Road to EuroBasket – Croazia e Bosnia vincono all’ultimo respiro, la Spagna non perde Ribas e Claver

Road to EuroBasket – Croazia e Bosnia vincono all’ultimo respiro, la Spagna non perde Ribas e Claver

Commenta per primo!
pbs.twing.com

CROAZIA – ESTONIA 66-63 (20-17, 18-21, 13-9, 15-16)

CROAZIA: Tomi? 7 (+6 rimb e 5 ass), Rudež 6, Stip?evi?, Bogdanovi? 21 (+5 rimb), Šari? 6, Uki? 7 (+4 ass), Simon 7 (+4 rimb e 3 ass), Šaki?, Draper 2, Zub?i?, Bilan 2, Žori? 8 (+4 rimb), Hezonja.

ESTONIA: T. Sokk, G. Dorbek, S. Sokk 8 (+3 rimb e 7 ass), Talts 8 (+6 rimb), Arbet 11, Keedus, Vene 19 (+5 rimb), Toome 8, Kangur 7 (+4 ass), Hallik, Kurbas 2, M.Dorbek (Hina).

Nella prima partita del torneo di Zagabria, si è vista forse la peggior Croazia di questo cammino di preparazione. Forse le sette vittorie consecutive, forse il ritmo degli allenamenti sempre più duro, forse l’atmsofera desolante della Zagreb Arena, sta di fatto che la formazione balcanica sottovaluta la pericolosità dei baltici, e offre una prestazione ben lontana da quella  e contro la Germania a Brema o contro la Lituania a Kaunas. L’Estonia è sempre a contatto,  avendo anche la possibilità di vincere quando Sim-Sander Vene (19 punti + 5 rimbalzi) subisce fallo con canestro da Damian Rudež, ma sbaglia da lunetta: il punteggio resta sul 63-62, quindi Kruno Simon  a 18” dalla fine colpisce da 3, si chiude un match opaco, in cui soltanto Bojan Bogdanovic (21 punti) chiude in doppia cifra.

BOSNIA/ERZEGOVINA – ISRAELE 80-79 (21-23, 15-22, 27-17, 17-17)

BOSNIA/ERZEGOVINA: M. Pasalic 3, N. Buza 7 (+4 rimb), A. Stipanovic 12 (+6 rimb), M. Sutalo 141, M. Josilo ne, E. Bav?i? ne,  N. Gordic 6 (+5 assist), E. Kikanovic 14, D. Albijanic, D. Persic, M. Milosevic 5, A. Renfoe 9 (+4 rimb), A. Vrabac, M. Todic 13 (+8 rimb).

ISRAELE: Nissim ne, Yivzori 3, Dawson 4, Mekel 12 (+4 ass), Eliyahu 16 (3 ass), Casspi 14 (+5 rimb), Limonad 6 (+3 ass), Kadir 4, Ohayon 7, Chubrevich ne, Green 4, Fischer 6(+7 rimb), Rothbart 3, Blayzer ne, Timor ne.

Gara un po’ meno fotocopia, fatta di break e controbreak più consistenti, ma anche di percentuali da tre decisamente mediocri (28% medio), il finale però rientra decisamente nel mood odierno: infatti è l’1/2 di Renfroe a decidere il match, con appena nove decimi sul cronometro, il tutto dopo il fallo commesso da Omri Casspi, fino a quel momento tra i migliori di una squadra che ha tenuto grazie al solito tandem Mekel-Eliyahu, e che con un pesante  -5 a 28” dalla fine (dopo aver raggiunto anche il +14 nel terzo quarto), ha trovato comunque la forza di reagire, grazie ai liberi di D’Or Fischer (in crescita di condizione) e Yivzori, a secco fino a quel momento. Dall’altra parte Sutalo e Kikanovic confermano buone sensazioni, migliorano anche le performances dell’ex Forlì e Brindisi Miroslav Todic.

NEWS SPAGNA: Nel frattempo, i test medici a cui si sono sottoposti quest’oggi Pau Ribas e Victor Claver – fermatisi nel corso del match di ieri sera contro la Macedonia-, non hanno evidenziato gravi lesioni (rispettivamente al ginocchio destro e alla caviglia destra), ma servirà un lavoro specifico e differenziato. Coach Scariolo ha quindi convocato per giovedì la giovane ala dell’Estudiantes Juancho Hernangómez e la guardia di Badalona Alberto Abalde per tenere alto il ritmo degli allenamenti: entrambi vengono dalla trafila dell’U18  (con cui ottengono un bronzo europeo nel 2013), e dell’U20 d’argento agli Europei del 2014 e 2015.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy