La Croazia vola in finale, la Grecia torna a casa

La Croazia vola in finale, la Grecia torna a casa

Preolimpico Torino, Semifinale: Grecia 61 Croazia 66

Commenta per primo!

GRECIA 61 CROAZIA 66

La Grecia parte malissimo, recupera con il cuore ma si scioglie sul finale. Alla finalissima vola la Croazia. E’ la Croazia la prima finalista del preolimpico di Torino: il girone che includeva l’Italia si dimostra più forte del raggruppamento “parallelo”. Clima da “All Star Game” nei primi minuti: i tanti tifosi Greci sostengono la partenza soft degli ellenici. I pochissimi tifosi croati presenti,invece, vedono brillare i propri beniamini.

La Croazia parte alla grandissima con Simon in evidenza dalla lunga. Il 3-12 provoca il primo time-out per gli ellenici. La musica non cambia: gli atleti di Petrovic arrivano anche sul 3 a 22. Partita finita? Sembra di no. La Grecia ci mette un pizzico di grinta con i fratelli Antetokounmpo(Thanatis incanta in schiacciata) ma la gara, sembra già praticamente chiusa al primo quarto. Il “milanese” Simon, Bogdanovic e Saric si dilettano con tanti “arresto e tiro” da manuale: Grecia in confusione e sotto di venti già a partire dal secondo periodo. Negli ultimi quattro minuti del secondo quarto la Grecia si sveglia: Perperoglou segna due bei canestri, la Croazia si innervosisce(Tecnico ad Aza Petrovic) e finisce avanti ”solamente” di dieci punti all’intervallo lungo. Il gioco di squadra ed il cuore della Grecia producono una rimonta “incredibile”. A 3.48 dal termine del terzo quarto, Capitan Bourousis(tutta cuore la sua prova) insacca la tripla del meno uno (45 a 46). La Croazia sembra incapace di reagire. Perperoglu firma aggancio e sorpasso dalla lunetta: l’inerzia è tutta per la Grecia. I rossi di Petrovic ritrovano un pizzico di verve sul finale di terzo periodo con Saric e Bogdanovic ritornando in vantaggio(49-50). L’inizio del quarto periodo si può sintetizzare nell’azione che chiude i primi tre minuti: L’atleta dei Bucks Giannis Antetokounmpo stoppa con violenza ma perde clamorosamente il pallone a meta campo; la seguente schiacciata di Hezonja ad una mano è bellissima e riporta avanti di sette la Croazia. La Grecia paga lo sforzo ed il sudore speso per rimontare ed arriva nel momento clou della gara molto stanca. I croati, pur non brillando, vanno avanti di nove a tre minuti dal termine prendendo in mano la gara. Bourousis, ancora lui, tenta l’ultimo risveglio, Mantzaris firma la tripla del meno quattro. Bogdanovic fa uno su due ai liberi chiudendo praticamente la gara. Termina 61 a 66.

MVP: Bogdanovic se giocasse come la prima frazione, la Croazia sarebbe da titolo olimpico. Giocatore determinante per i suoi e vera e propria spina nel fianco della Grecia. L’Italia,in caso di vittoria sul Messico dovrà fare grande attenzione alla sua voglia di vincere. Grecia-Croazia 61-66

Grecia: Athinaiou,Calathes 3,Bourousis 8,Mantzaris 3,Agravanis 7 ,Papapetrou 9,Charalampopoui,Bogris,Perperoglou 13,Antetokounmpo G 9,Koufos 4,Antetokounmpo T 5.All Katsikaris Ass Priiftis e Skourtopoulos

Croazia: Babic,Kruslin,Stipcevic,Simon 11,Hezonja 5,Saric 16,Ukic 2,Planinic 2,Bilan 9 ,Sakic,Arapovic,Bogdanovic 20.All Petrovic Ass Anzulovic e Skelin

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy