Ben Gordon: “Voglio tornare a giocare in NBA. Fisicamente sto molto bene”

Ben Gordon è pronto per ricomincisre a giocare, grazie alla convocazione in nazionale con la Gran Bretagna. Ma la guardia spera di poter tornare in NBA

Un anno lontano dai parquet e una chance arrivata dalla nazionale britannica per riaccendere il motore. Ben Gordon è stato convocato dalla Gran Bretagna per le qualificazioni in vista dell’Europeo 2017 nonostante nella scorsa stagione sia rimasto fermo, giocando solo 2 gare in pre season con i Golden State Warriors. Dunque, come dichiarato da Gordon a Espn, la chance della nazionale gli è servita per tornare a calcare i parquet importanti: “Credo che sia stato importante tornare in un ambiente importante come quello della nazionale. Ho sempre pensato di giocare altre volte qui ma poi sono sempre saltate in estate. Adesso non c’era momento migliore per me perché non ho una squadra. Per me è l’occasione di uscire fuori e giocare con la Gran Bretagna”. Un anno di inattività, dopo le 56 partite giocate ad Orlando nel 2014-2015 con 14.1 minuti di media e 6.2 punti, avranno sicuramente inciso nella preparazione del 33enne prodotto di Connecticut, anche Gordon dice di essere in forma: “Mi sento bene, mi sento molto bene. Non ho giocato la scorsa stagione, non ho avuto un contratto con nessuno. Dopo non aver giocato per un anno non vedo l’ora di sfruttare questa occasione con la nazionale, di giocare, divertirmi, con dei ragazzi con cui non ho mai avuto la possibilità di giocare nella Gran Bretagna”. Nonostante l’età e la chance in nazionale il pensiero di Gordon resta fisso, dove la guardia ha giocato 11 stagioni e dove pensa di tornare anche nella prossima stagione: “Mi piacerebbe molto tornare nella Lega dopo essere stato un anno fuori. Basta vedere il modo in cui si sta giocando, sopra e sotto. Ovviamente il tiro da 3 è sempre stato importante ma sembra che in questo momento più che mai questo tiro venga utilizzato sempre di più. Per questo io sento che posso ancora giocare ad alto livello, tirare dall’arco e aggiungere quel tipo di profondità che una squadra può avere di bisogno. Per quello ho sicuramente voglia di tornare a giocare in NBA o semplicemente giocare un periodo in una squadra, ovunque essa sia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy