Road to Rio: Spagna

Road to Rio: Spagna

Continua il nostro viaggio tra le squadre che parteciperanno al prossimo torneo olimpico di basket: oggi è il turno della Spagna.

Commenta per primo!

La Selección de baloncesto de España, ha preso parte alle Olimpiadi sin dal 1936(prima apparizione del basket sul palcoscenico olimpico). Da allora la crescita del movimento cestistico spagnolo è stata esponenziale, specialmente per quanto riguarda l’ultimo decennio. Il primo acuto degli spagnoli è stato ad USA 1984 quando San Epifanio e Martìn si arresero soltanto di fronte ai padroni  di casa guidati da Jordan e Ewing, ottenendo un insperato secondo posto. Gli anni successivi furono un vero incubo per la Selecciòn che fu incapace d’ottenere risultati significativi a livello olimpico. Tuttavia, con l’avvento della dinastia Gasol, la nazionale spagnola ha iniziato ad ottenere risultati sempre migliori a livello sia continentale sia planetario, diventando la prima avversaria dell’apparentemente imbattibile Team USA. A Pechino 2008, le furie rosse si sono arrese  agli americani, i quali hanno  vinto 118 a 107,dopo aver giocato una finale strepitosa in cui le superstar della nazionale statunitense furono costrette  a sudare per arginare la vena realizzativa di Fernandez e dei Gasol. Stessa storia  a Londra 2012, che ha visto la nazionale a stelle e strisce battere gli avversari 107 a 100, non senza grattacapi. Fatto eccezione per l’acuto dell’84,il movimento cestistico spagnolo è cresciuto esponenzialmente ottenendo risultati sempre migliori. Nell’ultimo decennio, la nazionale iberica si è confermata  l’unica squadra in grado di contendere un titolo alla nazionale USA. Tutto ciò è merito della grande programmazione a livello giovanile svolta dai maggiori club spagnoli (quali F.C. Barcelona e Real Madrid) che ha permesso di dar vita ad una vera e propria generazione dorata capace di esportare talenti pure in NBA. Tuttavia, dopo un decennio sulla cresta dell’onda, questa generazione di giocatori mostra evidenti segni di cedimento: l’ultimo europeo vinto ,ma non dominato, ha mostrato agli occhi degli appassionati una nazionale ormai vecchia e logora incapace di aver un ricambio generazionale di livello adeguato. La Spagna durante la fase a gironi se la dovrà vedere con formazioni temibili ma non imbattili. Le furie rosse infatti sono nel girone con Lituania, Croazia, Argentina, Brasile e  Nigeria. L’impressione è che sia il canto  del cigno dei vari Gasol, Navarro,  Calderon e Fernandez nel tentativo di conquistare un insperato oro. Al momento, secondo noi di Basketinside.com, gli spagnoli partono un filino dietro alla Lituania, alla Serbia e ovviamente a Team USA che è la squadra da battere.

Pronostico: Semifinali.

Road to Rio: le furie rosse di Scariolo si sono qualificate per le Olimpiadi grazie la vittoria di Eurobasket 2015. In quell’occasione la nazionale iberica si è aggiudicata il titolo europeo dopo  aver battuto la Francia  80-75 durante una finale combattutissima in cui Pau Gasol ha servito una prestazione da 40 punti.

I convocati:

  • Josè Calderon (G- Los Angeles Lakers)
  • Ricky Rubio (G- Minnesota Timberwolves)
  • Sergio Rodriguez (G- Philadelphia 76ers)
  • Sergio Llull (G- Real Madrid)
  • Victor Claver (AP- F.C. Barcelona)
  • Alex Abrines (AP- Oklahoma City Thunder)
  • Rudy Fernandez (G/AP- Real Madrid)
  • Juan Carlos Navarro (G- F.C. Barcelona)
  • Willy Hernangomez ( AG/C- New York Knicks)
  • Nikola Mirotic (AG- Chicago Bulls)
  • Felipe Reyes ( C- Real Madrid)
  • Pau Gasol (C- San Antonio Spurs)

Coach: Sergio Scariolo

CALENDARIO RIO 2016:

Spagna vs Croazia domenica 7  agosto

Spagna vs Brasile  martedì 9 agosto

Spagna vs Nigeria giovedì 11 agosto

Spagna vs Lituania sabato 13 agosto

Spagna vs Argentina lunedì 15 agosto

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy