Verso il Preolimpico, le sei possibili sedi: Germania, l’Europeo non è bastato

Verso il Preolimpico, le sei possibili sedi: Germania, l’Europeo non è bastato

Mavs.com
Nuovo capitolo della rubrica che ci accompagnerà per una settimana, verso il 19 gennaio, giorno in cui si sapranno le tre sedi dove si giocherà il Torneo Preolimpico (4-10 luglio), che garantirà l’accesso ad altrettante formazioni alle Olimpiadi di Rio de Janeiro in programma dal 5 al 21 agosto. Si giocheranno di sicuro un biglietto per il Brasile le seguenti nazionali: Francia, Grecia, Italia, Serbia, Repubblica Ceca, Canada, Messico, Porto Rico, Angola, Tunisia, Senegal, Filippine, Iran, Giappone e Nuova Zelanda. Alla finestra rimangono altre nazioni che sperano che le sedi scelte siano a loro favorevoli (liberando quindi posti aggiuntivi), come Lettonia, Croazia e Libano. Andiamo quindi a scoprire una per una le possibili sedi del Preolimpico: oggi tocca alla Germania.   Il cammino della Nazionale nel 2015 Le aspettative estive in terra teutonica erano decisamente alte, soprattutto se rapportate all’effettiva caratura del roster; ma pur sempre si organizzava Eurobasket nel cuore della Germania, a Berlino: andare alla seconda fase sembrava un obbligo morale. A ire il vero, all’inizio la truppa di coach Fleming sembrava in corsa verso Lille: una vittoria contro l’Islanda all’esordio e una sconfitta sulla sirena contro la corazzata serba (per chi non si ricordasse cosa ha combinato Bjelica, qui il video), con un convincente Schroeder in cabina di regia e nonostante un Nowtizki affaticato dalla stagione NBA. Alla terza partita, il crack: nel “derby” contro la Turchia arriva una sconfitta nel match che rappresenta di fatto lo spareggio per un posto alla seconda fase. Non bastasse, il giorno successivo è arrivata la una partita che resterà nella storia della Nazionale Italiana (impossibile dimenticarla, avendola vista dal vivo – ndr), con una rimonta degli Azzurri che ha posto i padroni di casa davanti alla vera ultima spiaggia, l’ultima partita contro la Spagna: chi perde, fuori. Dopo un finale thriller, con una nazione scioccata dagli (ennesimi) errori nel finale dalla linea del tiro libero di Schroeder, la Germania cade ancora e deve salutare il proprio pubblico. Ma tutti gli occhi sono per Nowitzki, che si prende la scena con un commovente giro d’onore, per la sua ultima volta davanti al suo pubblico, che gli dedica una ovazione da brivido: è addio alla Nazionale.   La sede scelta per ospitare il Torneo
Abendblatt.de
La scelta della Federazione tedesca per ospitare un eventuale girone è ricaduta su Amburgo, città da quasi un milione e ottocentomila abitanti nel Nord del Paese. Fino all’ultimo la Federazione ha tenuto in gara anche Berlino, ma alla fine è stata decisiva la diversa proposta economica fatta alla FIBA: Amburgo offriva un introito di circa 1,75 milioni di euro, contro i 1,50 della capitale. Pertanto il campo di gioco nella città anseatica sarà la Barclaycard Arena (ex O2 World Hamburg Arena), capace di contenere 13.800 spettatori. Inaugurata nel 2002, oggi è utilizzata dalla squadra di pallamano della città ed è parte del comprensorio sportivo assieme alla Volksbank Arena (hockey su ghiaccio) e al Volksparkstadion (calcio).   Perchè sì L’Eurobasket ospitato solo pochi mesi fa ha dimostrato che la Germania è sicuramente in grado di avviare una macchina organizzativa perfetta, sempre se mai ci fossero stati dubbi su questo. L’appeal della pallacanestro verso i tifosi tedeschi è in crescita esponenziale, con la Bundesliga che si sta ritagliando uno spazio sempre maggiore tra i campionati europei: Trincheri e Melli al Bamberg e il percorso inverso di Jamel McLean verso l’Italia ne sono una prova inconfutabile. Inoltre, pare che in caso di pass per il Preolimpico WunderDirk possa ritornare sui suoi passi, per un ultimo valzer verso Rio…   Perchè no Se si esclude l’ex MVP NBA appena nominato, a roster della Germania rimane ben poco: due giocatori NBA marginali (Schroeder in grande crisi con gli Hawks e Pleiss fantasma nei Jazz) e tanti giocatori di mediocre livello europeo attorno. Il fatto di aver mancato la fase finale degli Europei 2015 può essere decisivo nella scelta di altre nazioni con maggiori diritti sportivi.   GLI ARTICOLI SULLE ALTRE SEDI: TURCHIA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy