Road to EuroBasket, i risultati delle altre – Francia, Serbia e Spagna devastanti, Croazia up, Russia, Germania e Polonia ko

Road to EuroBasket, i risultati delle altre – Francia, Serbia e Spagna devastanti, Croazia up, Russia, Germania e Polonia ko

Commenta per primo!
pbs.twimg.com

Nel primo match della giornata conclusiva della Tbilisi City Hall Cup , l’Estonia supera nel rush finale la Lettonia (70-69), grazie a un Kristjan Kangur decisivo con i suoi 14 punti: a nulla servono i 18 punti di Meiers sponda baltica.

Estonia-Lettonia 70-69 (19-19, 21-17, 13-16, 17-17)

Estonia: Veideman 5, Dorbek G. 2, Sokk 4, Talts 13, Arbet 3, Keedus 6, Vene 19, Toome 2, Kangur 14, Hallik ne, Dorbek M. 2. All: Sokk

Lettonia: Mejeris 11, Freimanis 6, Blums 6, Timma 6, Strelnieks 6, Berzins 2, Rozitis 1, Vecvagars 7, Karlis, Meiers 18, Laksa 6. All: Bagatskis

La partita n. 200 di Florent Pietrus con la nazionale francese sfocia in un trionfo. La Francia demolisce l’Ucraina (95-63), a poche ore dall’annuncio del roster definitivo. Il duo Tony Parker (19 p., 8 r) E Rudy Gobert (14 p., 8 r.) è stato determinante, contro un’ Ucraina che semplicemente non poteva tenere il passo. Pustozvonov ha segnato 16 punti e la guardia naturalizzato Girolamo Randle ha aggiunto 10 punti e 5 assist, ma le prestazioni sono lontane dalla sufficienza. I campioni in carica sono a pieno regime, il loro unico grande neo è rappresentato dall’assenza di Joakim Noah, ma la condizione della stella NBA può solo migliorare, da qui al 5 settembre.

Francia – Ucraina 95 – 63 (29-16, 23-19, 18-17, 25-11)

Francia: Batum 4, Diot 8, Lauvergne 4, Kahudi 6, Parker 19, Fournier 10) Piétrus 0, De Colo 14, Diaw 0, Ajinça 3, Gelabale 5, Gobert 14, Jaiteh 8.

Ucraina: Pustozvonov 16, Randel 10, Mishula 8, Gliebov 0, Lypovyy 0, Fesenko 7, Lukashov 2, Korniyenko 7, Zaytsev 9, Pustovyi 0, Sizov 2, Tymofeyenko 2

Milos Teodosic risponde finalmente presente, ed ecco che per la Serbia la vita è molto, molto più semplice. I padroni di casa del torneo di Belgrado distruggono l Russia (95-61), con il play bravo nel confezionare un tabellino da 12 punti, 7 rimbalzi e 4 assist in 22 minuti. Ottimo co-protagonista nel pitturato è stato Miroslav Raduljica (15 punti in 17 minuti), non a caso grazie a lui già dopo 10′ la pratica è andata in archivio. La Russia conferma uno stato di work in progress, Vitaly Fridzon ha segnato 16 punti ma non è quello che coach Pashutin si aspetta per le sfide che contano. Nella prima partita della giornata la Cina ha battuto il Venezuela (63-57).

Serbia – Russia 95-61 (27-12, 12-19, 31-13, 25-17)

Serbia: Teodosic M. 12, Simonovic M. 7, Bogdanovic B. 2, Bjelica N. 5, Markovic S. 7, Kalinic N. 12, Keselj M. 2, Raduljica M. 15, Erceg Z. 5, Stimac V. 8, Mitrovic L., Nedovic N. 13.

Russia: Pateev R. 7, Fridzon V. 16, Vyaltsev E., Antonov S. 4, Monya S., Khvostov D. 3, Ponkrashov A. 13, Vorontsevich A.  4, Antipov P. 6, Kulagin M. 5, Desyatnikov A.

Spagna e Polonia hanno giocato contro il Senegal e l’Angola a Santander. In teoria, entrambe avevano un compito facile, ma solo gli spagnoli hanno dominato la partita come previsto. Rudy Fernandez (17 p.) e Pau Gasol (15 p.) hanno spianato la strada per un 96-49 trionfale sugli africani di Gorgui Dieng (17 p., 8 r.). Sergio Rodriguez ha aggiunto 11 punti, stesso bottino di Victor Claver, ma doppia cifra anche per San Emeterio e Mirotic.

Spagna – Senegal 96-49 (26-14, 48-27, 74-40)

Spagna: Sergio Rodríguez (11), Rudy (17), Mirotic (10), San Emeterio (10) y Reyes (9), Llull (2), Hernangómez (4), Ribas (7), Gasol (15), Rabaseda, Vives, Claver (11), Aguilar.

Senegal: Mbengue (2), Mendy (6), Faye (6), Mbodj (7), Dieng (17), Niang (6), Dalmeida (-), Diop, Ndoye (2), Thomas (2) Sene, Badji (1).

La Polonia al contrario ha sudato più di una camicia, e con tanto di supplementare, per avere ragione della truppa dell’inossidabile Carlos Morais (25 p.): è servito un Marcin Gortat al top per chiudere la pratica (18 p.), aiutato da A.J.Slaughter (13 p) e Mateusz Ponitka (12 p.).

Polonia – Angola 79 – 77 (18-26, 17-9, 20-12, 15-21, 9-7)

Polonia: Gortat 18, Slaughter 13, Ponitka 12, Waczy?ski 8, Berisha 7, Kulig 6, Gruszecki 4, Czy? 4, Cel 3, Karnowski 3, Hrycaniuk 1, Koszarek 0, Zamojski 0.

Angola: C. Morais 25, Moore 15, Mingas 12, Costa 9, Moreira 6, Ndoniema 5, Paulo 4, Ambrosio 1, B. Morais 0, Joaquim 0, Fortes 0, Santos 0.

Chiudiamo con un altro risultato di peso, visto che non è bastato un Dennis Schroder da 19 punti e 7 assist per fermare la Croazia, specie se Dirk Nowitzki chiude con 7 punti e 3/9 al tiro. Luka Zoric è stato il miglior realizzatore dei balcanici con 16 punti, ma coach Perasovic ha attinto a piene mani nelle sue ottime rotazioni, trovando il duo Rudez e Simon con 11 punti ciascuno. E dire che un altro duo, ben più atteso (Bogdanovic ed Hezonja) era in giornata no (soli 7 punti in totale)…

Germania- Croazia 63 – 80 (16-15, 11-24, 14-19, 22-22)

Germania: Vargas, Lo, Giffey 7, King 4, Schaffartzik 6, Tadda, Pleiss 4, Nowitzki 7, Schröder 19, Zipser 8, Gavel 4, Zirbes 4, Voigtmann.

Croazia: Tomi? 4, Rudež 11, Stip?evi? 8, Bogdanovi? 3, Šari? 2, Tomas 10, Uki? 3, Simon 11, Lafayette, Šaki?, Zub?i? 3, Bilan 5, Žori? 16, Hezonja.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy