Bosh e il ritiro per cause mediche: non è più Fantabasket

I problemi fisici dell’ala degli Heat portano la dirigenza a riflettere su un possibile taglio. L’intera lega si interroga sulle condizioni dell’undici volte All Star.

Commenta per primo!

Chris Bosh non è riuscito a ricevere il certificato dal medico dei Miami Heat per  tornare durante la corsa playoff della squadra, e ora c’è il rischio l’undici volte All-Star non possa mai più tornare in campo.

Stando a Brian Windhorst di ESPN, c’è  infatti paura all’interno dei Miami Heta che le condizioni di Bosh gli impediscano di tornare mai operativo; la situazione sarebbe così grave da costringere l’ala degli Heat al ritiro per motivi medici.

Bosh è stato messo da parte dopo la pausa All-Star a causa di un problema medico dovuto alla formazione di coaguli nel sangue. Tale condizione, estremamente rischiosa per uno sportivo, ha portato la squadra a non schierarlo nemmeno una volta guarito per paura di una ricaduta.

Nonostante le indicazioni, Bosh voleva giocare e ciò ha portato a delle frizioni con lo staff medico e dirigenziale del team. Le due parti alla fine hanno raggiunto un accordo, e il team ha annunciato il 4 maggio che Bosh non avrebbe più giocato  in questa stagione.

Nonostante le dichiarazioni di facciata, la situazione rimane tesa; da una parte vi sono gli Heat che da due anni si vedono fatti fuori dalla corsa alle Finals per infortuni ma che nonostante ciò vogliono tutelarsi dal punto di vista d’immagine e legale visto che il problema fisico del giocatore è molto grave, dall’altra vi è Bosh pronto a tornare e che inizia a capire il disagio della squadra.

Sempre stando Windhorst  viene osservato che, in base alle regole della lega, se Bosh non gioca ancora una volta entro il 9 FEBBRAIO 2017, un medico indipendente approvato dagli Heat e dall’unione dei giocatori può rivedere il suo caso e dare una indicazioni in merito alla Lega. Qualora il medico dia indicazioni contrarie al ritorno del giocatore in campo, gli Heat potrebbero pure decidere di tagliare il giocatore per motivi di salary cap. Si ricorda che Bosh ha un contratto di 75 milioni di dollari per i prossimi 3 anni e che per recuperarli gli Heat potrebbero far appello ad un’assicurazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy