Russia, un blackout che fa male

Russia, un blackout che fa male

Commenta per primo!
                                                                  www.ria.ru

Se Atene piange, Sparta non ride. Oltre ad essere un famoso proverbio, la metafora calza a pennello per due compagini del prossimo EuroBasket.
Si tratta di Italia e Russia. Entrambe nel girone “di ferro”, quel girone D che comprende anche Grecia, Turchia, Finlandia e Svezia. Gli azzurri versano lacrime amare a causa dell’infermeria sempre più piena, ma questo è ormai risaputo. Ma stando alle impressioni delle ultime amichevoli, sembrerebbe che gli uomini di coach Pianigiani possano fare la corsa per l’ultimo posto utile alla qualificazione proprio sulla squadra orfana di superstar del calibro di Kirilenko, Kaun, Mozgov e Khryapa. Il gap dalle 2 squadre accreditate nell’immediata vigilia come le favorite del girone, cioè Grecia e Turchia, sembra al momento difficilmente colmabile.

A conferma di tutto ciò anche l’ultimo sorprendente risultato nell’amichevole di Vilnius che ha visto la Russia soccombere contro la Repubblica Ceca.
A un primo tempo in cui il quintetto di Coach Karasev è sembrato abbastanza in controllo del match (parziali di 29-19 e 41-30) ha fatto seguito un vero e proprio blackout nel terzo periodo, vinto dai Cechi per 21-8. La partita ha poi proseguito fino alla sirena finale, che ha visto affermarsi i Boemi per 74-72.

RUSSIA 72-74 REPUBBLICA CECA

Russia: Eugeny Voronov 19, Alexey Shved 17.
Repubblica Ceca: Tomas Satoransky 15, Lubos Barton 12, Jan Vesely 10.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy