Trentino Basket Cup: Italia in controllo, anche la Polonia s’inchina agli azzurri

Trentino Basket Cup: Italia in controllo, anche la Polonia s’inchina agli azzurri

Commenta per primo!

TRENTO – Oggi era di scena al PalaTrento l’ultimo appuntamento della Trentino basket Cup, terza serata dedicata al grande basket dove a sfidarsi oltre all’Italia di Coach Pianigiani c’erano Israele, Polonia e Georgia, kermesse assai importante in vista di EuroBasket 2013 in programma dal 4 al 22 settembre. Da sottolineare che la vittoria finale è andata all’Italia, che dopo aver battuto nell’ordine la Georgia per 85 a 69, l’Israele per 67 a 64, questa sera si è sbarazzata della Polonia con un buon 76 a 65, mentre nell’altra partita del programma odierno una sorprendente e bella Georgia si è imposta di misura su Israele per 79 a 77 con il capitano Markoishvili in gran spolvero, 5 assist e20 punti personali per lui.

Entriamo però nel vivo del match tra gli Azzurri di Coach Pianigiani e la Polonia di Coach Bauermann, al via con i seguenti quintetti;

ITALIA: Cusin, Rosselli, Cinciarini, Belinelli e Gentile.
POLONIA: Zamojski, Ponitka, Koszarek, Lampe e Kulig.

1° Quarto: Le due squadre si affrontano subito con grande combattività, e la partita è da subito molto accesa e molto equilibrata, il tutto mentre in starting-five fuori Datome per Gentile; al 4’ le due squadre sono ancora appaiate sull’8 a 8. Tanto agonismo e buone difese non fanno decollare il risultato, ma la Polonia non “molla” e si mantiene avanti a 5′ dalla prima sirena di due punti, con una bella bomba di Szubarga che pennella il cesto. Polonia 13 – Italia 10 a 3’36” dalla fine del tempino, Pianigiani fa le prime rotazioni mantenendo in campo solo Belinelli, Cusin e Gentile; altro bel canestro da tre punti per il numero 12 polacco Waczynski, a 2’ dalla prima sosta l’Italia resta sotto di cinque punti; Pianigiani allora prova la carta Diener che sforna uno stupendo assist per super Marco Belinelli che non sbaglia, e l’Italia va sul 17 pari con un gran colpo di Melli. Si va alla prima sosta con un altro gran tiro di Melli che solo il ferro “blocca”, 17 -17 alla fine del primo quarto.

2° Quarto: Via della seconda frazione, gli azzurri partono forte trascinati dal folletto di Sassari e da un ottimo Melli che prova a segnare da tutte le posizioni; dopo 3’ 24-17 Italia. Il match resta molto vivo e combattuto soprattutto sotto canestro, Pianigiani cambia un po’ tutti e consegna la regia nelle mani di Poeta che come sempre non delude. A sorpresa non si è ancora visto sul parquet Datome, mentre un grandissimo Mancinelli strappa gli applausi di tutto il palazzo regalando i 3 punti ai suoi che ora conducono per 33 a 23 a 3’ dalla seconda sirena. Da segnalare un bellissimo “gancio” di Ignerski che eleva il match nelle sua spettacolarità; diversi i falli nell’ultimo minuto di gioco, ultima azione del tempino è quella azzurra che porta al tiro Aradori che trova il ferro, si va al riposo lungo sul 41 a 32 per i ragazzi di Pianigiani.

3° Quarto: Nella terza frazione Pianigiani ripropone il quintetto iniziale con in cabina di regia Cinciarini e a “sfondare” l’attesissimo Belinelli. Dopo 4’ di gioco della frazione bella elevazione di Gentile e conquista i due punti tra gli applausi dei presenti, Italia 48 Polonia 32. Rimane molto alto il ritmo, la Polonia trova in Waczynshi trova una bellissima “bomba”, ma la risposta è immediata da parte degli azzurri con i due punti di Belinelli: 52 a 40 per l’Italia a 5’ dalla fine del terzo mini tempo. Aradori a stretto giro trova uno dei suoi colpi da tre e fa scappare i suoi al 27′, e Mancinelli che pennella un’altra magia che vale i tre punti, azzurri avanti di 19 punti. La Polonia prova a reagire con il numero 24 Kamowski che trova due bei punti, ma subito pareggiati da una schiacciata di Belinelli dopo un bel recupero di Diener, e si va così al riposo sul 64 a 48 per l’Italia.

4° Quarto: Ultimo tempo, rimangono immutate le distanze tra le due squadre, e l’Italia con in campo Diener cerca di mantenere il vantaggio senza concedere molto ai biancorossi che si difendono bene; la stanchezza si fa comunque sentire, una tre giorni con la preparazione annessa di queste settimane sicuramente si fa sentire, dopo 3’ di gioco Azzurri avanti 67 a 53 rimarcati dalla lunetta con Gentile che mette i due jolly a segno. Torna protagonista Poeta negli ultimi scampoli smistando assist a dozzine e mettendo a disposizione dei compagni palloni a dir poco perfetti dove Belinelli e compagni dimostrano di aprezzare; a 2’ dalla fine della partita 76 Italia 61 Polonia. L’ultima azione della partita e del torneo è quella condotta da Poeta tra gli applausi di tutto il PalaTrento, alla sirena Italia 76 Polonia 65.

In archivio anche la seconda edizione di questo torneo in terra trentina, dove una spumeggiante Nazionale Italiana ha dimostrato una buona forma atletico/tattica, Pianigiani può ritenersi soddisfatto del lavoro fin qui svolto, anche se nelle due parole che ha scambiato con noi, si dice rammaricato per le assenze importanti alla quali deve sopperire in vista degli impegni ufficiali, il prossimo sarà ad Anversa (Bel) il 17 agosto proprio con la nazionale Belga; Pianigiani in ogni caso ha potuto trarre note positive sia dalla vecchia guardia a partire da Mancinelli sia dai “big” come Belinelli e Datome, in più da menzionare l’ottimo inserimento di Travis Diener che ha saputo impressionarci molto in questo quadrangolare di EuroBasket.

Quarta classificata del torneo la nazionale della Georgia, terza la nazionale Polocca , seconda Israele e al primo posto la nazionale Italiana; miglior giocatore di questa tre giorni è risultato Marco Belinelli, il miglior under 24 Alessandro Gentile.

Mvp BasketInside.com & Best Scorer come punteggio e prestazione nella tre giorni: come da copione, super Marco Belinelli, chapeau !
Italia – Polonia 76-65 (17-17, 41-32, 64-48 )

Italia: Cavaliero 2, Marcinelli 10, Poeta, Melli 9, Vitali 2, Cusin 8, Datome, Diener, Rosselli 2, Magro, Cinciarini 4, Belinelli 10, Moraschini, Gentile 17, Aradori 12. Coach: Simone Pianigiani.

Polonia: Wisniewski, Chylinski, Lampe 24, Szubarga10, Zamojski, Ponitka 9, Kulig, Waczynski 9, Hrycaniuk 2, Koszarek 6, Gielo, Ignerski 2, Karnowski 3. Coach: Dirk Bauermann.

Arbitri: R. Begnis, E. Sabetta, M. Filippini.

Spettatori: 2.200 circa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy