Rio 2016, QF: Un’Australia esagerata manda a casa la Lituania

AUSTRALIA- LITUANIA 90-64

Commenta per primo!

Senza storia il primo quarto di finale delle olimpiadi di Rio, con l’Australia che surclassa la malcapitata Lituania in un match dominato fin dai primi minuti. Prestazione strepitosa di un incontenibile Mills, autore di 24 punti ( di cui 16 nel primo quarto), con 5/11 dall’arco dei tre punti. Di spessore anche la prestazione di Dellavedova e Baynes, autori rispettivamente di 15 e 16 punti. Dall’altra parte quasi sufficiente la prestazione di Kalnietis e Kavaliauskas, autori entrambi di 12 punti, in una giornata nera per la Lituania.

CRONACA – Della Vedova inizia il match caldo come una stufa, mettendo a segno due triple consecutive. I lituani entrano in partita con un parziale scritto da Seibuitis e Jankunas, ma gli oceanici continuano a tirare con percentuali altissime dall’arco dei 6.75, con la forzatura di Mills che va a segno alla metà esatta del quarto:13-6 il punteggio. I lituani non stanno a guardare, e rispondono da tre ancora con Jankunas , ma per l’Australia sale in cattedra un ispirato Mills devastante sia dall’arco che dalla lunetta, portando i suoi sul 19-11 a due minuti dal termine del quarto. Dopo il time-out i lituani provano a rientrare in partita guidati da un Kavaliauskas entrano bene nel match, ma l’Australia è ancora scatenata dall’arco, con la tripla di Della Vedova sulla sirena che dice 26-17 al termine del primo quarto.

Anche l’inizio di secondo quarto è favorevole agli australiani, con la Lituania in totale confusione ed un cinico Mills che trova la tripla del 34-19 dopo tre minuti di gioco. L’Australia continua a dare spettacolo, con l’Alley Oop chiuso da Bogut a metà periodo: 36-20 il punteggio. Quando Mills va in panchina, è Della Vedova a prendere in mano le redini di una partita, dominata totalmente dagli oceanici, che con Baynes trovano l’eloquente +22 a due minuti dalla fine (48-26). Nell’ultimo minuti Jasikevicius e Kalnietis piazzano un minibreak che chiude un primo tempo dominato in lungo e in largo dall’Australia: 48-30 il punteggio.

La Lituania inizia forte con le triple di Maciulis, ma l’Australia non si fa intimorire e resta saldamente in controllo di partita, col gioco da tre punti di Baynes che fissa il punteggio sul 55-38 dopo tre minuti. Le percentuali si abbassano, e la Lituania prova a riavvicinarsi con Kalnietis che trova il -14 dopo metà periodo (55-41). L’attacco dei lituani si spegne totalmente, mettendo a referto solo due punti, e l’Australia ne approfitta per dilagare fino al +27 di fine terzo quarto: 70-43 il punteggio segnato dal tabellone.

Con i giochi ormai chiusi, la Lituania prova a rosicchiare qualche punto, ma i tentativi risulteranno vani con la tripla di Mills e i punti di Ingles a metà quarto che scrivono l’84-58 dopo cinque minuti. Gli oceanici continuano a surclassare la Lituania, toccando il +30 (88-58) con Motum quando mancano due minuti. Nel finale i lituani provano a rendere meno amara una sconfitta  storica, che resterà impressa per parecchio tempo nella loro memoria, con il match che si conclude sul punteggio di 90-64.

La Lituania fa le valigie, l’Australia invece attende in semifinale la vincente di Serbia- Croazia, con gli oceanici che vedono il podio sempre più vicino, sognando sempre lo sgambetto agli USA.

AUSTRALIA 90-64 LITUANIA (26-17; 48-30; 70-43)

MVP BASKETINSIDE.COM: Patty Mills

AUSTRALIA: Goulding, Mills 24, Bogut 6, Ingles 10, Dellavedova 15, Broekhoff 7, Bairstow, Lisch, Baynes 16, Andersen 6, Motum 4, Martin 2. Coach Lemanis

LITUANIA: Kalnietis 12, Juskevicius 5, Maciulis 6, Seibutis 8, Sabonis 1, Kavaliauskas 12, Jankunas 5, Javtokas, Valanciunas 5, Kuzminskas 5, Grigonis, Kariniauskas 4. Coach Kazlauskas

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy