Draft Lottery: New Orleans vince, tonfo Bulls e Suns

Draft Lottery: New Orleans vince, tonfo Bulls e Suns

Succede di tutto nella notte che decide il futuro della Lega: grosse delusioni e grandi speranze per tante squadre che devono ora cambiare strategie

di Raffaele Guerini

Si muove tantissimo la classifica delle squadre che puntano a Zion e sentiremo l’eco dei rimpianti ancora per lungo tempo: New Orleans sceglierà con la prima chiamata il 20 giugno, ma andiamo con ordine.

Il sistema quest’anno è cambiato, dando più possibilità a squadre con una posizione più alta in classifica di arrivare a giocarsela per una delle posizioni più alte anche al Draft. Così facendo, l’NBA vuole scoraggiare il tanking estremo e costringere le squadre a lottare più duramente per non finire a fondo classifica.

Arriviamo allora a stasera: le tre squadre peggiori avevano il 14% di possibilità ciascuna di ottenere la chiamata numero 1; qualora ciò non fosse avvenuto, comunque avevano il 52,1% di avere una delle prime quattro.

Bene, le statistiche sono andate disattese molto presto. Sacramento perde subito la scelta in favore di Boston, come da classifica (la migliore delle peggiori, per intenderci, finisce esattamente ultima) e viene seguita da Miami e Charlotte alle posizioni, rispettivamente, 13 e 12, secondo il programma. Prima sorpresa, dunque: i Lakers saranno invece tra le 4 contendenti per la prima scelta. Minnestota e Atlanta, in sostituzione di Dallas, vanno alla 11 e alla 10.  Washington, Atlanta, Chicago: posizioni 9, 8 e 7 rispettivamente e la sala inizia a rumoreggiare pesantemente: New Orleans e Memphis se la giocano con i Lakers per la prima scelta. Ciò significa che due tra Knicks, Suns e Cavs scivolano fuori dalle prime quattro posizioni.

I Bulls settimi e i Suns sono i grandi perdenti di questo Draft: solo scelta numero 6 per la franchigia dell’Arizona. La fortuna della prima scelta lo scorso anno si esaursice in neanche 5 minuti e sicuramente tra i tifosi di Phoenix qualcuno si lamenterà a lungo per la presenza così in alto di Lakers e Grizzlies. Cavs e Knicks: chi resterà fuori dalla corsa per Zion?

La vincitrice è New York, che avanza così alla fase successiva della Lottery, lasciando a Cleveland la quinta scelta. Knicks, Lakers, Grizzlies e Pelicans arrivano dunque all’ultima sfida: i Lakers si aggiudicano la quarta posizione, consolidando un “ottimo” trend. Los Angeles, infatti, sarà tra le prime quattro chiamanti per la quarta volta in cinque anni.

I Knicks si aggiudicano la terza posizione, con Patrick Ewing a rappresentare la franchigia che esibisce un sorriso piuttosto tirato: forse non il risultato che si aspettavano a Manhattan, ma sicuramente è andata meglio che a Suns e Cavs.

Memphis arriva alla seconda scelta: potenzialmente una contender a breve? La stagione era cominciata in maniera ottima per i Grizzlies quest’anno e Mike Conley sarebbe un ottimo mentore per Ja Morant (la coppia Morant – Jackson Jr. fa già venire l’acquolina in bocca ai tifosi del Tennessee).

New Orleans, quindi, è la vincitrice assoluta di questo Draft: si può dire che finalmente la fortuna giri quest’anno per i Pelicans, che si sono trovati in casa una gatta da pelare per niente piacevole. Potenzialmente però si aprono scenari interessanti: oltre alla 1, cosa potranno ottenere da una trade in cui inserire Anthony Davis? Si prospetta un’estate incredibilmente lunga, torrida e interessante negli Stati Uniti.

La palla ora passa alle squadre, che dovranno fare le debite valutazioni entro il 20 giugno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy