Davis indica le 4 “favorite”, i Lakers presentano un’altra mega offerta

Davis indica le 4 “favorite”, i Lakers presentano un’altra mega offerta

Si attende la risposta dei Pelicans, ma la sensazione è che siamo vicini all’accordo.

di La Redazione

Secondo il solito Wojnarowski di ESPN, Anthony Davis avrebbe quattro destinazioni preferite: dopo i Lakers che sarebbero la prima, ci sarebbero Clippers, Bucks e Knicks. Non c’è invece Boston, segno che le parole del padre hanno una certa fondatezza. Se dovesse essere scambiato e mandato verso una di queste quattro franchigie, la stella di New Orleans sceglierebbe di firmare l’estensione contrattuale mentre se venisse spedito altrove ci sarebbe il rischio che al termine del suo contratto nel 2020 non esercitando la player option diventi free agent.

Il GM dei Pelicans Dell Demps e Magic Johnson hanno avuto varie telefonate oggi, cosa che potrebbe anche portare ad una chiusura dell’affare già nelle prossime ore. La trade deadline è fissata per giovedì alle 21 ora italiana.

Come riportato da Brad Turner del Los Angeles Times, i Lakers avrebbero offerto un nuovo pacchetto di giocatori per arrivare a Davis: i gialloviola sarebbero disposti a prendersi anche il contratto di Solomon Hill – 13.2 milioni garantiti il prossimo anno, ma in estate verrebbe tagliato e il suo contratto sarebbe spalmato nei prossimi anni con la “stretch provision” – per favorire il processo. Per quei due giocatori che vanno in California, ce ne sarebbero sei verso la Louisiana (più due prime scelte): Ball, Ingram, Kuzma, Rondo, Beasley e Stephenson.

Papà LaVar Ball ha detto che nel caso la trade vada in porto, vuole che suo figlio vada assolutamente ai Suns. New Orleans aveva detto che Lonzo sarebbe stato un giovane su cui avrebbero voluto ricostruire, ma la famiglia Ball non vuole saperne. La franchigia di Jrue Holiday dovrà comunque tagliare o scambiare due giocatori in quanto avrebbero 17 contratti a roster, due in più del numero massimo. Possibile l’inserimento di una terza squadra per favorire lo scambio.

Si lavora ancora per limare l’accordo e soprattutto si attende la risposta della dirigenza dei Pelicans, ma sembra sempre più vicino il traguardo finale di un Anthony Davis in gialloviola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy