Cinque motivi per cui Shaq dovrebbe entrare nella Hall of Fame

Cinque motivi per cui Shaq dovrebbe entrare nella Hall of Fame

Commenta per primo!
http://sportsunbiased.com

Shaquille O’Neal, leggenda dei Lakers e dell’NBA, alto 216 cm per 147 kg, numero  57 di scarpa, è considerato uno dei cestisti più prestigiosi della storia NBA. La sua imponente struttura fisica, supportata da una possente muscolatura, gli permetteva di essere contenuto assai difficilmente dai rivali perché combinava potenza ed esplosività insieme alla capacità di giocare spalle a canestro. Le squadre avversarie spesso adottavano una tattica, nota come “Hack-a-Shaq”, che consisteva nel mandare O’Neal in lunetta nei momenti decisivi della partita, sperando che sbagliasse.  Il tiro libero era il suo punto debole con una percentuale realizzativa inferiore al 53%.

Senza dubbio si è trattato di un giocatore apprezzato da tutti, avversari e non, le sue performance, le sue tecniche per annichilire qualsiasi tipo di difesa, hanno incantato per anni il mondo della palla a spicchi. Per questi motivi è candidato ad entrare nella Hall of Fame del campionato più importante di pallacanestro del mondo. Seguendo l’esempio degli amici di somosbasket.com, Possiamo ricondurre a cinque i motivi cinque motivi per i quali dovrebbe essere inserito nella lista dei migliori giocatori:

1. Il più “dominante” della storia: Shaquille ricordava nei movimenti,  quelli di Kareem Abdul-Jabbar e Wilt Chamberlain ed era sorprendente vedere un giocatore di tali dimensioni (2.16 cm per 147 kg) muoversi in quel modo. Per gli avversari provare a fermarlo era quasi impossibile.

2. I dirigenti dell’NBA furono costretti a cambiare alcune regole per arginare il suo dominio: L’NBA ha variato le dimensioni dei canestri per evitare che andassero in frantumi quando l’atleta schiacciava. Ciononostante, la dittatura di Diesel non si è arrestata, si trattava di poche modifiche che non hanno influenzato il suo modo di giocare. Si era pensato addirittura di penalizzare Shaq ma fortunatamente questa ipotesi non si è mai concretizzata. L’unico tentavo efficace per contenerlo era la tattica “Hack-a-Shaq”.

3. Il palmares incredibile di Shaq: In ogni squadra in cui ha giocato è sempre stato il trascinatore, il vero leader. O’Neal ha vinto quattro titoli NBA, tre con i Lakers (2000, 2001 e 2002), completando il three-peat con Kobe Bryant, insieme al quale hanno formato una coppia unica, e uno con Miami Heat (2006). Di 15 All Star Game a cui è stato convocato, per tre volte è stato eletto MVP. Nella stagione 1999-2000 ha ottenuto il premio MVP della regular season, due volte si è aggiudicato il titolo di capocannoniere dell’NBA, nominato Rookie dell’anno 1993, oro olimpico nel 1996, campione del mondo nel 1994, per otto volte è stato inserito nell’All-NBA Team e due nel secondo miglior quintetto, tre nel miglior quintetto difensivo. E ‘stato anche selezionato tra i 50 migliori giocatori nella storia dell’NBA.  Ha ricevuto il premio Adolph Rupp come miglior giocatore  del College nel 1991. Concluse la sua carriera con una media di 23,7 punti, 10.9 rimbalzi  e 2.5 stoppate a partita. I Lakers hanno ritirato il numero 34  con il quale giocava il campione.

4. L’uomo dei record: “Diesel” è stato un giocatore che ha rotto tutti gli schemi, per esempio, è l’atleta che detiene il record di rimbalzi  offensivi in un “Playoff” , è il giocatore con il maggior numero di punti segnati in una finale, con più tiri liberi in un incontro, con  la percentuale di canestri segnati è ancora un record imbattuto, come pure di rimbalzi in un gioco nei  “Playoff”. Con gli Orlando Magic ha conseguito il record di stoppate, senza dimenticare, che è uno dei due giocatori nella storia ad aver vinto  tre volte il Most Valuable Player in finale ed anche consecutivamente, ed è stato l’unico giocatore di sempre ad aver ottenuto l’elezione MVP all’unanimità da tutti gli elettori nel 2000.

5. Un giocatore che rimarrà sempre nei nostri ricordi: C’è chi lo ricorda in un modo o in un altro, ma possiamo star certi che tutti saranno d’accorso sul fatto che Shaq sia una vera e propria leggenda del basket per il suo carisma, le sue doti,  ha saputo unire l’intero mondo di appassionati dell’NBA avendo ottenuto in totale ben 16 record nella sua ventennale carriera.

Attualmente è impegnato come opinionista nel programma di approfondimento sportivo Inside the NBA .Oltre ad essere stato uno dei più grandi cestisti, appassionato di musica, genere rap, ha prodotto nove album discografici. Attore provetto ha recitato in numerosi film, anche da protagonista.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy