Marv Albert inserito nella Sports Broadcasting Hall of Fame

Marv Albert inserito nella Sports Broadcasting Hall of Fame

Commenta per primo!
http://www.gannett-cdn.com

Ha scandito a colpi di “Yes!” ben oltre 40 anni di telecronache di gare NBA, cominciando come broadcaster ufficiale per i New York Knicks con la MSG Network nel 1967, ma nel corso degli anni ha prestato la sua voce anche a NFL e NHL. Il numero delle telecronache da lui condotte è altissimo, nel corso degli anni ha presenziato a così tanti eventi in qualità di broadcaster che il suo libro, uscito nel 1993, si intitola “I’d Love to But I Have a Game” ovvero “Mi piacerebbe ma ho una partita”, con tutta probabilità la sua frase più ricorrente quando doveva declinare un invito.

Marv Albert è senza dubbio una delle voci più riconoscibili nel panorama dei telecronisti NBA e che come tanti ha le sue frasi ricorrenti o esclamazioni più frequenti, come appunto il suo “Yes!” generalmente dopo una tripla a segno o anche “Yes… and the foul!” su situazioni di canestro con fallo oppure “Yes… and it counts!”.

Era presente al Madison Square Garden quando Willis Reed uscì dal tunnel camminando su una gamba sola per giocare gara 7 delle Finals 1970, ha commentato innumerevoli momenti storici della NBA e non solo e recentemente è stato introdotto nella Sports Broadcasting Hall of Fame, una categoria particolare riservata proprio agli addetti ai lavori di cui lui è certamente un illustre esponente.

Congratulazioni a te, “collega”! Un immenso “YES!” da tutti noi!

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy