USA alle Olimpiadi: dopo Curry anche LaMarcus Aldridge dà forfait

Si moltiplicano i forfait in casa USA. Dopo Stephen Curry con una scelta ufficializzata in giornata, sarebbe anche la volta di LaMarcus Aldridge.

Commenta per primo!

Si moltiplicano i forfait in casa USA. Dopo Stephen Curry con una scelta ufficializzata in giornata, sarebbe anche la volta di LaMarcus Aldridge secondo i colleghi di ESPN. Fermo fino ad aprile per problemi al mignolo della mano destra, poi condizionato da problemi alla mano nel corso dei playoff, il giocatore degli Spurs darà priorità alle sue condizioni fisiche. Per lui in stagione 19.9 punti con 8.9 rimbalzi e 1.6 assist.

Questa dunque la lista dei “superstiti” a stelle e strisce, dopo le defezioni che con questa salgono a sei (Steph Curry; LaMarcus Aldridge; Chris Paul; Blake Griffin; Anthony Davis; John Wall):

Carmelo Anthony (New York Knicks)
Harrison Barnes (Golden State Warriors)
Bradley Beal (Washington Wizards)
Jimmy Butler (Chicago Bulls)
Mike Conley (Memphis Grizzlies)
DeMarcus Cousins (Sacramento Kings)
DeMar DeRozan (Toronto Raptors)
Andre Drummond (Detroit Pistons)
Kevin Durant (Oklahoma City Thunder)
Kenneth Faried (Denver Nuggets)
Rudy Gay (Sacramento Kings)
Paul George (Indiana Pacers)
Draymond Green (Golden State Warriors)
Blake Griffin (Los Angeles Clippers)
James Harden (Houston Rockets)
Gordon Hayward (Utah Jazz)
Dwight Howard (Houston Rockets)
Andre Iguodala (Golden State Warriors)
Kyrie Irving (Cleveland Cavaliers)
LeBron James (Cleveland Cavaliers)
DeAndre Jordan (Los Angeles Clippers)
Kawhi Leonard (San Antonio Spurs)
Damian Lillard (Portland Trail Blazers)
Kevin Love (Cleveland Cavaliers)
Klay Thompson (Golden State Warriors)
John Wall (Washington Wizards)
Russell Westbrook (Oklahoma City Thunder).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy