NBA Recap Inside: Warriors e Spurs inarrestabili; vittorie pesanti per Houston e Miami

NBA Recap Inside: Warriors e Spurs inarrestabili; vittorie pesanti per Houston e Miami

Le due squadre padrone della Western Conference continuano la loro incontenibile marcia. Pesante vittoria dei Rockets sui Raptors in ottica playoff; bene Miami e Detroit mentre cade malamente Washington.

A cura di Ario Rossi e Nicolò Marchese

Dallas Mavericks @ Golden State Warriors 120-128 (33-40, 58-72, 89-102)

Bastano i due splash brothers per affondare i Mavs, arrivati nella baia senza Nowitzki, Harris e Williams, oltre a Parsons fuori per la stagione. Lee riceve l’anello di campione NBA vinto lo scorso anno proprio con i Warriors. Partono forte i padroni di casa, con ben 40 punti nel solo primo quarto. Aumentano il gap a metà gara quando Curry segna il buzzer beater da quasi metà campo: 72-58. Dallas si ritrova anche sotto di 18, ma lì inizia lo show di Matthews che ne infila 18 nel solo terzo quarto e i suoi rientrano a -13. Tornati sotto la doppia cifra ad inizio ultimo quarto per tre volte, per tre volte Thompson ha risposto con una tripla per respingerli indietro. I Mavs non mollano e con 3′ da giocare sono ad un singolo possesso di distanza: 116-113. Prima Barnes e poi Curry, però, segnano due canestri in fila che riportano Golden State a +7 a 22” dalla fine, chiudendola poi definitivamente dalla lunetta.

Mavericks (35-37): Lee 12, Mejri 1, Felton 17, Barea 21, Matthews 26, Anderson 10, Pachulia 12 (13 rimbalzi), Villanueva 16, Powell 5.

Warriors (65-7): Green 19 (7 rimbalzi e 10 assist), Barnes 11, Bogut 4, Curry 33, Thompson 40, Livingston 6, Barbosa 5, Speights 5, Varejao 2, Clark 3, Rush, McAdoo.

Key Stat: mai metterla sul “fare un punto in più” con questi Warriors. Nonostante le 18 triple con il 51% di Dallas, GS ne ha segnate 21 con il 47%. Le 39 triple totali in una gara sono record NBA stagionale. Sono record NBA le 938 triple in stagione di Golden State.

MVP: Klay Thompson. 40 punti, 5 rimbalzi, 4/9 da 2, 5/6 ai liberi e 9/16 da 3, riuscendo a respingere sempre Dallas appena si faceva sotto.

bleacherreport.com
bleacherreport.com

Memphis Grizzlies @ San Antonio Spurs 104-110 (23-37, 51-64, 84-88)

La gara degli assenti: da una parte Green, Leonard, Diaw e Mills; dall’altra Conley, Gasol e Randolph. San Antonio parte forte con un superbo primo parziale da ben 37 punti (season-high) con il 63% al tiro, sospinta da un tremendo Aldridge. Ha segnato ben 17 punti in quel frangente, record stagionale degli Spurs per punti in un quarto di un singolo giocatore. Pian piano però Memphis recupera e a fine 3°quarto il tabellone segna solo +4 Spurs: 88-84. I punti di distanza diventano solo due, quando a 7′ dal termine gli ospiti firmano il 94-92, dopo esser stati in svantaggio anche di 17 lunghezze. Tre triple consecutive di San Antonio – due di Ginobili e una di Martin, alla prima da titolare da quando è approdato in Texas – hanno però chiuso la porta in faccia ai Grizzlies che non sono più riusciti ad impensierire i padroni di casa che, alla 37esima vittoria casalinga stagionale, pareggiano il record dei Bulls ’96.

Grizzlies (41-32): Andersen 13, Green 20, Allen 9, Farmar 11, Barnes 14, Stephenson 17, McCallum 7, J.Martin 3, Carter 10, Hollins, Munford.

Spurs (61-11): Aldridge 32 (12 rimbalzi), Duncan 12, Anderson 6, K.Martin 13, Parker 14, Ginobili 13, West 8, Simmons 8, Miller 4, Marjanovic, Bonner.

Key Stat: decisivo il 37-23 del primo quarto, nel quale San Antonio ha tirato con il 63% dal campo.

MVP: LaMarcus Aldridge. 32 punti, 12 rimbalzi, 3 stoppate, 2 rubate e un assist in 32′. Ha tirato con un incredibile 12/16 da 2 e 8/9 ai liberi, segnando ben 17 punti nel solo primo periodo.

bleacherreport.com
bleacherreport.com

Toronto Raptors @ Houston Rockets 109-112 (21-29, 58-54, 78-79)

Vittoria d’importanza capitale per i Rockets che, trascinati da un superlativo James Harden, hanno la meglio sui Raptors, i quali perdono una ghiotta occasione per avvinarsi ulteriormente al primo posto dei Cavs nella Eastern Conference. La partita è, in generale, molto equilibrata con Houston che parte forte, arrivando a toccare anche la doppia cifra di vantaggio nel quarto d’apertura, e con i Raptors che reagiscono prontamente, riuscendo anche a toccare il momentaneo +7. La sfida si deciderà, in modo definitivo, nella parte finale del quarto periodo quando DeRozan verrà espulso per un doppio tecnico e la coppia Harden-Ariza sarà perfetta dalla lunetta, vanificando il tentativo di rimonta disperato di Toronto con Patterson e Joseph. Ad una manciata di secondi dalla fine espulsione anche per Lowry, sempre a causa di un doppio tecnico. Seconda sconfitta consecutiva per Toronto, che scivola a 2.5 partite di distacco da Cleveland; torna, invece, alla vittoria Houston che sale, momentaneamente, al settimo posto ad Ovest, con 1/2 partita di vantaggio su Dallas e Utah.

Raptors (48-23): Scola 16, DeRozan 18, Valanciunas 16 (18 rimbalzi), Powell 13, Lowry 15, Biyombo 6, Patterson 11, Joseph 12, Johnson 2.

Rockets (36-37): Ariza 6, Motejunas 11, Howard 2, Harden 32 (11 rimbalzi, 13 assist), Beverley 17, Beasley 21, Terry 5, Capela 8, Brewer 10.

Key Stat: Tanto equilibrio anche nelle statistiche. Decisivo, però, il contributo del tiro da tre punti per Houston che va a segno dalla lunga distanza con un ottimo 54.5% contro il 42% avversario

MVP: James Harden. Strepitosa partita di Harden che nel momento del bisogno si erge come leader assoluto della squadra e la trascina ad un successo fondamentale. Tripla doppia per lui con 32 punti, 11 rimbalzi e 13 assist con un positivo 11/22 dal campo e 3/7 da tre.

bleacherreport.com
bleacherreport.com

Minnesota Timberwolves @ Washington Wizards 132-129 2OT (27-29, 62-62, 85-89, 109-109, 121-121)

Partita al cardiopalma quella andata in scena al Verizon Centre di Washington dove gli Wizards ospitavano i Timberwolves. Non bastano i tempi regolamentari, né un supplementare per decretare un vincitore, ci è voluto un secondo over-time per vedere Minnesota trionfare e compromettere le aspirazioni playoff di Washington. Emozioni a non finire nel finale di gara quando, ad una ventina di secondi dal termine del quarto periodo, Dieng segna la quarta tripla della sua stagione facendo impattare i suoi a quota 109; sul possesso successivo, doppia occasione per i padroni di casa di vincerla allo scadere ma sia Wall (che sbaglia un layup), sia Beal (che fallisce un tiro da tre punti) non trovano il canestro della vittoria, mandando la gara al primo supplementare. A 27 secondi dal termine dell’overtime, gli Wizards vanno sul +4; sembra fatta, ma ha idee diverse LaVine che, con due triple consecutive, manda la partita ad un secondo supplementare. Nel secondo overtime, un jumper di Dieng ed un layup di Towns consegnano a Minnie la vittoria con Washington che, con questo stop, scivola a 3.5 gare di distanza dalla zona playoff.

Timberwolves (24-48): Wiggins 16, Dieng 18, Towns 27 (10 rimbalzi), LaVine 25, Rubio 13, Jones 8, Muhammad 6, Bjelica 10, Prince 4, Smith 5.

Wizards (35-37): Porter Jr. 14, Morris 7, Gortat 19 (14 rimbalzi), Beal 26, Wall 22 (16 assist), Thornton 3, Nene 19, Dudley 10, Temple 3, Sessions 6.
Key Stat: clamoroso 100% dalla lunetta per Minnesota che, con questo dato, mette la partita sui propri binari e compensa un 30% al tiro da tre punti.
MVP: Zach LaVine. Decisivo il contributo del due volte vincitore dello slam dunk contest che, con due tiri da tre punti pesanti al termine del primo overtime, permette ai suoi di allungare la partita e di andarla, poi, a vincere. Chiude con 25 punti e con un 10/17 dal campo (5-9 da tre).
bleacherreport.com
bleacherreport.com
Le altre partite della notte:
Orlando Magic @ Miami Heat 97-108 (31-28, 57-54, 69-85)
Magic (29-43): Fournier 20, Gordon 4, Dedmon 10, Hezonja 8, Payton 14, Smith 8, Jennings 8, Watson 3, Marble, Nicholson 19, Napier 3.
Heat (42-30): Johnson 4, Deng 10 (13 rimbalzi), Stoudemire 13, Wade 11, Dragic 22, Richardson 14, Winslow 5, Whiteside 26 (12 rimbalzi), Green 3, Haslem, McRoberts.
Phoenix Suns @ Sacramento Kings 94-116 (27-25, 48-58, 67-89)
Suns (20-52): Leuer 7, Len 14, Jenkins 11, Tucker 4, Booker 26, Teletovic 12, Budinger 6, Price 7, Goodwin 1, Williams 6.
Kings (28-44): Gay 15, Acy 14, Cousins 29 (11 rimbalzi), Rondo 2 (12 assist), Curry 12, Cauley-Stein 26, Casspi 7, Collison 11, Anderson, Belinelli.
Denver Nuggets @ Los Angeles Lakers 116-105 (24-31, 58-46, 83-77)
Nuggets (31-42): Arthur 4, Jokic 8 (12 rimbalzi), Sampson 11, Harris 13, Mudiay 9, Barton 16, Augustin 20, Nurkic 18, Lauvergne 9 (10 rimbalzi), Toupane 8.
Lakers (15-57): Russell 2, Bryant 28, Randle 13 (18 rimbalzi e 10 assist), Clarkson 20, Hibbert 5, Williams 14, Bass 10, Nance 4, Huertas 2, World Peace 7.
Milwaukee Bucks @ Atlanta Hawks 90-101 (21-29, 46-51, 71-75)
Bucks (30-43): Antetokounmpo 11, Parker 19, Monroe 7, Middleton 10, Bayless 12, Ennis 7, Cunningham 3, Plumlee 4, Henson 17 (10 rimbalzi).
Hawks (43-30): Bazemore 9, Millsap 14 (13 rimbalzi), Horford 14, Korver 4, Teague 18, Humphries 11, Sefolosha 10, Hardaway Jr. 7, Schroder 9, Scott 5.
Charlotte Hornets @ Detroit Pistons 105-112 (24-36, 56-72, 76-98)
Hornets (41-31): Batum 10, Williams 7, Zeller 8, Lee 8, Walker 29, Jefferson 8, Lin 4, Kaminsky 3, Lamb 11, Daniels 4, Hawes 5, Hansbrough 5, Gutierrez 3.
Pistons (39-34): Harris 7, Morris 20, Drummond 18 (14 rimbalzi), Caldwell-Pope 21, Jackson 17, Tolliver 11, Johnson 2, Blake, Baynes 16, Bullock.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy