Macchi porta l’Italia all’Europeo, Gran Bretagna ko

Macchi porta l’Italia all’Europeo, Gran Bretagna ko

Straordinaria prestazione della veterana azzurra che con 23 punti trascina le compagne nella serata in cui taglia il traguardo delle cento partite in Nazionale. Finisce 71-52 per le ragazze di Capobianco

Commenta per primo!

Chicca Macchi prende per mano l’Italia e la porta in Repubblica Ceca dove il prossimo anno le azzurre disputeranno il campionato d’Europa. A dispetto dei 37 anni è ancora lei la numero uno del basket rosa italiano. Lo dimostra nella sera in cui indossa per la centesima volta la maglia azzurra, con una prestazione di assoluto livello.  Senza di lei l’Italia avrebbe fatto sicuramente più fatica e questa è una considerazione che deve far riflettere vista la carta d’identità della numero 29 azzurra. Anche se Zandalasini ha fatto vedere buoni numeri: fisicamente e tecnicamente è cresciuta.

L’Italia centra l’obiettivo in un Palatagliate gremito (la capienza dell’impianto è da tempo ridotta) giocando con carattere e sacrificio, in una serata in cui ha avuto meno del previsto da giocatrici importanti come Dotto e Sottana. Ma era importante timbrare il passaporto, chiudere il discorso qualificazione con la quinta vittoria in altrettante gare in modo da poter affrontare in tutta serenità l’ultima trasferta in casa del Montenegro, mercoledì 23. E la festa, al suono dell’ultima sirena, non è mancata.

Avvio nel segno di Macchi. L’inizio è una sfida al tiro tra Stewart e Macchi: 7-6 per le azzurre prima del canestro di Ress e della seconda tripla di Macchi (12-6). Un paio di palle gestite male dall’Italia consentono alla gran Bretagna di tornare sotto. Capobianco cambia il quintetto e trova punti da Formica, Gorini e Zandalasini per il 18-10, poi Jones infila una tripla. I canestri di Masciadri e Fagbenile chiudono il quarto: 20-15, con troppe palle perse – 7 – dalle ragazze di Capobianco.

Cresce la difesa. Si riparte con un canestro di Macchi ma è il 2+1 di Zandalasini a dare il massimo vantaggio (27-17) all’Italia dopo 13′, con le azzurre che diventano più intense in difesa. Si arriva anche a +11 con un libero di Ress, poi tornano gli errori in attacco dell’Italia e la Gran Bretagna ne approfitta per Leedham e Handy costringendo Capobianco al timeout. Cinili e Zandalasini riportano il vantaggio in doppia cifra mentre le ospiti non trovano più il canestro: 36-23 all’intervallo lungo con il 66% da 2 per l’Italia e il 37% per le ospiti. C’è il tempo, prima di scendere negli spogliatoi, per il presidente Fip Petrucci di premiare Chicca Macchi, che taglia il traguardo delle 100 partite in azzurro.

Chicca non tradisce. La pausa fa male alle azzurre che rientrano in campo meno determinate. Calano le percentuali in attacco e la Gran Bretagna, pur senza strafare, torna sotto. Stewart, che sotto canestro dà più di un grattacapo, e Leedham spingono le ospiti a -6 al 28’21”. Ci pensa ancora Macchi a ridare fiato all’Italia: tripla, due liberi e canestro del parziale di 7-0 che, complice uno 0/2 di Stewart dalla lunetta, consente alle azzurre di mantenere il vantaggio di 13 punti (53-40) anche alla fine del terzo quarto.

Passaporto timbrato. L’ultimo quarto è poco più di una passerella, con l’Italia che psicologicamente si è sbloccata, così arrivano anche i canestri di Francesca Dotto, che esaltano il pubblico di Lucca. Finisce con una standing ovation. Azzurre all’Europeo.

Italia – Gran Bretagna 71-52

ITALIA: Consolini ne, Zandalasini 16, Cinili 4, Sottana 2, Dotto 7, Masciadri 4, Formica 4, Ress 9, Crippa, Gorini 2, Bestagno ne, Macchi 23. Coach Capobianco.

GRAN BRETAGNA: Jones 5, Collins, Vanderwal, Handy 13, Clark, Leedham 8, Stewart 19, Fagbenile 2, Thompson ne, Gayle ne, Wilkinson 5, Simpson. Coach Buceta Fernandez.

ARBITRI: Tomic (Croazia), Demetriou (Cipro), Karovic (Bosnia).

NOTE: parziali 20-15, 36-23, 53-40.

Fotogallery a cura dei nostri inviati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy