il solito Omri Casspi: il giocatore dei Rockets chiude con 17 punti, seguito a ruota da Lior Eliyahu e Yotam Halperin a quota 13. Per l’Italia non basta un Gigi Datome autore di 16 punti, nonostante sia apparso piuttosto stanco. Continuano a non ingranare offensivamente due delle punte di diamante della squadra, Marco Belinelli e Alessandro Gentile.

La partita: l’Italia inizia con Cinciarini, Belinelli, Datome, Mancinelli e Cusin. L’Israele risponde con Ohayon, Halperin, Green, Casspi ed Eliyahu. Assente Travis Diener a causa di problemi fisici. L’inizio è totalmente segnato dall’equilibrio, con l’Italia che prova ad alzare il ritmo, ci riesce ma non piazza un concreto break a causa dei tanti errori dalla lunga di Belinelli e Mancinelli. Datome e Pnini fanno botta e risposta con due giochi da 3 punti per definire il punteggio sul 18-19 israeliano a fine primo quarto. Si ricomincia con i due attacchi non particolarmente infiammati: entrambe le squadre non concretizzano e commettono tanti errori, Melli e Gentile perdono due palloni piuttosto ingenuamente. Il primo allungo però è degli azzurri, che si portano sul 37-30 con Cavaliero. Poeta però vuole complicarsi la vita e riporta Casspi e compagni sul -3 a causa di un fallo antisportivo. All’intervallo sono 5 i punti di vantaggio italiani.

Al rientro dagli spogliatoi l’Italia continua ad avere mano piuttosto fredda dall’arco, ma nonostante questo si affida a Gigi Datome per ottenere il massimo vantaggio sul 44-36. A questo punto però gli israeliani non ci stanno e armano la mano dalla lunga: le bombe di Ohayon, Halperin e Omri Casspi permettono ai ragazzi di coach Arik di trovare addirittura il sorpasso: 46-47. Belinelli finalmente realizza dalla lunga, ma Halperin trova ancora in nylon sulla sirena da oltre i 6.75 e a fine terzo quarto Israele è in vantaggio 57-54. Arriva ad apertura di ultimo quarto un altro antisportivo per l’Italia, il che permette agli avversari il primo vero allungo con un gioco da 3 punti di Eliyhau che vale il 65-60. Lo stesso ex Maccabi Tel Aviv firma la fuga degli israeliani: 71-60, sembrano perse le speranze. Ciò finché Belinelli e Aradori piazzano un 7-0 di parziale che però arriva troppo tardi e non permette agli azzurri di concretizzare la rimonta: 78-74, seconda sconfitta.

 

Italia-Israele 74-78 (18-19, 39-34, 54-57)
ITALIA: Cavaliero 2 , Mancinelli* 4 , Poeta 2, Melli 4, Vitali ne, Cusin* 6, Datome* 16, Gigli 5, Rosselli 2, Magro ne, Cinciarini* 10, Belinelli* 8, Gentile, Aradori  15. Allenatore: Simone Pianigiani. Assistenti: Luca Dalmonte, Mario Fioretti.
ISRAELE: Limonad 2, Nissim 6, Naimy, Elyahu*11, Casspi* 17, Pnini 6, Ohayon* 7, Halperin* 13, Kozikaro 2, Green* 7, Kadir 4, Hanochi, Chubrevick 3. Allenatore: Shivek Arik.

* In quintetto
Arbitri: Van Den Broeck, Hesters, Trawicki
Note: 2 falli antisportivi a Poeta (37-30 al 20′ e 54-57 al 31′)
5 falli: Cusin (62-74 al 38′)
Tiri: T2 Ita 18/32, Isr 20/40; T3 Ita 6/27, Isr 6/11; TL Ita 20/25, Isr 20/32. Rimbalzi: Ita 38 (Datome 10), Isr 31 (Casspi 5). Assist: Ita (Cinciarini 3), Isr (Halperin 4).

Parziali: 5′ 9-6, 15′ 25-24, 25′ 46-47, 35′ 60-68.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy