Italia k.o. con la Germania

Italia k.o. con la Germania

Commenta per primo!

Ha preso il via al PalaMazzola di Taranto la terza giornata dell’Additional Qualifying Tournament. Alle 17.45 palla a due tra Belgio e Romania, match serrato e combattuto conquistato dalla Nazionale belga al termine di 40 minuti giocati all’ultimo respiro.

Nel match successivo della sera, l’Italia viene sorpresa da un’ardimentosa Germania, che guida così temporaneamente il girone B del Torneo. Non sarà stato felice il Presidente della Fip Dino Meneghin, gradito ospite del PalaMazzola, dopo aver presieduto l’inaugurazione ufficiale della Mostra-Museo “Basket on Tour”.

BELGIO-ROMANIA 70-63

BELGIO: Celus 6, N. Mayombo 10, Meesseman 20, Malfait 5, E. Mayombo 13; Ciappina 9, Dubuc 6, Delaere ne, Hendrickx, Mestdagh, Maes 1, Devliegher. Head Coach Arvid Diels.

ROMANIA: Stoenescu 12, Marginean 14, Pop 4, Pascalau 14, Ciocan 4; Orosz, Uiuiu, Parau 7, Pavel 4, Diacona ne, Hutanu 4, Rus ne. Head Coach Nolan Stacey Tremayne.

PARZIALI: 13-20, 31-32, 51-46, 70-63.

ARBITRI: Tomasz Trawicki, Gentian Cici, Miguel Anguel Perez Niz

NOTE: T2 Belgio 19/39, Romania 16/28; T3 Belgio 7/21, Romania 4/17; TL Belgio 11/22, Romania 19/24.

La giovane formazione belga (19 anni di media), Cenerentola designata alla vigilia dell’Additional Tournament, riserva sorprese inaspettate e alza la voce contro le avversarie rumene. La giornata di riposo fa bene al Belgio tanto quanto, evidentemente, tre partite in tre giorni si fanno sentire sulle gambe della Romania. Coach Tremayne schiera il quintetto vincente dell’ultimo match contro la Germania: Stoenescu, Marginean, Pop, Pascalau, Ciocan; Arvid Diels, invece, dopo la prima sconfitta contro la Germania, cambia delle pedine nel tentativo (riuscito) di non farsi metter fuori dal Torneo. La partenza è veloce e col piede schiacciato sull’acceleratore per le rumene che segnano subito il predominio del campo e chiudono il primo parziale con un lusinghiero + 7, 13-20. Il secondo quarto cambia a musica sul parquet e il ritmo impresso dalle belghe è una carica che conduce alla rimonta, fino al sorpasso incoraggiante di 26 a 23- a 4’20”. La Romania è disorientata ma cerca una reazione contenitiva: si va all’intervallo lungo sul punteggio di 31-32. La ripresa non vede il Belgio mollare la presa sul match: la franchigia bianconera è trainata dal play guardia Emmanuella Mayombo che, coadiuvata dalla sorella Noemie, imprime un ritmo veemente all’incontro. +5 il vantaggio belga a fine periodo. Nell’ultimo tempo la Romania tira fuori dal cilindro l’arma dell’esperienza, con la tattica e la maggiore tecnica cerca di minimizzare l’energia e il talento fresco delle avversarie: -1 a 4′ 36” è il verdetto del campo, grazie a un break di 15 a 6 in 8 minuti firmato dalla triade Pascalau-Pop-Marginean. Gli ultimi frame di gioco sono all’insegna del rimpallo di punti e del freno morso da parte di entrambe le squadre: il fischio finale vede prevalere il Belgio con il punteggio di . La tripla di Ciappina chiude il match e tiene in corsa la grintosa Nazionale bianconera.

 

GERMANIA-ITALIA 78-57

GERMANIA: Mersh 1, Breitreiner 31, Richter 3, Koop 10, Bar 21; Austmann 4, Wagner, Menz 4, Thimm, Greunke 2, Kuhn 2, Glaser. All. Wernthaler.

ITALIA: Zara 6, Ballardini 11, Masciadri 12, Wabara 2, Ress 6; Gianolla 6, Franchini 3, Sottana 9, Consolini 2, Cinili, Nadalin, Meneghel ne. All. Ticchi.

ARBITRI: Mogulkoc, Anastopoulos, Sharro.

PARZIALI: 22-21, 42-33, 58-43, 78-57

NOTE: T2 Germania 19/48, Italia 15/43; T3 Italia 4/23, Gemania 9/19; TL Germania 13/16, Italia 15/21.

 

Aggressività difensiva e attacco didascalico. La Germania sorprende l’Italia. La difesa è tosta ed imbarazza le azzurre, costrette a giocare in maniera fluttuante. Le fiammate italiane contengono le tedesche al 10’: -1. Ma la squadra bianconera aumenta il ritmo nel secondo atto, come svela il +9 di metà tempo.

Sulla stessa lunghezza d’onda la ripresa. Bar e Breitreiner (guardia di Faenza) sono delle “iene” e costruiscono il +15 del terzo parziale, nel quale l’Italia soffre palesemente. Non bastano le giocate d’autore di Sottana. La Germania, allora vola: +16 al 32’. La Nazionale azzurra tentenna. La sfida si complica. Il divario è troppo largo. Finisce col successo tedesco. La squadra ospite guida ora solitaria il girone B dell’Additional Qualifying Tournament.

TICCHI: “ADESSO DOBBIAMO RISCATTARCI” “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile – ha dichiarato il cittì Giampiero Ticchi a fine partita – e che se fossimo andati sotto saremmo  andati in difficoltà. Nei momenti importanti la Germania ha sempre fatto  canestro ma continuo a credere nella mia squadra, che lavorerà sodo per  riscattare questa sconfitta e per qualificarsi: anche nei timeout ho visto  la voglia di rialzarsi nei volti delle ragazze”.GIANOLLA: “RIALZIAMOCI “ Angela Gianolla è di casa nella sala stampa del PalaMazzola. La giocatrice del Cras prende idealmente in mano le sue compagne di Nazionale: “Onore alla Germania, ma ora dobbiamo riscattarci. Nel prossimo match dobbiamo essere convinte per strappare una qualificazione che vogliamo a tutti costi. Sono sicuro che ce la possiamo fare”.

RISULTATI E CALENDARIO DELL’ADDITIONAL TOURNAMENT Prima giornata, 3 giugno: Germania-Belgio 69-57, Serbia-Romania 77-64; seconda giornata, 4 giugno: Italia-Serbia 76-55, Romania-Germania 65-59; terza giornata, oggi: Belgio-Romania 70-63, Germania-Italia 78-57; quarta giornata, 7 giugno: alle 17,45 Serbia-Germania, alle 20,30 Italia-Belgio (diretta Rai Sport 1); quinta giornata, 8 giugno: alle 17,45 Belgio-Serbia, alle 20,30 Germania-Italia (diretta Rai Sport 1).

LA CLASSIFICA Germania 5; Romania 4; Belgio, Serbia e Italia 3.  

LA PREVENDITA Prosegue la prevendita per l’acquisto dei tagliandi del Torneo di qualificazione all’Europeo. Prezzi popolari di ciascun ticket: 4 euro per le due partite al giorno. La prevendita è possibile effettuarla tutti i giorni presso la segreteria del Cras sita al PalaMazzola di Taranto e presso il Royal Bar di viale Virgilio a Taranto. Per i cittadini della provincia di Taranto è possibile effettuare la prenotazione dei tagliandi telefonando al numero 099-7797246.

DOMANI LA NAZIONALE VISITA LA MOSTRA “BASKET ON TOUR” In occasione dell’ultimo giorno di permanenza a Taranto del Track-Museo celebrativo dei 90 anni della FIP, la Nazionale Femminile approfitterà del giorno di riposo per visitare la mostra e per incontrare i tifosi per le foto di rito e la firma degli autografi. Dopo la visita del team azzurro, il Truck della Fip si sposterà a Potenza dove riaprirà il giorno successivo: il Tour del Museo prevede, infatti, 13 tappe nelle piazze di altrettante città italiane nel corso di tutta l’estate 2011.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy