Ultimi test preolimpici: gli USA asfaltano la Nigeria, OK Argentina e Serbia su Francia e Croazia

Ultimi test preolimpici: gli USA asfaltano la Nigeria, OK Argentina e Serbia su Francia e Croazia

Ieri ultime battute per il cammino di preparazione olimpico, risultati interessanti per Serbia e Argentina.

Commenta per primo!

Ieri ultime battute per il cammino di preparazione olimpico, risultati interessanti per Serbia e Argentina, ma andiamo con ordine.

Sgambata in scioltezza per il Team USA di coach K, che chiude il warm-up con cinque vinte e zero perse. Vittima di turno la Nigeria, letteralmente umiliata alla Verizon Arena di Houston per 110-66, campioni africani usciti con un misero 4/29 dall’arco con 22 palle perse. Sfiorato il 54% al tiro dai campioni a stelle strisce, avanti già di 13 dopo 10′ e di 24 alla pausa lunga, in condizione Carmelo Anthony (19 punti con 7/13), mentre tengono bene Kevin Durant (14 con 5/7), DeRozan (13+5+5 assist e 4 recuperate) e Klay Thompson (17 con 5/10), sfiora la tripla doppia Kyle Lowry con 8+8+11 assist in 27′. Dall’altra parte si segnala soltanto Chamberlain Oguchi con 23 personali.

Buone notizie per Milano, visto che Miroslav Raduljica è stato l’ago della bilancia nella vittoria della Serbia sulla Croazia. Intervallo sul 36-40, da cui la formazione di Sale Djordjevic rientra in campo con molta più grinta, ma la gara rimane in bilico fino a 3 minuti dalla fine sul 76-77. Poi lo show finale della Serbia che chiude con 17 di Raduljica (11/11 ai liberi), 13 di Bogdanovic. 18 dell’altro Bogdanovic, 12 di Saric per la Croazia.

Al torneo di Cordoba arriva la terza sconfitta per una Francia in crisi d’identità, e ancora priva di Tony Parker, l’Argentina in casa è letteralmente galvanizzata dopo il successo sulla Serbia, e scalda la mano a dovere (19/41), trascinata da Ginobili (8 punti nel primo quarto, alla fine 4/7 dall’arco) e un Carlos Delfino ancora guanto di panno con 5/6. I bleus però non mollano, e da -13 a inizio ripresa, sfruttano a dovere le sei palle perse avversarie, e rifilano un parzialone ispirato da De Colo, Boris Diaw, Rudy Gobert e Nico Batum. Si arriva così fino al -3 di fine terzo quarto sul 63-60. Nell’ultima frazione però torna la verve casalinga dalla distanza, il tandem Laprovittola-Garino tiene botta, e con una tripla di Deck si chiudono i giochi. Finale 86-79: negli scout spiccano anche i 13 di Laprovittola, i 20 di De Colo, i 14 di Diot, doppia doppia da 11+10 di Gobert per la Francia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy