De Colo e Parker extralusso, ma la Francia vince con fatica con le Filippine

Preolimpico di Manila – Gruppo B: Francia-Filippine 93-84

FRANCIA – FILIPPINE 93 – 84 (22-30, 23-13, 32-23, 16-18)

Una partita archiviata dalla Francia con una vittoria più sofferta di quanto non si potesse pensare alla vigilia, grazie alla voglia delle Filippine di fare bene davanti al proprio pubblico impegnando a fondo una delle Nazionali più forti del panorama europeo e mondiale, anche se in questa occasione non ha fatto scendere in campo Nicolas Batum.

Avvio shock per i francesi che si trovano costretti ad inseguire fin dalle prime battute, perché Blatche è molto caldo e segna 12 dei primi 17 punti della sua squadra, trovando la retina con grande continuità: il pubblico fa la sua parte e, nonostante alcuni problemi, la Nazionale di Collet rimane agganciata agli avversari, sotto di 8 punti alla prima pausa. La sfuriata dei padroni di casa si esaurisce e salgono in cattedra Nando De Colo e Tony Parker nel secondo quarto: i due giocatori di maggiore talento dei bleus prendono per mano i compagni e trovano una serie di soluzioni eccellenti a ripetizione: Blatche si è fermato e le Filippine si trovano addirittura in svantaggio dopo i primi venti minuti, con il punteggio che dice 45-43.

Al rientro dagli spogliatoi i francesi accelerano ancora, alla ricerca di quel break che potrebbe fare la differenza nella partita: approfittando di un passaggio a vuoto offensivo degli avversari e di una serie di buone soluzioni dei soliti Parker e De Colo si materializza un vantaggio in doppia cifra che non viene più diminuito, se non al -8, dai filippini: dopo 30 minuti la Francia conduce 77-66. Nell’ultima frazione emerge ancora il grande cuore dei padroni di casa, che trovano in Romeo un riferimento offensivo importante con Blatche costretto in panchina con quattro falli: la Francia accusa un black-out e il divario tra le due formazioni si accorcia, oscillando costantemente intorno ai 5-6 punti. Nel finale, la classe dei giocatori di Collet fa la differenza nella gestione dei possessi decisivi: sono i canestri di Tillie a firmare il +10 a meno di due minuti dalla fine che permette alla sua squadra di gestire il finale con maggiore calma. Il finale è 93-84.

MVP BASKETINSIDE: Un Nando De Colo versione extralusso (27 punti con 7/8 da due, 2/6 da tre e 7/7 ai liberi, con  6 assist per una valutazione complessiva di 30) è stato il migliore in campo, soprattutto per avere segnato tutti i canestri nei momenti importanti per la sua squadra.

TABELLINI:

FRANCIA: Heurtel 2, Batum n.e., Diot 4, Lauvergne 10, Kahudi 2, Parker 21, Pietrus F., De Colo 27, Diaw 9, Gelabale 8, Tillie 10, Moerman

FILIPPINE: Blatche 21, Romeo 19, Parks 3, Chan 9, William 14, Norwood 4, Reyes 3, Fajardo, Pingris 2, Rosario 6, Aguilar n.e., De Ocampo 3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy