Dal Lussemburgo a una chance in NBA: Alfonzo McKinnie firma a Toronto

Dal Lussemburgo a una chance in NBA: Alfonzo McKinnie firma a Toronto

Dopo Jonathon Simmons e Mike James, anche Alfonzo McKinnie è riuscito a completare un viaggio affascinante: dal Lussemburgo a un contratto in NBA, passando attraverso una grande stagione in NBA D-League.

La storia recente della pallacanestro ha visto vari giocatori che si sono messi in luce partendo da leghe minori – e quindi anche stipendi piuttosto bassi – per poi alzare sempre l’asticella e raggiungere l’obiettivo numero 1: firmare un contratto in NBA. Si tratta di storie affascinanti, come quella di Jonathon Simmons, la guardia che iniziò la sua carriera in una lega semiprofessionistica americana (la ABL), pagò $150 per iscriversi ad un provino in NBA D-League, venne chiamato in NBA dai San Antonio Spurs e alla fine si è rivelato un giocatore importante nelle ultime due stagioni per la franchigia texana uscendo dalla panchina. Oppure come la storia di Mike James: nominato MVP indiscusso della stagione 2013-14 in Serie A2 Silver giocando con Omegna, ha attirato su di sé l’attenzione delle squadre di EuroLega, si è rivelato un giocatore chiave del Saski Baskonia e del Panathinaikos e ora ha firmato un contratto con i Phoenix Suns.

C’è un altro giocatore da tenere d’occhio: Alfonzo McKinnie, ala americana uscita da Green Bay. McKinnie ha iniziato la sua carriera professionistica nel 2015 giocando in Lussemburgo. Dopo aver chiuso la sua esperienza in Lussemburgo ad aprile 2016, McKinnie concluse la stagione in Messico, viaggiando a 15 punti e 7 rimbalzi di media. Una volta finita la sua prima stagione da professionista all’estero, il nativo di Chicago tornò negli Stati Uniti per seguire le orme di Jonathon Simmons: ha pagato $150 per iscriversi ai provini tenuti dai Windy City Bulls, franchigia di NBA D-League (ora NBA G League), ed è riuscito a conquistare un posto nel roster per la regular season. McKinnie si è rivelato una delle sorprese della scorsa stagione in NBA D-League, viaggiando a 14.9 punti e 9.2 rimbalzi, tirando con il 51% dal campo. Grazie alla buona stagione giocata, McKinnie non solo ha giocato l’All-Star Game della D-League ma è stato anche convocato dai Toronto Raptors per giocare la Summer League ora in corso.

Ieri, il grande salto: come riportato da Blake Murphy del Raptors Republic, Alfonzo McKinnie ha raggiunto un accordo con i Toronto Raptors per firmare un contratto pluriennale parzialmente garantito, che gli permetterà di partecipare al training camp con la squadra per cercare di conquistare un posto nel roster definitivo per la regular season.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy