Italia, buona la prima!

Italia, buona la prima!

Commenta per primo!

Buono il primo test dell’Ital-basket al PalaMazzola. La Nazionale femminile di Giampiero Ticchi vince la prima parte della doppia amichevole con la Svezia, alla vigilia del Torneo di qualificazione all’Europeo del 2011. Dopo un primo tempo di studio ed alla camomilla, le azzurre prendono il largo nella ripresa.

Lunedì 30 alle 20,30 la replica sempre contro la Svezia nell’impianto di via Battisti.

LA PARTITA Inizio al piccolo trotto. Ballardini è la più reattiva nell’Italia, assieme a Zara. Le giocatrici di Umbertide ispirano il 5-2 iniziale. Poi entra nel match la Svezia, che effettua il sorpasso al 6’ con la “stella” di Brno Halvarsson: +1. Le ospiti fanno +3 al 9’. Stesso vantaggio del primo atto.

La Svezia mantiene il suo leggero vantaggio nel secondo atto del match, sfruttando fosforo e punti di Frida Eldebrink, altra “luce” di Brno: +4 al 15’ e +5 al 18’. Qui si sveglia l’Italia. Con Ress e Ballardini, che rivoltano l’affare. Il 7-2 vale il vantaggio dell’Italia al 19’ (+1), che poi finisce in parità il primo tempo.

L’Italia cresce nella ripresa. Zara detta il ritmo con la collaborazione di Franchini, Ballardini è un falco che sorvola sull’arco per poi penetrare, Ress e Wabara graffiano sotto canestro. Il quintetto di Ticchi mette la giusta pressione e stabilisce la gerarchia sul parquet. Le azzurre, infatti, al 24’ sono avanti di 6 lunghezze.  L’Italia non si ferma e con Sottana firma il +10 al 27’. Alla fine del terzo atto la Svezia accorcia di 6 lunghezze il divario dalla squadra di Ticchi, che però si “allarga” nell’ultimo periodo: +15 al 33’, +21 al 38’. Il test finisce virtualmente qui. L’Italia può considerarsi soddisfatta.

TICCHI: DOBBIAMO CRESCERE DI TESTA A Giampiero Ticchi non è piaciuto l’approccio alla prima amichevole dell’Italia. “Troppe palle perse nel primo tempo, specie all’inizio, in quei 5-6-7-8 minuti in cui la squadra è mancata di aggressività. Fortunatamente le ragazze l’hanno trovata nella ripresa, dove siamo cresciuti. Ma l’aspetto importante da mettere a posto è quello mentale. Questo è un problema generale del basket italiano – rimarca il cittì azzurro – ossia che non tutte le giocatrici si dimostrano responsabili nei momenti importanti. Quasi tutte le straniere lo sono, non mancano le azzurre, ma serve continuità. Questo aspetto è fondamentale per le partite del Torneo di qualificazione”.

L’analisi di Ticchi è sincera davanti alla nutrita tribuna stampa dei giornalisti di Taranto in occasione del primo test-match con la Svezia. Quello andato in ondata stasera al PalaMazzola e la “replica” di lunedì potranno “illuminare” Ticchi sulla scelta delle “dodici” da portare nel roster delle partite che varranno il pass per la Polonia? “Direi – risponde il tecnico – che sia io che il nostro prezioso staff, che fa un lavoro oscuro per tutto il giorno, una buona parte delle cestiste le abbiamo scelte. Ma restano due o tre dubbi che scioglierò dopo questa doppia amichevole. Di sicuro posso dirvi che Alexander non giocherà, perché purtroppo in ritardo di condizione dopo l’infortunio che le ha negato il campionato”. Poi il tecnico aggiunge una cosa riguardo all’amichevole di lunedì: “Vedrete in campo le quattro atlete che hanno fatto la finale-scudetto, ossia Masciadri, Nadalin, Gianolla e Siccardi, con quest’ultima che è un po’ acciaccata, ma che ci tengo a far giocare nella sua Taranto”.

BALLARDINI: SULLA STRADA GIUSTA Elogia la reazione avuta dalla squadra nella ripresa ed evidenzia il cattivo impatto con la sfida. Questo, in pillole, il pensiero di Simona Ballardini. L’ala di Umbertide è stata il cecchino del match: 20 punti in appena 16 minuti e 44 secondi di gioco. Tanto basta per stendere la Svezia, con la collaborazione di mani e mira di Sottana (11 punti), Consolini (9) e Ress (9). “Dobbiamo lavorare meglio sul nostro basket, trovare il ritmo giusto che poi servirà per cercare un posto all’Europeo. Siamo qui per questo e faremo di tutto per centrare l’obiettivo” ha dichiarato la killer di Faenza.

LUNEDI’ LA REPLICA DEL TEST, POI L’ADDITIONAL Lunedì alle 20,30 Italia e Svezia replicano l’amichevole sempre al PalaMazzola. E’ l’ultimo test per Giampiero Ticchi prima dell’avvio dell’Additional Qualifying Tournament che si terrà a Taranto dal 3 all’8 giugno. La “prima” dell’Italia è fissata il 4 giugno alle ore 17,15 contro la Serbia. Questo è il calendario completo del girone A di qualificazione: 3 giugno Germania-Belgio (ore 17,45), Serbia-Romania (20,30); 4 giugno Italia-Serbia (ore 17,15), Romania-Germania (20,30); 5 giugno Belgio-Romania (17,45), Germania-Italia (20.30); 7 giugno Serbia-Germania (17,45), Italia-Belgio (20,30); 8 giugno Belgio-Serbia (17,45), Romania-Italia (20,30).

ADDITIONAL, PROSEGUE LA PREVENDITA Prosegue la caccia al biglietto per l’Additional Qualifying Tournament. Il costo è popolare: 4 euro unico a biglietto per assistere a due partite giornaliere. La novità è per la prima giornata del 3 giugno: chi acquista 3 tagliandi ne avrà diritto ad uno omaggio.

Per acquistare i tagliandi in prevendita, tutti i giorni della settimana (info: 099-7797246), al momento sono due i siti disponibili: presso la segreteria del Cras al PalaMazzola in via Battisti a Taranto e presso il Royal Bar in viale Virgilio.

PREVENDITA PER GLI ABITANTI IN PROVINCIA Per coloro che risiedono in provincia e non nel capoluogo jonico, è possibile effettuare la prevendita dell’Additional Qualifying Tournament via telefono, chiamando al numero della società del Cras Basket Taranto 099-779246. In questa maniera si potranno effettuare le prenotazioni dei tagliandi richiesti.

 

ITALIA-SVEZIA 63-42

ITALIA: Consolini 9 (3/4), Franchini 2 (1/1), Cinili (0/2), Zara 2 (1/3, 0/2), Ballardini 20 (4/7, 2/2), Sottana 11 (4/7, 1/3), Wabara 6 (3/7), Crippa 2 (0/2), Bagnara (0/3, 0/2), Ress 9 (4/6), Meneghel (0/1), Battisodo 2 (1/2). Coach: Giampiero Ticchi.


SVEZIA: Olheim (0/1), Kallman, Eldebrink F. 14 (3/11, 1/5), Yderstrom (0/2, 0/1), Nilsson, Eldebrink E. 11 (1/3, 0/5), Egnell 6 (0/1, 1/5), Nilsson, Aasa, Grahn (0/3), Halvarsson 11 (4/6, 1/3), Lidgren. Coach: Lars Johansson.
ARBITRI: Calogero Cappello, Dario Morelli, Alberto Scrima.
 

PARZIALI: 8-11, 20-20, 35-29, 63-42.

NOTE: T2 Italia 21/45, Svezia 8/27; T3 Italia 3/9, Svezia 3/20; TL Italia 12/14, Svezia, 17/23.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy