Cantiere Dallas: obiettivo Playoff

Cantiere Dallas: obiettivo Playoff

Commenta per primo!
espn.com

Se provate a chiedere ad un tifoso Mavs quali aspettative abbia per la prossima stagione, probabilmente vi risponderà che ambisce semplicemente ad un posto ai Playoff.

In effetti sembra difficile ipotizzare una stagione trionfale in Texas, almeno alla luce del roster attuale e del panorama sempre più complesso e competitivo della Western Conference.

Dando una rapida occhiata agli antagonisti, ci sono almeno 6 franchigie che dovrebbero stare, senza troppa fatica, davanti ai Mavs: San Antonio, Oklahoma City, Houston, Golden State, Memphis e Los Angeles Clippers.

Gli Spurs hanno probabilmente perso l’ultimo treno per l’anello nelle scorse Finals contro gli Heat: è quasi impossibile che San Antonio riesca a ripetere questa annata incredibile, ma un posto ai Playoff di fatto è prenotato.

Oklahoma City, Memphis e i Clippers ripartono da fondamenta solide, arricchite da qualche prezioso tassello, per arrivare fino in fondo; Golden State e Houston sono state invece due “regine” del mercato e potrebbero essere le mine vaganti ad Ovest.

Alle spalle di queste 6 “certezze”, ci sono altre squadre da tenere d’occhio: i giovani Blazers e ancor di più i Jazz, sempre ostici nella volata Playoff; gli arrembanti Pelicans del neoacquisto Holiday e del sopracciglione Davis; i Minnesota Timberwolves, tartassati dalla sorte, finalmente con un roster solido e potenzialmente interessante; i Lakers, disastrosi e disastrati, ma pur sempre con il Mamba pronto a mordere.

Dunque che cosa offrono sul piatto i Dallas Mavericks per competere con le avversarie?
Senza dubbio il backcourt è ben nutrito: il ruolo di play titolare dovrebbe toccare a Josè Calderon (fresco di firma su un quadriennale) supportato da Monta Ellis, “botto” di questo mercato estivo di Dallas, arrivato al posto del partente O.J. Mayo. Non bisogna poi dimenticare Devin Harris, potenzialmente perfetto da sesto uomo, e il promettente rookie Shane Larkin, attualmente alle prese con la riabilitazione dopo un intervento alla caviglia.
Se il reparto guardie è più che soddisfacente, è il frontcourt a presentare delle evidenti lacune.

Le ali e i centri a disposizione di coach Carlisle sono infatti i seguenti: Nowitzki, Carter, Marion, Crowder, Wright e Dalembert.

Fatta eccezione per l’ormai leggendario Wunderdirk e per il sophomore Crowder, atletico e con ampi margini di miglioramento, Marion e Carter assomigliano invece ad “acciaccati” veterani sul viale del tramonto. Se pensiamo anche che, dopo un lungo corteggiamento a Dwight Howard, il centro titolare sarà Dalembert, allora potrebbe scendere la lacrimuccia.
Ciò che più lascia perplessi non è però la qualità del pacchetto dei lunghi, bensì il forte squilibrio e il cattivo assortimento dei reparti.

Oltre a Calderon, Ellis, Harris e Larkin, il backcourt dei Mavericks comprende infatti anche Mekel, Ellington e il rookie Ledo: 7 giocatori “esterni” sono decisamente troppi, soprattutto in confronto agli “interni”, nettamente inferiori da un punto di vista numerico.
L’aspetto senz’altro positivo è invece lo spazio salariale a disposizione, che già dall’estate prossima potrebbe portare qualche freeagent di lusso alla corte del vulcanico Cuban: anche se Dallas non ha l’appeal di altre piazze, un progetto convincente e lungimirante può essere sufficiente per ritornare a sognare un titolo.

Ad oggi la sensazione è che i Mavs siano un workinprogress, con delle “carte” sicuramente interessanti ed una “chioccia” extralusso di nome Dirk Nowitzki: il compito di Carlisle sarà quello di sfruttare al meglio il lavoro sporco che tanti di quei nomi nel roster possono portare, su tutti Dalembert e Crowder, per gettare delle basi interessanti in ottica presente e futura.

Con le motivazioni del tedesco e con Ellis pronto a fare il definitivo salto di qualità, chissà che Dallas non riesca a strappare un ticket per i Playoff già in questa stagione.
Se così non fosse, basterà acquistare un ticket per essere semplici spettatori. Almeno fino all’anno prossimo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy