Rio 2016, Gir. A – USA sempre in controllo, niente da fare per la Francia

Rio 2016, Gir. A – USA sempre in controllo, niente da fare per la Francia

Gli Stati Uniti chiudono il loro girone da imbattuti. 30 per Klay Thompson, Francia sempre costretta ad inseguire dopo un ottimo primo quarto. Pesante l’assenza di Tony Parker, leader della squadra e metronomo dell’attacco.

STATI UNITI – FRANCIA 100-97 (30-24; 55-46; 81-69)

Gli Stati Uniti chiudono il girone A da imbattuti, battendo anche la Francia dopo una partita che è stata equilibrata solo nel primo quarto e da quel momento in poi la Francia è sempre stata costretta ad inseguire per tutto il match. Pesante però l’assenza di Tony Parker per i francesi, leader della squadra e metronomo dell’attacco, infortunatosi nella scorsa partita.

La partita inizia subito con un equilibrio che prosegue per tutto il resto del primo quarto con le due squadre che si scambiano canestri con molti cambi di vertice e con nessuna delle due che ha trovato il primo strappo. Per gli USA molto bene Durant che ha già 9 punti sul suo tabellino, mentre molto bene Irving in cabina di regia che ha già messo a referto 4 assistenze. A 40 secondi dalla fine del quarto gli statunitensi conducono per 30-22, prima che Diot realizzi il canestro del -6 per i Francesi, poi Gelabale stoppa al ferro Jordan e Lauvergne non riesce a portare i suoi sul -4 prima della fine del primo quarto. Per la Francia bene Lauvergne con 6 punti, mentre Batum contribuisce con la solita partita all-around con 2 rimbalzi e 2 assist, insieme a 5 punti. Per gli Usa molto bene anche DeRozan  con 7 punti.

Il secondo quarto inizia con un canestro in layup di George,  seguito da un canestro di Lowry dopo la palla persa di Batum. Lo stesso Batum sbaglia una conclusione dalla lunga distanza e la Francia è costretta a chiamare timeout per evitare che il disavanzo di 10 punti che li divide dagli statunitensi diventi più ampio. Uscita dal timeout è la Francia stessa a realizzare un canestro da due punti con Lauvergne, ma risponde subito Derozan, riportando i suoi sul +10. La Francia lotta però e Gobert in Tap in accorcia le distanze, ma gli Usa sono molto più concreti e sfruttano meglio le tante palle perse dei transalpini. Gli USA cercano di scappare con una tripla di Thompson ma Heurtel con un gioco da tre punti mantiene i suoi in partita. A metà secondo quarto siamo sul 44-37 per gli statunitensi. De Colo riporta i suoi sul -4 con una tripla, ma poi commette un’ingenuità e manda in lunetta Thompson per tre liberi, convertiti tutti dalla guardia degli Warriors. Poco dopo accade una cosa uguale, con Durant che stavolta ha subito un fallo da dietro l’arco e ha riportato gli Usa sul +8. La Francia da li non ha saputo rispondere ai colpi degli USA che scappano sul +11, costringendo i transalpini a rifugiarsi in un altro timeout. In uscita dal timeout Tillie realizza un 2/2 che riporta i suoi sul -9. Geroge non riesce a rispondere e le il quarto si chiude con gli Stati Uniti in vantaggio per 55-46 sulla Francia. Bene Durant con 13 punti (4/4 dal campo), mentre per la compagine francese il miglior realizzatore è De Colo con 14 punti.

Il terzo quarto inizia con un canestro in tap in di Gobert, a cui risponde subito Anthony, che fino a quel momento stava tirando 1/5. Poi De Colo realizza un canestro rovesciato, ma la Francia perde troppi palloni e non riesce a ricucire lo svantaggio, che a 6:47 dalla fine del quarto è ancora sul -9. Vantaggio che torna sulla doppia cifra dopo una tripla di Thompson, che in due azioni fa 2/2 da tre e costringe la Francia a rifugiarsi in un timeout. A metà quarto siamo sul 65-52 per gli USA. Uscita dal timeout la Francia piazza un parzialino di 4-0, che  diventa 7-2 con un 3/3 di Batum dalla linea della carità. Dopo un’azione clamorosa i stati uniti realizzano un canestro da tre punti con Thompson, replicato immediatamente dai francesi con un gioco da tre punti. Ma Thompson è semplicemente inarrestabile e a metà del terzo quarto ha realizzato già 7 triple, permettendo ai suoi di scappare sul +16 a 3 minuti dalla fine del terzo quarto. Sono 28 fino ad ora i punti di Thompson, che sta letteralmente dominado. La Francia prova a rientrare ma alla fine del 3 quarto il punteggio recita 81-69  per gli americani.

Il 4 quarto inizia con una palla persa per gli USA per un fallo in attacco di Jordan. Gli USA fanno fatica all’inizio del quarto e la Francia torna sul -8, prima che Irving segnasse in lunetta il nuovo vantaggio in doppia cifra. Ma la Francia è uscita molto bene dalla pausa tra i due quarti e si riporta sul -6, prima che coach K si rifugiasse in un timeout. All’uscita del timeout la Francia ha anche la possibilità di andare sul -4 con due liberi di Lauvergne . L’ala francese però fa 0/2  e gli USA provano a riallungare ma Lauvergne è di un’altra idea e riporta i suoi sul -4. Ma Irving inventa letteralmente un lob mentre stava cadendo e gli Usa si riportano sul +6, poi Cousins si guadagna due liberi, che cercherà di realizzare dopo il timeout della squadra francese. Cousins fa 1/2, ma ci pensa Melo a tenere lontani i francesi. Da quel momento in poi le squadre iniziano a scambiarsi canestri a vicenda, ma così facendo la Francia non riesce a tornare punto a punto e gli Stati Uniti riescono a portare a casa un’altra vittoria, per 100-97  chiudendo il girone da imbattuti.

MVP Basketinside.com: Klay Thompson, autore di 30 punti, che nel terzo quarto ha permesso ai suoi di scappare anche sul +16.

TABELLINI

USA: Butler 2, Durant 17 (6/6 al tiro, 6 rb, 4 ass), Jordan 7, Lowry, Barnes ne, DeRozan 9 (5/7 ai liberi), Irving 10 (12 rb), Thompson 30 (7/13 da 3), Cousins 9 (4/5 da 2), George 6, Green, Anthony 10 (2/7 da 3). All.: Krzyzewski.

FRANCIA: Huertel 18 (7/10 da 2, 8 rb, 9 ass), Batum 14, Diot 8, Lauvergne 12 (6/9 da 2, 5 rb), Kahudi 2, Parker ne, Pietrus, De Colo 18 (7/9 da 2, 4 rb, 5 ass), Diaw 5, Gelabale 8, Gobert 6, Tillie 6. All.: Collet.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy