La Svizzera del basket non si ferma: arriva lo sponsor, niente stop nel 2016

La Svizzera del basket non si ferma: arriva lo sponsor, niente stop nel 2016

Commenta per primo!
www.laliberte.ch

Giovedì scorso, con un comunicato choc, il comitato direttivo di Swiss Basketball – guidato dal Presidente Giancarlo Sergi -, proponeva all’Assemblea federale un anno di pausa forzata.

L’obiettivo, visti l’assenza di sponsor e il premere di presunte quanto esose pretese dei giocatori della nazionale maggiore, considerati poco attaccati alla maglia-, sarebbe consistito nel risparmio di circa 500mila franchi: la somma, secondo Sergi, avrebbe permesso da una parte lo sviluppo di “centri regionali di competenza e un centro nazionale di formazione”, dall’altra una ripresa delle attività per l’anno successivo, in cui gli elvetici, guidati da Thabo Sefolosha e Clin Capela, dovrebbero affrontare le qualificazioni per EuroBasket 2019.

Decisione contestata da tutti, visto che in parallelo avrebbe comportato anche la sospensione di tutte le attività giovanili (U16, U18 e U20 maschili con U16 e U18 femminili), la risposta a questo piano è arrivata pochi minuti fa, una volta terminata l’attesa riunione del massimo organo della palla a spicchi locale. Due le conseguenze, entrambe positive: la prima riguarda il rigetto della proposta, la seconda – come da comunicato ufficiale – parla di un “accordo con uno sponsor importante, la cui partnership sarà presentata domani a Neuchâtel, nel corso di una conferenza stampa”.

Dunque a breve se ne saprà di più, sicuramente ha sbloccato la situazione l’incontro di ieri a Losanna tra i dirigenti e 4 giocatori del team, Savoy, Louissaint, Dos Santos e Dusan Mladan, già in Italia dal 2005 al 2008 con varie maglie, che uscendo aveva dichiarato: “È stata una riunione costruttiva. Noi abbiamo fatto notare che per il bene del basket svizzero questo progetto non va portato avanti. Abbiamo mostrato di essere attaccati alla maglia e di voler disputare le qualificazioni per l’Europeo 2017, per le quali bisogna iscriversi entro il 15 dicembre. Ci sono stati degli errori di comunicazione. Questa squadra fa da veicolo per tutta la pallacanestro svizzera. Credo che i dirigenti abbiano capito e che mercoledì il comitato prenderà la giusta decisione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy