NBA Recap Inside: troppo Durant per il Gallo, Phoenix fallisce la rimonta

NBA Recap Inside: troppo Durant per il Gallo, Phoenix fallisce la rimonta

www.dailymail.co.uk
Oklahoma City Thunder – Denver Nuggets: 110-104 (25-31; 32-22; 27-26; 26-25) Danilo Gallinari si arrende allo strapotere di Kevin Durant e Russell Westbrook. I Nuggets rimediano una sconfitta abbastanza pronosticabile alla luce del record delle due compagini. I Thunder si portano così sul 31-12, consolidando un terzo posto che vale oro in ottica Playoff, mentre Denver vede aggravarsi il suo score tra le mura amiche, caposaldo delle ultime annate all’ombra delle Rocky Mountains. Grande prestazione per Kevin Durant, autore di 30 punti e 12 rimbalzi, mentre nelle fila dei Nuggets è da segnalare la prestazione di Gallinari, i cui 27 punti non bastano però ad evitare una sconfitta ai suoi. Thunder (31-12): Durant 30 (+12 rimbalzi), Westbrook 27 (12 assist), Ibaka 4, Kanter 25, Roberson 2, Waiters 5, Adams 10, Collison, Singler 7, Payne, Nuggets (16-26): Gallinari 27, Barton 6, Arthur 4, Faried 17 (15 rimbalzi), Mudiay 13, Foye 3, Harris 11, Lauvergne 12, Jokic 6, Kilpatrick 5, Key Stat: 21% la percentuale al tiro da tre punti dei Denver Nuggets, molto più alta quella dei rivali di Oklahoma City (36%). MVP: Kevin Durant che dire, 30 punti e 12 rimbalzi in 36 minuti, prendendosi solamente 23 tiri. La sua leadership è totale, dove può arrivare lo sa solamente lui.   Indiana Pacers – Phoenix Suns: 97-94 (25-17; 19-18; 27-26; 26-33) Gli Indiana Pacers rischiano di sciupare 20 punti di vantaggio nella ripresa, ma hanno la meglio su dei Phoenix Suns mai domi. La squadra dell’Arizona ha dimostrato almeno un minimo di tenacia e voglia di vincere, caratteristiche che le sono particolarmente mancate in quest’ultimo periodo. I Pacers di Paul George si portano così al quinto posto nella Eastern Conference, agganciando i Miami Heat che hanno perso contro i Milwaukee Bucks nella notte. Troppo poco il tempo a disposizione per i Suns che hanno rischiato di completare la rimonta quando, a 3.8 secondi dal termine, Brandon Knight ha segnato una tripla fuori equilibrio che è valsa il 95-92. I Pacers proseguiranno il loro tour ad Ovest andando a giocare alla Oracle Arena di Golden State, mentre i Suns ospiteranno i San Antonio Spurs venerdì. Pacers (23-19): George 19, Allen 4, J.Hill 7, Robinson III 10, Ellis 20, Turner 15, Miles 9, Young 11, S.Hill, Budinger 2, Mahinmi, Suns (19-30): Tucker 12, Morris 2, Chandler 3, Booker 32, Knight 21, Warren, Len 6 (12 rimbalzi), Weems, Teletovic 7, Brown 3, Goodwin 8, Key Stat: 36-28 è la differenza dei unti nel pitturato delle due squadre. Nonostante l’assenza di un centro di grande spessore, i Pacers aprono il campo e permettono ricezioni dinamiche ai loro esterni. In questo modo arrivano al tiro in penetrazione, nonostante dalla parte opposta i Suns schierino rim protectors come Tyson Chandler. MVP: Monta Ellis Con un Paul George dalle polveri bagnate, è il Mississippi Bullet a caricarsi il peso offensivo del team sulle spalle e trascinarlo alla vittoria. Finalmente sembra ingranare con i meccanismi offensivi dei Pacers.  
sports.inquirer.net
Le altre sfide: Milwaukee Bucks – Miami Heat: 91-79 (19-18; 30-21; 26-18; 16-22) Bucks (19-25): Parker9 , Monroe 15 (10 rimbalzi), Middleton 22, Carter-Williams 7, Henson 9, Antetokoumpo 14, Bayless 11, Vaughn, Copeland, Ennis, O’Bryant III 4, Plumlee, Heat (23-19): Deng 11, Bosh 23, Wade 2, Whiteside 23 (18 rimbalzi), Johnson 3, Richardson 3, Green 6, Winslow 2, Stoudemire 6,     Minnesota Timberwolves – New Orleans Pelicans: 99-114 (38-25; 22-26; 15-31; 24-32) Timberwolves (13-30): Prince 3, Garnett 3, Towns 20 (13 rimbalzi), Wiggins 21, Rubio 15, Bjelica 4, Muhammad 13, LaVine 4, Dieng 8, Martin 2, Miller, Payne 6, Pelicans (14-27): Cunningham 11, Davis 35, Asik 2, Gordon 11, Evans 13, Cole 7, Anderson 7, Holiday 19, Ajinca 2, Gee 7,    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy