Nazionale, parte l’Akropolis, primo ostacolo la Lituania

Nazionale, parte l’Akropolis, primo ostacolo la Lituania

Commenta per primo!

Atene. Prove generali di EuroBasket all’Akropolis Eurobank Tournament di Atene.

A poco più di una settimana dall’inizio del Campionato Europeo in Slovenia la Nazionale italiana incontra due delle squadre pretendenti se non al titolo, sicuramente al podio europeo, come la Lituania (domani alle 17,30 ora italiana) e la Grecia (giovedì 29 agosto alle 20,00), ed anche la Bosnia Herzegovina (mercoledì 28 agosto alle 20,30).

 

L’Akropolis Eurobank Tournament è sicuramente  un’occasione di crescita per la Nazionale che ha la possibilità di crescere giocando con squadre di alto livello.

“Ci servirà per tornare a casa con maggiori certezze sulla nostra identità -spiega Luca Dalmonte, assistente allenatore della Nazionale- per essere poi pronti a giocare l’Europeo che inizia il 4 settembre. Cominciamo domani con la Lituania, una squadra di una solidità straordinaria, con un reparto lunghi impressionante, dai gemelli Darius e Ksistof Lavrinovic, a Robertas Javtokas, a Linas Kleiza e Jonas Valanciunas, senza dimenticare Donatas Motiejunas. Giocatori che tra NBA ed Eurolega hanno fatto cose importanti. Intorno a loro esterni specialisti ed esperti che possono risolvere ogni situazione. E’ sicuramente una reale concorrente della Grecia per il titolo finale all’EuroBasket. La Grecia, da parte sua, è formata dal gruppo storico dell’Olympiacos che ha vinto le ultime due edizioni dell’Eurolega. I giocatori greci hanno esperienza, capacità, conoscenza, in un contesto di altissimo livello europeo. E’ una squadra assolutamente completa.

“La Bosnia Erzegovina -continua Dalmonte- anche se considerata una squadra di una fascia più bassa, ha recentemente battuto in amichevole la Grecia. Un dato indicativo del valore di questa squadra dalla solidità e dalla qualità importante. La stella della squadra è Mirza Teletovic, giocatore dei Brooklyn Nets. L’altro giocatore di punta è la  guardia ‘passaportata’ Zack Wright. Intorno a Wright e Teletovic gira tutta la squadra in cui ritroviamo giocatori esperti a livello europeo come Nihad Djedovic e Nemanja Gordic”

 

“Dobbiamo tornare dalla Grecia -ribadisce Dalmonte- con conferme alla nostra identità che in tutta questa preparazione per motivi oggettivi abbiamo dovuto cambiare. Le assenze di Daniel Hackett ed Andrea Bargnani ci hanno costretto a lavorare per ben due volte, dalla teoria alla pratica, per essere diversi da quelli che avremmo voluto essere. Non ci piangiano addosse per le assenze, ma abbiamo avuto pochissimo tempo per fare il meglio possibile. Le tre esperienze dei prossimi giorni ci aiuteranno a cementare la struttura della nostra nuova identità offensiva e difensiva. Un’identità che passa per un enorme sacrificio in difesa, dove dobbiamo sopperire a taglie fisiche più importanti, aggiungendo aggressività e qualcosa di tattico, ed aprendo il campo in attacco con almento quattro esterni, muovendo molto la palla per  attaccare quelli che consideriamo i punti deboli dei nostri avversari”

 

 

Acropolis Eurobank

(gare in ora italiana)

 

27 agosto

17,30 Italia-Lituania

20,00 Grecia-Bosnia Erzegovina

 

28 agosto

18,00 Grecia-Lituania

20,30 Italia-Bosnia Erzegovina

 

29 agosto

17,30 Bosnia Erzegovina-Lituania

20,00 Grecia-Italia

 

Le gare saranno trasmesse dall’emittente greca Delta TV

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy