Amar’e Stoudemire torna ai Knicks per un giorno, poi si ritira dall’NBA…per giocare all’Hapoel Gerusalemme?

Una notizia che spiazza il mondo dell’NBA, ma del resto Amar’e Stoudemire ha fatto delle sorprese e degli choc i suoi marchi di fabbrica.

Commenta per primo!

Una notizia che spiazza il mondo dell’NBA, ma che forse stupisce di meno se il protagonista è Amar’e Stoudemire, uno che ha fatto sempre delle sorprese e degli choc i suoi marchi di fabbrica. Infatti il giocatore, che nell’ultima stagione ha militato ai Miami Heat, ha deciso di firmare un contratto da un giorno con i suoi ex New York Knicks, squadra in cui ha militato dal 2010 al 2015, per poi di annunciare ufficialmente il ritiro. Alle spalle 14 stagioni a 18.9 punti e 7.8 rimbalzi di media, sei presenze all’All Star Game e cinque nominees negli All NBA Teams, convocazioni nello USA Team con il bronzo olimpico di Atene 2004, ma soprattutto esperienze indimenticabili tra i pro come quelle di Dallas e soprattutto Phoenix, dove, con Steve Nash, ha formato un tandem che resterà nella memoria di tanti appassionati.

Numeri, storie, risultati, eppure non basta: infatti secondo Marc Stein di ESPN e i colleghi israeliani di Walla, il 33enne potrebbe stupire ancora firmando con l’Hapoel Gerusalemme di Simone Pianigiani. Ricordiamo infatti che il lungo di Lake Wales (Florida) ha origini ebraiche e già durante il lock out del 2012 era stato accostato alla società bianco-rossa, di cui per altro possiede una piccola quota azionaria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy