Rio 2016, Gir. B: Argentina travolge la Nigeria in un match senza storia

ARGENTINA 94 NIGERIA 66

Prestazione di forza dell’Argentina che chiude i conti fin da subito contro i campioni dell’Afrobasket 2015.

CRONACA – La partita non ha storia fin da subito, dopo tre minuti del primo quarto l’Argentina registra, con una tripla di Nocioni, un parziale di 11-0. Pochi secondi dopo un altra tegola per la squadra Nigeriana, l’infortunio di Shane Lawal, uno dei giocatori chiave per la compagine africana, che non rientrerà più nella partita. La Nigeria ci prova con Ere e Diogu (15 punti e 13  rimbalzi per lui alla fine), ma il divario fisico e tecnico è troppo ampio e il secondo quarto si chiude sul 50 – 31 per i sudamericani. Un avvio di questo tipo rende il resto della partita una pura formalità. Oltre al divario fisico, segnato anche dall’infortunio di Lawal, sono le statistiche al tiro da 3 punti che segnano la partita, l’Argentina chiuderà con 15-34 dall’arco contro un 5-25 per la Nigeria.

Per l’Argentina ottime prestazioni da parte del trio storico Nocioni, Ginobili e Scola (autori di 10, 12 e 18 punti), ma l’MVP di giornata è Facundo Campazzo che, grazie ad un 5-8 al tiro da 3 punti, mette a segno una prestazione da 19 punti, 5 assist e 5 palle rubate uscendo dalla panchina.

MVP BASKETINSIDE.COM: Facundo Campazzo

ARGENTINA 94 NIGERIA 66

Argentina: Scola 18, Ginobili 12, Campazzo 19, Laprovitolla 7, Brussino 2, Delfino 3, Delia 5, Nocioni 10, Deck,  Mainoldi 3, Garino 15, Acuna.

Nigeria: Uzoh 4, Umeh 5, Diogu 15, Ere 14, Akognon, Oguchi 5, Okoye ne, Ogide 11, Gbinije 6 , Lawal, Aminu 2, Ibekwe 4.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy