Turchia da 10 e lode, Croazia al tappeto

Turchia da 10 e lode, Croazia al tappeto

Commenta per primo!
http://cdncms.todayszaman.com

All’ Iker Sports Arena di Istanbul tutti attendevano in scena un sostanzioso assaggio di quello che saranno gli Europei in Slovenia a breve, ma ció che si è visto sul parquet turco è stato un unico soliloquio di marca ottomana. Troppo brutta la Croazia per essere vera, tiene botta solo nei primi due quarti, quando prima risponde ai colpi di Turkoglu e Savas (top scorer del match con 13 punti), poi ricuce il primo tentativo di fuga locale, che aveva portato gli slavi sul -8. All’intervallo lungo, il gap è di un solo possesso: 35-31.

Secondo tempo invece, totalmente senza storia. Il parziale parla chiaro: 46 i punti messi a referto da Turkoglu e compagni, poco meno della metà il bottino croato (21). Il primo considerevole distacco viene prodotto dal duo Sinan Guler – Kenan Sipahi, che porta i suoi sul 44-33; vantaggio poi incrementato ulteriormente quando oltre al solito Sipahi si aggiunge anche Ersan Ilyasova per il 60-41 alla fine del terzo periodo.

Il finale è una semplice passerella davanti al proprio pubblico, con tutti i turchi che non solo mettono piede sul parquet, ma aggiungono il proprio mattoncino anche in termini di realizzazione (solo Savas in doppia cifra, bottino equamente diviso per gli altri). I Croati hanno tre giocatori in doppia cifra, Tomic, Tomas e Ukic (con 10 punti a testa), ma sono troppi i compagni di squadra non pervenuti, dal naturalizzato Draper, che contribuisce a malapena con un solo rimbalzo, fino al neo NBA Bogdanovic, che firma il referto con un unico libero a segno. Menzione speciale per Kenan Sipahi. Il giovanissimo classe ’95 di origini kosovare non solo gioca con una maturità inconsueta per la sua età, dimostrando che con i grandi può giocarci, e anche bene, ma griffa entrambi i parziali decisivi, realizzando 8 punti, nessuno dei quali nel garbage time. È una amichevole, lascia quindi il tempo che trova, anche se una disfatta così pesante non può non essere considerata un campanello d’allarme per la Nazionale di Andric e soci. Allo stesso modo, bene l’entusiasmo turco, con la consapevolezza che il cammino verso Euro2013 è quasi giunto al termine, dal 4 settembre si fa sul serio.

TURCHIA 81-52 CROAZIA

Turchia: Dogus Balbay 6, Emir Preldzic 4, Sinan Guler 4, Omer Onan 6, Ersan Ilyasova 9, Semih Erden 4, Serhat Cetin 6, Oguz Savas 13, Ender Arslan 7, Omer Asik 7, Hedo Turkoglu 5, Kenan Sipahi 8, Baris Ermis 2

Croazia: Ante Tomic 10, Luksa Andric 2, Dontae Draper, Bojan Bogdanovic 1, Damjan Rudez, Marko Tomas 10 points, Roko Leni Ukic 10, Krunoslav Simon 5, Mario Delas 5, Darko Zoric 6.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy